Opportunista e voltagabbana!


Ho deluso i miei amici pentastellati mi dispiace, tutta colpa mia, avevo capito male. Mi ero lasciata affascinare dalle inchieste, uniche dalle nostre parti dove non c’è giornalismo e dove la magistratura sonnecchia. Ancora oggi mi sento grata per quel loro coraggio nell’aver messo in luce tante schifezze che altrimenti sarebbero ancora sepolte in un sonno atavico. Ancora oggi credo che una loro presenza in Regione possa essere necessaria per stimolare e monitorare l’attività amministrativa. Ma non posso non valutare il M5s per ciò che fa a livello nazionale. Non posso non criticare Grillo e le sue uscite sempre più lontane dalla ragione; la chiusura verso i giornalisti, la scarsa trasparenza, la censura, il vittimismo e l’arroganza. Pertanto non posso disgiungere completamente la realtà locale da quella nazionale: il Movimento è uno. Non ho particolari simpatie verso altri partiti, ma so  distinguere quelli che potranno fare il primo passo per una svolta. Dopo decenni di governo unionista mi piacerebbe provare a cambiare e oggi questo è possibile con l’Alleanza autonomista progressista. Non sono io a dirlo, ma la realtà. Mi piacerebbe anche che all’interno di questa Alleanza fosse la componente di sinistra ad avere maggior forza, giusto per evitare un Viérin presidente. Qualcuno, per queste mie idee, mi ha tacciata di opportunismo, di essere una voltagabbana: quando mancano gli argomenti gli stupidi si appellano ai giudizi sommari. Rispondo che non sono un’opportunista perché in me non c’è calcolo alcuno. E non sono una voltagabbana in quanto cambiare parere su un movimento, che è una sperimentazione unica nel suo genere, è assolutamente normale, così come è altrettanto normale valutare di volta in volta il fare politico che non è immobile come un sasso. Io guardo alla politica con mente lucida, perché non ho nulla da guadagnare, solo un po’ di speranza.

Explore posts in the same categories: Chiarezza, Elezioni, Politica nazionale, Politica valdostana, Uomini politici

Tag: , , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

15 commenti su “Opportunista e voltagabbana!”

  1. bruno courthoud Says:

    Non giudico, in parte ho le stesse tue preoccupazioni, esaltate dai media e dai politici, ma secondo me è troppo presto per trarre delle conclusioni di qualsiasi tipo (sono fascisti, non sono democratici, ecc.). Per noi in particolare, qui in questa valle, la classe politica ha ancora bisogno, per il momento, di bastonate. Non mi accontento delle loro opportunistiche parole circa un possibile cambiamento. Per il momento sono solo parole. Aspetto i fatti (dopo le bastonate).

  2. patuasia Says:

    Infatti, ho scritto che sarei soddisfatta se un paio di grillini entrassero a Palazzo. Non li ho mai definiti fascisti: sono una novità quindi difficilmente etichettabile, ma una cosa è sotto agli occhi di chi vuol vedere e non è necessario leggerla sui media cattivoni, ma sul blog di Grillo. Le sue esternazioni e molti dei commenti che seguono, per fortuna ce ne sono altrettanti di buon senso, nonché le caratteristiche implicite del Movimento, fra cui non lasciare dichiarazioni ai giornali e alle conferenze stampa sono sono bandite le domande, lasciano dubitare molto sul concetto di democrazia e relativa trasparenza.

  3. Bisker One Says:

    Mi fiderei dei grillini che dimostrassero di saper usare la propria testa e di applicare il motto del movimento che l’insetto straparlante stesso ha disatteso: “Ognuno vale uno”. Bisogna tener presente che, così facendo, costoro si autoestrometterebbero dal movimento, nel quale la democrazia interna è stata completamente dimenticata. Chissà se i nostri grillini, essendo la Valle d’Aosta un po’ fuori dai giochi politici nazionali, sono gente dotata di autonomia decisionale.


  4. Guardate lo devo proprio dire: alcuni grillini valligiani – non tutti – sono uguali a Sallusti quando criticano il suo capo. Ma io dico, vogliamoci rendere conto che nel momento in cui uno diventa un personaggio pubblico non può più sparare le stesse cazzate che sparava quando scriveva nella rete e basta?

    Ma ci vogliamo rendere conto che Crimi ad esempio (come tutti i pentastelluti), rappresenta i cittadini italiani e che questo comporta dei doveri, anche nel modo di comportarsi e di parlare? Ma ci rendiamo conto che se io fossi (ma per fortuna non lo sarò mai) al Parlamento, non potrei più parlare di argomenti che non siano preventivamente approvati? Ricordo “tra virgolette” i commissari politici inviati a Roma da Grillo

  5. kontrotendenza Says:

    Solo gli stolti non cambiano idea anche quando credono che sia sbagliata. Rivalutare le proprie idee non vuol dire essere opportunista. Certe volte le idee che abbiamo si rivelano sbagliate, sta a noi prenderne conoscenza e rielaborarle.

  6. Geronimo Says:

    sarò stupido e colpevole di giudizi sommari, ma sei sicura che l’alleanza di centro sinsitra con l’UVP serva ad evitare Vierin presidente? A me sembra che questo succederà, proprio a causa di questa “commistione”. Poi capisco che, con questo sistema elettorale, non ci siano molte alternative tra “mangiare la minestara o saltare dalla finestra”. Ma quando, e se mai,il risultato sarà il grande inciucio tra una sinistra consapevole e un autonomismo onnivore, “finto nuovo e democratico”, si rischia di tornare al Vierin di sinistra e i vari Ferraris e Fiou, nella stanza dei bottoni a cavare le castagne dal fuorco e buoni e zitti sulle scelte importanti che farà qualcun altro. Lo so, la politica è l’arte del possibile, ma che tristezza in questa Regione poter solo e sempre scegliere tra la padella e la brace.
    Bisognerebbe almeno ricordarsi che le “Dauphin” come lo chiama qualcuno è arrivato a fare l’Assessore dopo il Patto di Pontey (non belligeranza tra Vierin e Rollandin) e che ha condiviso per anni le scelte della Giunta di cui faceva parte, senza proferire verbo, e si è dissociato solo alla vigilia delle elezioni. E’ troppo pensare che sia opportunismo? E con questo si vorrebbe costruire una alternativa?
    Mi auguro, ovviamente di sbagliarmi, ma non vorrei che tutti domani ce ne dovessimo pentire.
    geronimo

  7. patuasia Says:

    Signor Geronimo, la invito a rileggere il mio post. Io non ho scritto che “l’alleanza di centro sinsitra con l’UVP serva a evitare Vierin presidente? ” ho scritto che rafforzare il Pd può contenere gli ex unionisti e quindi scongiurare il pericolo di un Viérin presidente. Questo è quanto offre il quadro politico valdostano. L’alternativa è l’Union valdotaine con Stella alpina, Fédération, la Lega, la Destra. I grillini che non vogliono per non statuto allearsi con nessuno non arriveranno mai da soli al 51%. Non è Patuasia che disegna e complotta e decide, sono i politici, i rapporti di forza fra loro e in definitiva, gli elettori.

  8. giancarlo borluzzi Says:

    Vorrei qui sottolineare quella che io reputo un’illogica posizione delle due stelle comete del blog, Patuasia e bobmancini.

    Partiamo da Israele.
    Se le stelle preindicate fossero israeliane, si schiererebbero con Peres, si opporrebbero a Netanyahu e aborrirebbero gli hassidisti, il gruppo ultranazionalista religioso stanziato a Mea Shearim in Gerusalemme, caratterizzato da abiti e look ben noti.
    Li aborrirebbero in linea con le loro critiche al Papa e alle Croci sulle vette.

    Epperò.

    Ora le due stelle comete, all’unisono, dichiarano di accettare (per realismo, foglia di fico giustificativa di una stella cometa) per le regionali UVP/Renouveau, due forze che si avvantaggiano dell’hobby di PD e Verdi di praticarsi l’autocastrazione chimica per non avere la spinta a frequentare la propria ideologia ma accettare passivamente quella del localismo cocciuto di UVP/Renouveau.

    Ma queste due forze sono la fotocopia valdostana degli hassidisti ebrei; come questi ultimi non riconoscono lo stato di Israele, cioè l’esistente, così fanno UVP/Renouveau che dipingono la Valle per quella che non è e subordinano la loto politica a tale ideologia.

    Gli hassidisti veri attendono il Messia per formare Israele, gli hassidisti nostrani, ai quali va il tifo elettorale delle stelle comete, puntano a quella sovranità della Valle indicata nello statuto dell’UV di cui erano costola e ricercata in virtù di caratteristiche dei 127000 italiani della Valle che loro inventano e (per realismo, d’accordo!) una stella accetta.

    E’ un controsenso, per abbattere un despota si accetta di favorirne altri ancora più hassidisti.

    Io sono allibito da questa non coerenza, da un laicismo sconfinante nell’ateismo che però per il 26 maggio copula con l’oltranzismo religioso più becero.

  9. maicol Says:

    Sgarbi direbbe culattona e raccomandata: o con loro o contro di loro.

  10. Guglielmo da Baskerville Says:

    Per Alessia:
    davvero crede che Grillo sia solo un garante?
    Allora perchè è andato a parlare a Napolitano, lui che, ricordiamolo, non è neanche stato candidato?
    Cosa gli ha detto?
    Con chi e con quali modalità ha discusso come comportarsi col Capo dello Stato?
    In che modo il singolo grillino ha potuto far valere la regola dell’ “uno vale uno” e dar voce alla sua opinione su come comportarsi nella circostanza?

    Grillo è stato bravo a legare le mani agli eletti e li tiene in pugno con comportamenti quantomeno discutibili, come le espulsioni decise in modo poco trasparente e assolutamente non democratico. Prende decisioni in prima persona, facendosi scudo del “non-statuto” per mascherare il fatto che non c’è assolutamente dibattito o democrazia interna agli alti livelli del M5S. Chi agisce in autonomia (i 13 senatori che hanno eletto Grasso, ad esempio) passa sempre per traditore, perchè la linea è lui a dettarla e non ammette interferenze…


  11. Ho sentito Ferrero dichiarare ad Aostaoggi che valuteranno un appoggio ad un eventuale ballottaggio alla coalizione che si impegnerà ad assumere almeno 10 dei 20 punti programmatici che proporranno… Se non ho capito male…. è una buona notizia. Anche perchè dubito seriamente che tra i 20 ce ne saranno 11 indigeribili… anzi. Diversità tra M5s “valdotaine” e nazionale? La questione del rapporto con M5S nazionale, infatti, è sempre più evidente che non è programmatica… non è il “fare” il cambiamento… E’ l’eliminazione politica e “verbalmente ” violenta di chi non la pensa come loro… esterni o interni che siano…
    Sperem

  12. bruno courthoud Says:

    Prendo atto che di politica italiana e valdostana non ho mai capito niente e non capirò mai niente, nonostante gli sforzi effettuati. Sarà che non sono un politico (termine che detesto), sarà che non sono un giornalista, sarà probabilmente che sono proprio un bakan. Non riesco proprio a capire come ognuno riesca sempre a dire e a giustificare tutto e il contrario di tutto, naturalmente sempre “pro domo sua”. Ringrazio la padrona di casa che mi ha sempre pazientemente e gentilmente ospitato. Chiedo scusa a chiunque io abbia, volontariamente o involontariamente, offeso o provocato: non era mia intenzione, sono un buono.
    Approfitto del periodo pasquale per fare a tutti i miei migliori auguri. per il futuro.
    bruno courthoud

  13. giancarlo borluzzi Says:

    Le ultime uscite di Grillo mi hanno colpito perché partono da considerazioni che condivido, anche se poi i punti di arrivo sono opposti.

    Esempio: c’è stallo perché nessun governo pare votabile dal Parlamento. Sia Grillo sia io pensiamo che si può superare l’impasse eliminando uno dei due soggetti in questione, ma lui è favorevole all’operare senza governo in Parlamento, io invece ritengo che un governo di esperti, non legati ai partiti, possono essere incisivi prescindendo dal Parlamento soggiogato dai giochi della politica.

    Altro esempio: Grillo ha detto un attimo fa che vuole la scomparsa di tutti i partiti e che il M5S deve essere alla guida del paese. Posso essere anche d’accordo con Grillo sulla liquidazione dei partiti, ma alla guida del paese ci devono essere degli esperti e quindi non chi, arrivato sull’uscio delle istituzioni, non può andar oltre per un’inadeguatezza non surrogabile dall’improvvisazione.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: