Brivido freddo!


Che brivido!

Che brivido!

Lao Tse invitava a camminare in punta di piedi, ma lui era orientale, noi occidentali fieri della nostra cultura-padrona-del-mondo, camminiamo con pesanti scarpe di ferro e cemento. Eppure, anche da noi, quella filosofia sarebbe opportuna: dopo secoli di selvaggio progresso sarebbe anche ora che si svoltasse verso il rispetto di ciò che ci circonda. Una opportunità non solo per la salvaguardia di ciò che ci resta, ma anche economica. Più il paesaggio è prigioniero dell’uomo e più diventa prezioso quello che non lo è. Questa è la leggera passerella sull’orrido di Prés-Saint-Didier, magnificata dal sindaco, dagli amministratori, dagli albergatori ecc ecc, non credo molto dai turisti più esigenti in fatto di natura e da molti valdostani sensibili al bello. Il discorso del c’è-a-chi-ci-piace e c’è-a-chi-non-ci-piace non si  confà a quest’opera: non siamo di fronte a un quadro o a una scultura, qui si tratta di un intervento impattante che resterà dov’è per moltissimo tempo e poi non necessario! E molto costoso! Cosa può portare in termini di bellezza, di rispetto del luogo e di ritorno economico? Siamo così a corto di idee si cerca di copiare qui e là, senza pensare. Il risultato è sotto agli occhi di tutti. Pensare che, per il paesaggio, basterebbe non avere idee.

Annunci
Explore posts in the same categories: Brutto esempio, Critica, Cultura morta, Degrado ambientale, Delirio, Favori, Mala Amministrazione, Mala politica, Pessima amministrazione

Tag: , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

12 commenti su “Brivido freddo!”

  1. Bisker One Says:

    Siamo a livello dei faraoni dell’antico Egitto: dovevano essere ricordati non per essere stati dei buoni regnanti, ma per la piramide più alta, per aver inziccato in tutto il territorio statue di sé stessi alte duecento metri, per opere (appunto) faraoniche. Che fossero stati o meno dei buoni regnanti, questione di lana caprina; l’importante era che i posteri ammirassero le loro grandi opere. La storia si ripete, sempre.

  2. Andrea Says:

    Le piramidi sono bellissime così come tanti monumenti della civiltà egizia.
    Quanto raffigurato nella foto, come già scritto, non è un monumento.
    Il problema è proprio questo: non confodere le cose. Gli antichi egizi costruivano monumenti, noi non costruiamo monumenti ma deturpiamo il paesaggio.

  3. Bisker One Says:

    @Andrea
    ADESSO le piramidi sono considerate monumenti. E, sì, all’epoca avevano ben altri criteri estetici: se c’era da costruire qualcosa di mastodontico con l’unico scopo di essere ricordati dai posteri, meglio costruirlo bene. Ma mi chiedo cosa ne pensasse la popolazione egiziana dell’epoca, schiavizzata, ipertartassata, di sovrani che passavano il tempo a studiarsi maniere per impressionare i posteri anziché cercare di rendere la vita più facile alla povera gente. Le motivazioni di chi ha il potere, e il loro menefreghismo nei confronti delle esigenze della gente, sono sempre gli stessi: ribadisco l’ultima frase del mio precedente commento.

  4. Supremo Giupremo Says:

    Gentili signori, se io fossi un amministratore, di qualsiasi istituzione e di qualsiasi livello, non amerei le persone come voi. Non vi va mai bene niente !! Si fa il concours Cerlogne? Non va bene, è di regime. Si fa la festa dei Calabresi? Non va bene, c’è la mafia. Si lasciano le porte pretoriane come sono? Non va bene, sono degradate. Si mettono le passerelle? Non va bene, sono brutte. Si lascia l’orrido com’era vent’anni fa? Non va bene, non si fa nulla per attirare i turisti. Si mette un balcone panoramico? Non va bene, si deturpa l’ambiente. Che palle che siete !!
    Ma ci siete stati all’orrido vent’anni fa? Faceva cagare e non ci andava mai nessuno. Adesso c’è la balconata, la gente ci va a fare la passeggiata e magari qualcuno si ferma pure al bar del centro avventura (o non vi piace nemmeno quello?). Ma non è che siete un po’ frustrati?

  5. Bisker One Says:

    @Giupremo
    Quel passaggio sull’orrido fa veramente cagare; è secondo soltanto a quello che hanno costruito sul Colorado (se non ricordo male). L’orrido poteva essere valorizzato in centomila altre maniere più intelligenti, e forse, se andiamo a fargli le pulci, i progetti furbi ci sono, imboscati da qualche parte.
    Quanto al Concours Cerlogne, mi lascia del tutto indifferente: non so se si è notato che non ho assolutamente pubblicato commenti a riguardo.

  6. Elio Says:

    Per fare un paragone tra la nostra valle di lacrime e i paesi più civilizzati , andate a vedere su internet che cosa hanno fatto i francesi alle gole di Kakuetta nei Pirenei e i trentini nel canyon della val di Non ; belle passerelle , assolutamente non impattanti.
    P.S. cosa non trascurabile , hanno probabilmente speso molto di meno e , giustamente , fanno pagare la visita.

  7. exit-paul Says:

    a Giupremo.
    Credo che in Valle d’Aosta si continuino a fare cose brutte, costose e spesso inutili, perché la maggior parte della gente la pensa come lei.
    Importante è fare. Cosa, come e perché non importa.
    E infatti ora la nostra Regione è in braghe di tela e nei prossimi anni sarà ancora peggio.
    Raccogliamo ciò che abbiamo seminato.

  8. patuasia Says:

    Signor Giupremo (più giù che su :-), a lei invece va bene tutto! Che palle! Le va bene una mega passerella di ferro e cemento, impattante sull’orrido, le va bene la Porta Pretoria completamente snaturata sia nel suo essere romana sia nel suo essere in contesto medievale, le va bene qualsiasi cosa e non legge le motivazioni sul mio essere discordante, già io non mi lamento: io motivo. E poi se qualche cosa funziona lo dico eccome! Ma a lei questo sfugge perché mette in crisi la sua posizione critica. Mi può dire quanti caffè dovranno essere serviti per pareggiare il costo dell’orribile passerella di un milione di euro?

  9. Il Pretoriano Says:

    Invece di disquisire sul nulla, diciamo, facendo, les nom et les cognoms chi sono sti amministratori (con la minuscola) e sti progettisti,(o meglio tira righe) da radiare dai relativi albi per aver avvallato sta cagata voluta da qualche baccano-egiziano…!

  10. Andrea Says:

    A bisker one. Molti monumenti servivano e servono ad impressionare non solo i posteri ma soprattutto i viventi. Sul fatto che la storia sia ricca di grandi e meravigliose opere architettoniche finalizzate a dimostrare, rappresentare e conservare il potere concordo. Ma usciamo dal tema poiché nulla di tutto questo ha a che fare con una volgare passerella. Se poi vogliamo discutere sul senso delle meraviglie architettoniche o.k. Lascio a lei eventuale iniziativa. Ma una domanda: dove vogliamo arrivare ? San Pietro, Notre Dame, Versailles, Colosseo, Luxor, insomma chi più ne ha più ne metta, tutti cattivi sfruttatori della povera gente ?

  11. Andrea Says:

    Sig. Supremo interessante il suo elenco, ma ha dimenticato una delle tante frustrazioni che ci colpiscono: avere un presidente della giunta condannato in via definitiva a 16 mesi in Cassazione per abuso d’ ufficio. Non ci va bene proprio niente, che lamentosi pallosi che siamo !

  12. Bisker One Says:

    @Andrea
    Gli esempi riportati non calzano, Colosseo a parte: si tratta di edifici di culto, non costruiti da qualcuno per gratificare il proprio ego. Il Colosseo, nato Anfiteatro Flavio, invece, nacque sotto l’idea dell’imperatore del fornire “panem et circenses” alla popolazione, gettando loro un mucchio di fumo negli occhi affinché non si rendessero conto di essere calpestati sotto un tallone d’acciaio. Per quanto, va detto, le istituzioni religiose – di qualunque religione – sono a loro volta abili nel gettare fumo negli occhi alla gente e a calpestarla; però un conto è costruire un qualsivoglia tempio religioso il cui committente è un’istituzione, un altro conto è costruire vaccate come quella passerella sull’orrido con la quale qualcuno dei nostri politicanti da quattro soldi si farà bello.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: