UHA UHAA UHAAA 9


Ne hanno scritto dappertutto dell’Arbre di Noel a Parigi. Della nuova sede istituzionale della Valle d’Aosta, dei sentimenti che ci legano ai figli dei figli dei figli degli emigrati valdostani e vai con la retorica da panettone. Quello che non ci hanno detto invece riguarda i numerosi pullman stipati di amministratori, politici anche dai banchi dell’opposizione, segretarie, nani e ballerine, amici, parenti, amici degli amici, amici dei parenti… che sono partiti dalla Valle in visita a un gruppetto di emigrés sempre più vecchio e striminzito. A questo punto sarebbe corretto ribattezzare la Festa degli emigrati in la Festa degli imbucati! Per non piangere: UHA UHAA UHAAA UHAA UHA!

____________________________________
Condividi su Facebook:

Explore posts in the same categories: Commenti vari, Politica culturale, Sciocchezziario

Tag: , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

7 commenti su “UHA UHAA UHAAA 9”

  1. Mahdi Says:

    Emigrés. Super, non diventare emiliana… Certo, una bella gita a Parigi, spesata, non si nega a nesssuno. In Valle, la festa viene fatta in italiano, con la decina di discendenti provenienti dalla Francia che non capiscono niente e gli altri, bevuti, indifferenti a qualunque comunicazione verbale. A Parigi, sempre in italiano (memorabili alcune tirate di Caveri, tutte all’insegna della finezza
    marchio di fabbrica del personaggio) con però vini francesi. Lo spessore culturale degli émigrés è ben stato illustrato dal
    piagnisteo per ottenere un contributo più alto: dopo oltre cent’anni sono proprio cpme quelli rimasti

  2. Ahahahahah Says:

    Per correttezza di informazione dovreste anche scrivere che a tale “gita” hanno partecipato anche molteplici rappresentanti di vallee d’aoste vive!!!!!!!!

  3. giorgio. bruscia Says:

    Scusate il forzato ritorno, ma l’informazione è dovuta.
    Inviato in Area Democratica già da Sabato Gennnaio 23, 2010 5:58 pm

    Ecco il link:
    http://areademocratic.mastertopforum.org/-vp5192.html#5192

  4. tueno Says:

    Ha ragione Ahahaha, abbiamo subito provveduto a correggere il post. Secondo noi tutta l’opposizione avrebbe dovuto astenersi dalla pagliacciata, avrebbe dato un segno di cambiamento, purtoppo non c’è arrivata, speriamo in meglio nel prossimo futuro!
    Grazie al signor Bruscia per il link che abbiamo inserito.

  5. teddybear Says:

    Non c’é da stupirsi. Con la storia della “francophonie” la nostra casta in tutti questi anni ha girato il mondo a nostre spese e, visto che un posto a tavola non si nega a nessuno, anche qualcuno dell’opposizione ha potuto pasteggiare a ostriche e champagne. Ma vuoi mettere il ritorno di immagine far sapere a quelli del Laos o del Gabon dov’é la Val d’Aosta? Altro che l’isola dei famosi!

  6. giancarlo borluzzi Says:

    Teddybear, nel tuo commento scordi un fatto non da poco: in Laos il francese non esiste per niente. Io l’ho girato tutto nel 2003 e ti posso assicurare che è così. Non solo, ma nel 2001 ho percorso tutta la Cambogia(quando mi faccio il giro annuo sto via 45 giorni) e il francese è inesistente a ogni livello. Vietnam: ci sono stato sei volte tra il 1992 e il 1995) percorrendolo tutto e sostandoci globalmente oltre sei mesi(turismo ma soprattutto altro). Francese nullo e corsa sfrenata allo studio della lingua inglese e questo già 15 anni fa. Gli americani non hanno voluto vincere la guerra, ma hanno vinto la pace senza muovere un dito. Quell’organizzazione dei paesi(non) francofoni voluta da De Gaulle raggruppa oggi personaggi esaltati, fanatici che chiudono insensatamente gli occhi davanti alla realtà, confidando nel fatto che non molti girano per i paesi non più francofoni( e i tre Stati da me indicati non erano francofoni temporibus illis, ma per motivi coloniali i colonialisti cercarono con nullo successo di far veicolare la loro lingua). Trovo indecente che dalla Valle qualcuno si muova per tenere in piedi quel cadavere che è l’organizzazione dei paesi giammai non più francofoni.

  7. tueno Says:

    Grazie Mahdi, è più corretto émigrés, anche se émigrants si usa. Solo tre di noi hanno studiato qui, gli altri Angeli, hanno studiato fuori Valle (non in Emilia), quindi niente francese: ci puoi perdonare?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: