Posted tagged ‘Vacanze’

Patuasia va in ferie!

15 agosto 2012

Dopo quasi quattro anni Patuasia chiude i battenti per andare in ferie. Già è la prima volta che non posto articoli sul blog e lo lascerò muto per così tanto tempo, in compenso io mi disintossicherò l’anima dai fumi velenosi di questo posto. Ci risentiremo a fine agosto, buone vacanze a chi ancora non le ha vissute.

Focolare?

18 agosto 2010

TORNATA. Dalle notizie apprese (vedi ultimo incendio a St. Marcel), si direbbe al focolare! Datemi un attimo di respiro e sarò di nuovo vostra e con una sorpresina.

Saluto di mezza estate

11 agosto 2010

Cari amici e nemici,

Patuasia chiude per una settimana. Gli altri patuasiani hanno già fatto fagotto da quel dì, ora tocca anche a me. Cinque giorni a Londra a girovagare fra musei (questa volta mi faccio di Fragonard!) e gallerie, come piace a me (al British, oltre ai leoni assiri e tutto il meraviglioso resto, anche una zuppa di pomodoro buonissima!). Non parlo l’inglese, se non per brevi frasi, ma a Londra mi sento come a casa, strano no? Vi lascio in compagnia di una riflessione, direi piuttosto banale, ma di quell’ovvietà che è sempre opportuno rispolverare. La pubblicherò domani.  Con affetto.  E a presto.

Patuasia

Lui chi è?

5 agosto 2009

Obama va in vacanza, ma Rollandin resta a casa. TROPPI IMPEGNI! E’ possibile che l’uomo più potente del Pianeta possa concedersi un meritato riposo e godersi le gioie della famiglia e l’uomo più potente della più piccola regione italiana, totalmente sconosciuta nel resto del mondo, no? E’ possibile. Il nostro Presidente, infatti, ha dichiarato che le pesanti responsabilità e i numerosi impegni gli impediscono di riposare come fanno tutti (ma è peggio del Berlusca!). Conosciamo bene l’abitudine paterna di Augusto a voler risolvere di persona i problemi della ggente, così, durante quelle che avrebbero dovuto essere le sue vacanze,  lo vedremo aggiustare la lavatrice del signor Tizio, falciare il prato del signor Caio, portare a spasso i cani della signorina Pinco e innaffiare i gerani della signora Pallino. Come potremmo mai vivere senza di lui!