Posted tagged ‘Piano regolatore’

Nuovo interessante blog!

30 Maggio 2012

Riceviamo e volentieri pubblichiamo.

Il 17 aprile, l’amministrazione Derriard sostiene di aver adottato alcune “rettifiche e integrazioni” al testo della variante generale al Piano regolatore di Courmayeur, in corso d’approvazione. Un gruppo di cittadini assume invece il compito di dimostrare che non si tratta di semplici aggiornamenti e integrazioni, ma di un nuovo piano regolatore, adottato con una procedura che solleva seri dubbi di legalità e che contrasta con gli obiettivi e le premesse del precedente documento di programmazione urbanistica. A titolo d’esempio, le nuove NTA (Norme Tecniche d’Attuazione):

  • prevedono la possibilità di ampliare il campo da golf, cosa vietata invece dal testo definitivo adottato nel 2007 perché si andrebbero a distruggere zone SIC e ZPS protette dall’Unione Europea.
  • stravolgono il sistema degli equilibri funzionali disciplinato, consentendo la realizzazione di seconde case prima della realizzazione dei volumi alberghieri.
  • prevedono la possibilità di realizzare edilizia abitativa nelle zone artigianali e industriali, oltre che in diverse zone agricole e destinate a ricettivo, attività non consentita invece dalle NTA adottate come testo definitivo del 2007.

Il comitato ha quindi pubblicato sul WEB un apposito blog http://courmayeurbenecomune.blogspot.it/ , per informare la comunità e chiunque sia interessato al bene comune di Courmayeur. Qui trovate tutto, compreso il primo post “iniziamo così”, che come ogni inizio che si rispetti “ce n’est que un début”.

Lui chi è?

19 Maggio 2011

Si chiama Battistino Delchoz e fa il sindaco di Issogne, paese famoso per il castello dagli splendidi affreschi. Battistino vuole far felici tutti i suoi concittadini, tutti quei proprietari di un pezzo di terreno sufficiente per costruire una bella casetta di geometra. Questa la sua battaglia! Battistino è fermo nel tempo, è convinto di vivere negli anni settanta quando la speculazione edilizia divorava ogni palmo di terreno commestibile, creando le meraviglie di oggi. Vuole che Brissogne abbracci il suo gioiello medievale con sciami di villette sparse a macchia di leopardo, contravvenendo a una logica antica e oggi ripresa, di concentrare le costruzioni per evitare nuove strade, nuovi lampioni, nuovi e costosi servizi. Battistino mette però dei limiti: non si costruirà tutto subito, ma un po’ per volta. Che cambia? Fra dieci anni le casette saranno comunque raddoppiate. Senza dubbio sarà un paesino dalla forte attrattività turistica!

Condividi su Facebook:

Povero Cristo!

27 novembre 2009

Voglio scendereeeeee!

Povero Cristo, appeso di sbieco fra le pale di un ventilatore sul soffitto del Consiglio comunale. Per questa impresa, l’alpinista Renato Favre, deve essersi sentito un eroe! E tutti i consiglieri, chi di qua chi di là della barricata, dei veri combattenti! La battaglia in aula è durata ben tre ore e un quarto, una mezz’oretta scarsa è stata invece dedicata al Piano regolatore di Aosta. C’è priorità e priorità! E la nostra città vanta una tradizione cattolica di tutto rispetto. E una urbanizzazione da Paese musulmano.