Posted tagged ‘Movimento cinque stelle Valle d’Aosta’

La beffa (5° puntata)

24 giugno 2012

Considerazioni finali (a cura del Movimento 5 stelle VdA)

Anche in questo caso come era stato evidenziato nei precedenti dossier ritroviamo delle analogie inquietanti. La prima costituita dalla leggerezza con cui l’Amministrazione regionale e quelle comunali valutano la realizzazione di nuove centraline idroelettriche. La seconda è la presenza costante di società fiduciarie, lussemburghesi o di istituti di credito svizzeri che rappresenta un campanello di allarme sulla vera destinazione di buona parte dei proventi derivanti dalla vendita dell’energia elettrica prodotta. Le ultime vicende giudiziarie italiane hanno infatti evidenziato come le mazzette e i fondi neri in molte operazioni pubbliche confluissero poi nelle tasche di politici corrotti proprio attraverso questo genere di “intermediari” che spostano all’estero ingenti fondi che non possono essere tracciati.

La nostra domanda rimane sempre senza risposta: “cui prodest”.

La Banda non suona il rock!

20 giugno 2012

Riceviamo dal Movimento 5 stelle VdA e volentieri pubblichiamo.

Il Movimento 5 stelle Valle d’Aosta organizza per Venerdì 22 Giugno alle ore 21 presso la saletta della Canonica di Santa Margherita (sottostante la Chiesa di Santa Margherita) Via Brenva, 8 Entrèves – Courmayeur, la serata di presentazione del Dossier: La Banda delle Centraline 3 – La convenzione Beffarda.

Continua la ricerca sulle centraline e sulle connessioni tra politica e affari a scapito del cittadino. In questo caso si vedrà come viene svenduto il ns territorio per un tornaconto personale; come le centraline sono il mezzo preferito da qualcuno per arricchirsi a danno di tutti derubandoci di un bene comune. Le implicazioni in questo dossier arrivano dritte nei paradisi fiscali e coinvolgono faccendieri internazionali che non pagano tasse! – Partecipate perchè continuano a rubare impunemente!

Da non perdere!

18 marzo 2011

Ricordiamo che il Movimento 5 stelle Valle d’Aosta ha organizzato per oggi, venerdì 18 marzo, alle ore 21, presso la saletta comunale di Chatillon ex Hotel Londres – via E. Chanoux 11 – 11024 Châtillon (Ao), una serata di presentazione del Movimento e l’illustrazione del dossier: Azienda USL Vda – “Cchiù mansioni superiori per loro!”

Condividi su Facebook:

Sempre cchiù!

16 marzo 2011

Riceviamo dal Movimento 5 stelle e volentieri pubblichiamo.

Il Movimento 5 stelle Valle d’Aosta ha organizzato per Venerdì 18 marzo, alle ore 21, presso la saletta comunale di Chatillon ex Hotel Londres – via E. Chanoux 11 – 11024 Châtillon (Ao), una serata di presentazione del Movimento e l’illustrazione del dossier:

Azienda USL Vda – “Cchiù mansioni superiori per loro!”
 
Scopo della serata è presentare alla popolazione ciò che sta accadendo da anni nell’azienda USL riguardo l’assegnazione di incarichi e prebende ai soliti noti che non ne avrebbero diritto, in contrasto con le regole dell’amminitrazione pubblica e in spregio di chi ha più titoli o merito. Il dossier farà i nomi e cognomi dei coinvolti e dei beneficiari, portando esempi e delibere. Come al solito si parlerà di FATTI e non di parole al vento. L’esposto alla corte dei conti è già stato inviato da tempo e ora ci sembra il momento di rendere pubblico tutto ciò che cercano di fare rimanere nell’ombra.

Condividi su Facebook:

Cittadini attivi

28 febbraio 2011

Ai partiti di opposizione sono arrivate due proposte concrete da parte di alcuni cittadini attivi (evviva la partecipazione!). La prima, Patrizia Nuvolari, chiede dal blog Patuasia e dalle pagine del giornale Alpe che i consiglieri regionali del partito omonimo riducano il loro stipendio del 50% per finanziare il partito in campagne di informazione sui gravi problemi che gravano sulla Valle d’Aosta: inceneritore, ospedale, metrò, aeroporto, ferrovia, campus universitario, funivie, centraline. Alpe si lamenta che i media non la considerano? L’informazione poi non brilla in qualità? Dunque che sia il partito di opposizione a farsene carico, visto che i mezzi economici nelle sue casse non mancano. Cosa si potrebbe fare con 15.000 euro al mese! I secondi cittadini sono quelli del Movimento cinque stelle che hanno invitato i partiti: PD, PdL e Alpe a sottoscrivere l’esposto ”VUOTO NORMATIVO – Hanno creato le condizioni non approvando una legge a tutela dei corsi d’acqua -” . “NUMERI SOSPETTI – In questi anni in Valle sono state presentate 50 domande di concessione -“. La politica ci chiede partecipazione, invita alla cittadinanza attiva, bene eccoci qui! Noi siamo cittadini volonterosi, partecipiamo con intelligenza, entusiasmo e con i nostri poveri mezzi alla vita pubblica, vedremo, se questa volta i partiti ci daranno ascolto.

Sotto l’albero…

27 dicembre 2010

Ehi, sembra che Babbo Natale sotto l’albero qualcosa ci ha portato! Riceviamo da Roberto Cognetta e Stefano Ferrero e volentieri pubblichiamo.

Con una certa soddisfazione siamo lieti di annunciare la nascita del Movimento 5 Stelle Valle d’Aosta. (http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/valdaosta/) Abbiamo ricevuto, in questi giorni, una comunicazione ufficiale e possiamo così cominciare, anche qui, le attività del Movimento di liberazione nazionale.

Quando abbiamo cominciato non sapevamo esattamente cosa fare e come farlo. Fin dalle prime riunioni, organizzate tramite il meetup in quel di Chatillon e poi ad Aosta, ci trovavamo a discutere sulle cose che, secondo noi, non funzionavano, ma non sapevamo come muoverci. Il fatto che in VdA ci sia una sorta di sistema mafioso-politico nel quale o sei allineato e coperto da sponsor, oppure non esisti; dove la meritocrazia passa attraverso il legame di parentela e dell’amicizia politico-affaristica; dove vige la massima di Andreotti: “le leggi con gli amici si interpretano e con i nemici si applicano”, abbiamo cercato, tramite le nostre numerose iniziative, di portare alla luce dell’opinione pubblica gli affari che si svolgono nelle stanze del palazzo. Il sistema ci ha dapprima infiltrato e poi, non riuscendo a gestirci, ha cercato di denigrarci e di isolarci. Noi, ovviamente, questo sistema, cerchiamo di combatterlo al meglio delle nostre possibilità. Certo non è semplice, alcuni di noi ci hanno rimesso, professionalmente e spesso anche economicamente, molti si sono resi conto che abbassare la testa sarebbe più facile e più redditizio. Ma, da persone che non accettano i soprusi e le ingiustizie non molliamo.

Il nostro movimento si basa sull’assioma che “uno vale uno” e cioè che ognuno di noi è una persona e non un numero o un voto e come tale vale per ciò che fa e per ciò che esprime. Il movimento non ha capi, segreterie, presidenti, comitati o qualsiasi cosa serva per ingabbiare la volontà del singolo. La nostra è una organizzazione di persone che vuole riappropriarsi della politica e utilizzarla per il cittadino e non uno strumento contro di lui.

Quindi, dopo la notizia, rivolgiamo un semplice appello a chi non si riconosce nel sistema o a chi lo subisce:  “Non sei solo, se ti unisci a noi puoi fare davvero la differenza per cambiare questo stato di cose”.

Vi aspettiamo nel Movimento per cambiare anche la nostra Valle d’Aosta.