Posted tagged ‘La Gazzetta matin’

Ah, la ggente!

14 Maggio 2014
La ggente!

La ggente!

Bella domanda!

4 settembre 2013

Su Gazzetta matin un articolo sulla Madonna di Polsi (il 2 settembre è stata celebrata la Santa Messa nella Parrocchia di sant’Anselmo). Un riassunto cucito con questo e con quell’articolo presi da internet. Folclore e religione, ma nessun accenno al fatto che proprio nel Santuario di Polsi, in pieno Aspromonte nel Comune di san Luca, si tenga ogni anno la consueta riunione di ‘ndrangheta. Niente… neppure su chi ha regalato la statua veneratissima dalla Comunità calabrese, su quella famiglia Nirta di cui alcuni esponenti sono ora in carcere per traffico internazionale di cocaina. Sempre sullo stesso numero alcuni giovani stagisti esprimono il loro entusiasmo sull’esperienza fatta. Ma che razza di esperienza giornalistica avranno mai potuto fare, se il tenore delle informazioni è questo?

Al rovescio

26 agosto 2013

Il mondo è difficile. I giornalisti che del mondo diffondono le notizie, dovrebbero aiutarci a comprenderlo, invece sembra che si divertano a creare maggiore confusione. Oggi sulla Gazzetta matin in discesa nella Hit parade, trovo il consigliere di minoranza del comune di St-Vincent, Piergiorgio Cretier. Motivo della scivolata è stata la bocciatura della mozione di biasimo contro il Sindaco, Adalberto Perosino. L’ex assessore comunale, Pierluigi Marquis, occupando il nuovo ruolo di assessore regionale alle Attività Produttive ha lasciato la poltrona vuota. Il regolamento prevede la convocazione del Consiglio comunale per la nuova nomina, dopo 20 giorni dalle dimissioni, cosa che il sindaco si è guardato bene dal fare: la maggioranza non aveva i numeri. Il Consiglio si è tenuto pochi giorni fa. Si è trattato di un grave atto contro la normativa e il biasimo da parte della minoranza era più che dovuto. La redazione della Gazzetta ha fatto pollice verso contro chi ha difeso la norma, promuovendo così chi l’ha infranta. Il mondo è difficile e i giornalisti-impiegati ci aiutano a capire che gira al rovescio.

Perle

11 agosto 2013

Altra perla di giornalismo, questa volta l’ostrica che l’ha prodotta è la Gazzetta matin nella rubrica “In Salita e in Discesa”. In Discesa troviamo il noto ginecologo, nonché fotografo, Mauro Paillex, che si era lamentato sul suo profilo fb di non poter dire negri e finocchi senza il rischio di una denuncia. A causa di questa assenza di libertà aveva definito l’Italia un Paese di merda. Giusto, quindi, metterlo in discesa, ma non si scrive Ney York, bensì New York, città impressa nelle fotografie del suddetto e attualmente esposte al castello di Saint-Rhémy-en-Bosses.

Nuovo piatto tipico!

6 luglio 2012

I calabresi come li preferite: al sugo di capra o alla griglia?

Liberi di sapere!

30 novembre 2011

L’informazione in Valle d’Aosta è sostenuta dalla Regione. Per i primi sei mesi dell’anno in corso, abbiamo versato  trecentottantacinquemila euro! Qualche esempio: il settimanale “La Vallée notizie” riceve come contributo alle spese quasi settantamila  euro, segue la “Gazzetta Matin” con trentottomila euro. Al “Il Corsivo” che ha meno tirature, un aiutino di soli diciottomila euro, poco più poco meno. Queste cifre garantiscono ai cittadini un’informazione libera dai condizionamenti politici.