Posted tagged ‘Convenzione delle Alpi’

Luciano e l’UE

5 novembre 2012

Riceviamo dal signor Devis Venturini e volentieri pubblichiamo.

Leggendo la notizia dell’ANSA Valle d’Aosta del 17 ottobre 2012 delle ore 13:49, mi sono chiesto se il nostro ex Presidente Regionale, ex Deputato della Repubblica, ex Europarlamentare ed attuale Consigliere regionale, Luciano Caveri, abita ancora in Valle d’Aosta o sulle nuvole. Da Strasburgo lancia un grido d’allarme di quanto di negativo sta avvenendo verso i poteri locali e regionali nella legislazione assai centralistica del Governo Monti. Afferma: “Una politica di attacco verso la democrazia locale che preoccupa!”. Forse allude al parere che un funzionario del Ministero dell’Ambiente ha inviato dopo una ridicola lettera da parte dell’Assessore  Zublena e del Presidente Rollandin al Ministro Clini per aiutarli a fermare l’iniziativa referendaria sulla costruzione del pirogassificatore? O forse ritiene legittimo chiedere al  Governo centrale pareri su materie di esclusivo interesse regionale? O forse ritiene che l’autonomia funzioni solo quando fa comodo?

Sulla Vallée Notizie di Sabato 8 settembre a pagina 9, il Signor Caveri critica l’Unione Europea per il suo disinteresse verso la Convenzione delle Alpi. Non capisco come può prendersela solo con l’UE e non anche con i propri compagni di partito e di Governo regionale che non hanno tenuto conto della Convenzione stessa quando hanno scelto di costruire il pirogassificatore. Convenzione dell’Articolo 2, (Obblighi generali,) al punto 2, paragrafo :

C): Salvaguardia della qualità dell’aria – al fine di ridurre drasticamente le immissioni inquinanti e i loro effetti negativi nella regione alpina ad un livello che non sia nocivo per l’uomo, la fauna e la flora.

F): Protezione della natura e tutela del paesaggio – al fine di proteggere, di tutelare e, se necessario, di ripristinare l’ambiente naturale e il paesaggio, in modo da garantire stabilmente l’efficienza degli ecosistemi, la conservazione della flora e dei loro habitat, la capacità rigenerativa e la continuità produttiva delle risorse naturali, nonché la diversità, l’unicità e la bellezza della natura e del paesaggio nel loro insieme.

K): Energia – al fine di ottenere forme di produzione, distribuzione e utilizzazione dell’energia che rispettino la natura e il paesaggio, e di promuovere misure di risparmio energetico.

L): Economia dei rifiuti – al fine di assicurare la raccolta, il riciclaggio e il trattamento dei rifiuti in maniera adeguata alle specifiche esigenze topografiche, geologiche e climatiche dell’area alpina, tenuto conto in particolare della prevenzione della produzione dei rifiuti.

Signor Caveri, quelle poche norme e direttive Europee che ci sono bisogna leggerle e tenerne conto, mi pare grave che Lei come ex Europarlamentare non lo dica ai suoi colleghi in Giunta Regionale. Signor Caveri, se si ritiene coerente con quello che ha dichiarato, ci faccia capire qual’ è la sua posizione sulla costruzione del pirogassificatore, se sta con l’UE e la Convenzione delle Alpi, o con l’Assessore Zublena. Stare sempre con due piedi in una scarpa sola non è serio!