Posted tagged ‘Comitato aeroporto sostenibile’

Facciamoci una pista!

5 gennaio 2013

A proposito dell’aeroporto Corrado Gex e dei soldi buttati in quell’assurdo progetto vi linko questo post dal sito del Comitato Aeroporto Sostenibile. http://aeroportosostenibile.wordpress.com/2013/01/02/mosca-aosta/

Aeroporto?

22 gennaio 2012

Da:  Aeroporto sostenibile.

Dopo più di 3 anni di lavoro, dopo aver rifatto la pista, l’illuminazione, ed aver installato tutti gli ausili elettronici necessari al volo in assenza di visibilità, dopo aver potenziato il personale e le attrezzature (veicolo antincendio, veicolo antighiaccio, spazzatori di pista, ecc.) dopo aver speso parecchie decine di milioni di €, dopo innumerevoli voli di controllo l’aeroporto di Aosta ha finalmente ottenuto da ENAC la pubblicazione di una procedura strumentale.
Nonostante tutto ciò, però, l’aeroporto di Aosta è raggiungibile solo a vista.
La procedura c’è, ma è così speciale che al momento non esiste alcun velivolo ed alcun equipaggio autorizzato ad utilizzarla.
Ora si tratta solo di trovare una compagnia aerea disposta ad investire sul mercato di Aosta. Non è complicato, basta dotarsi dei velivoli adatti, certificarli ed addestrare gli equipaggi, un po’ di sovvenzioni regionali, un po’ di pubblicità ed il gioco è fatto.
Promette bene!

10 domande per LUI posson bastare!

28 settembre 2009

Riprendiamo dal sito “Aeroporto sostenibile”.

 “Il Comitato per un aeroporto sostenibile, sospettando che le scelte dell’amministrazione riguardanti l’ampliamento dell’aeroporto non siano state determinate da studi sufficientemente approfonditi sugli scenari futuri né sui dati del passato, pone al Presidente della Regione, Augusto Rollandin, 10 domande sulle quali attende risposte puntuali”.

1. A quanto ammontano esattamente le previsioni dei costi annui di esercizio (personale, le varie strutture, vigili del fuoco, polizia, tecnici, vigilanza, check-in, deposito bagagli, pulizie, manutenzioni pista/illuminazione pista/i vari apparati di assistenza al volo/aerostazione/ecc…) di tutto l’indotto?

2. Quanto ci sono costate AVDA come gestore e AirVallée come compagnia di bandiera sino ad oggi, e quanto ci costeranno ancora?

3. A quanto ammontano le previsioni di utile?

4. Chi pagherà i “costi di esercizio” della nuova struttura in caso (…) di perdita?

5. Quale sarà la compagnia di bandiera che sosterrà il traffico locale? Forse la “solida” AirVallée che ha già ampiamente dimostato di essere fallimentare al punto tale che fatica a pagare i dipendenti (cosa simpaticamente discussa sul forum di piloti professionalipprune.org) e che mette in vendita su internet (tramite l’intermediario RotorJet group ) il suo aereo di linea principaleDornier I-AIRJ ?

6. A quanto ammonta l’importo totale dei lavori che interessano lo sviluppo aeroportuale (allungamento pista, tutti gli impianti luci e di assistenza al volo, aerostazione, hangar in progetto e hangar recentemente costruiti, viabilità, varianti in corso d’opera, progettazioni e consulenze varie, modifiche a terze strutture interferenti, abbassamento e rifacimento impianto luci Croix Noire, ciminiere Cogne, ecc…)?

7. Ci illustra la lista delle compagnie aeree – non locali – che abbiano già fatto una qualsiavoglia richiesta per uno slot sul nostro aeroporto?

8. Ci chiarisce l’analisi economica costi-benefici?

9. Ci spiega l’analisi degli impatti su ambiente e salute derivante da a) pericolosità potenziale (ad esempio per la città di Aosta, per le nuove case popolari del quartiere Cogne, per la vicinissima autostrada, per i vicinissimi centri commerciali, ecc…), b) inquinamento acustico, rumorosità reale (non distribuita nel tempo), c) inquinamento derivante dagli idrocarburi incombusti, radionavigazione & co., de-icing, ecc…?

10. Esiste un “disciplinare” scritto a salvaguardia e tutela dell’unica realtà del volo valdostano – l’aeroclub con la sua rinomata attività di volo a vela – che da 50 anni produce un indotto piccolo, ma produttivo?

Aspettiamo le risposte Signor Presidente!

Felicitazioni!

18 febbraio 2009

Sfogliando fra le pagine dei blog locali abbiamo scoperto sotto la foglia di un cavolo, coltivato in un orticello ai lati di una strada, una nuova creatura battezzata: aeroportosostenibile.wordpress.com. Ci complimentiamo con i numerosi genitori che hanno dimostrato di avere ancora buoni denti per prendere a morsi la stupidità e l’arroganza che si alimentano vicendevolmente fra queste valli. Al pupo auguriamo di mantenersi sano e di diventare grande e grosso! Evviva!