Posted tagged ‘Assessorato comunale Turismo e Commercio’

Palloncini e trombette..

9 giugno 2014

La Carradore, assessore al Turismo e Paron, assessore alla Cultura del Comune di Aosta, si apprestano a rilanciare il centro storico. Per lei palloncini colorati e clown, per lui altra opera di artista valdostano da abbandonare da qualche parte. Come ci capiscono loro di cultura e di turismo nessun altro! Entrambi non erano a conoscenza di una data che da altre parti viene celebrata a suon di mostre e convegni: il bimillenario della morte di Augusto. Credo che neppure lo sapessero e questo sarebbe anche perdonabile, non è invece ammissibile che non si siano informati sulle date importanti che attraversano il quinquennio della loro presenza in Comune. Hanno perso un’occasione unica per dare visibilità alla nostra città. La possibilità di creare un evento bello, importante, capace di smuovere l’apatia tipica degli aostani. Provate anche solo a immaginare a una grande mostra di statuaria romana sul grande imperatore dislocata nel cripto portico. A ricostruzioni multimediali e in 3D sulla vita romana ai tempi di Augusto, a un convegno con importanti storici della romanità, a una programmazione di film peplum, a una mostra di arte moderna e contemporanea con opere di artisti che hanno avuto a che fare con la classicità come Paolini, Mitoraj, De Chirico, Galliani…, troppo per le loro testoline? Troppo! Più facile con il palloncini! E le trombette!

Insulto

2 dicembre 2012

Amici di Patuasia, grazie al suggerimento della signora Paola Burgay ho pensato di scrivere una lettera all’assessore al Turismo e Commercio di Aosta. Vi pregherei di copiarla e di inviarla anche voi. Riempiamo la casella di richieste affinché il nostro amatissimo Arco di Augusto possa essere liberato dall’insulto che la nostra amministrazione gli ha appioppato. L’indirizzo è il seguente: turismo@comune.aosta.it

Gentile assessore al Turismo e Commercio della città di Aosta,

da semplice cittadina/o vorrei farle notare che la brutta scritta apposta contro l’Arco di Augusto, recante gli auguri della Confcommercio, non solo non dà il benvenuto ai turisti e a tutti coloro che fanno il loro ingresso in città, ma testimonia una assoluta mancanza di rispetto nei confronti dei nostri monumenti. Non è in questo modo che si valorizza il nostro patrimonio. Tanto decantato a parole quanto offeso nei fatti. La pregherei quindi di intervenire e togliere quell’insulto che umilia tutti i cittadini aostani. Grazie e tanti auguri