Posted tagged ‘Aeroporto Corrado Gex’

Una cagata pazzesca!

20 novembre 2014
Chi pulirà le facciate e con che soldi?

Chi pulirà le mille sfoglie e con che soldi?

L’architetta buonanima, Gae Aulenti, per la stazione aeroportuale si era ispirata ai merli dei nostri castelli, progetto decapitato di un piano e svilito nel suo complesso. L’architetto, Mario Cucinella, per l’Università si è invece ispirato ai ghiacciai, alla loro suggestiva stratificazione (in un altro progetto simile si era lasciato orientare dalla sinuosità delle dune). Il nostrano architetto buonanima, De Bernardi, per la piazza Narbonne si era lasciato influenzare dai quattro elementi della natura: acqua, aria, terra e fuoco, uno dei quali: l’acqua è stato successivamente sostituito con la terra a causa di un difetto di impermeabilizzazione. Non ricordo invece a cosa si sia rivolto l’architetto Bruno per progettare la piazza Severino Caveri, sicuramente a un incubo. Prendiamoci il coraggio fantozziano e diciamo che tutti questi progetti sono una CAGATA PAZZESCA! Ma quali ghiacciai, fuochi e fiamme, torri e merletti, questi si sono divertiti nelle citazioni e negli scarabocchi e noi dobbiamo convivere con dei mostri succhiasoldi! Provate a immaginare la torta mille foglie quando sarà sporca che meraviglia! L’unica speranza è che i soldi per questo ennesimo schifo non ci siano: la povertà a volte può trasformarsi in fortuna o perlomeno in una opportunità.

Valle d’Aosta ladrona e sprecona!

9 novembre 2014

Sempre a proposito su chi ha gestito male i nostri soldi: gli amministratori locali o Roma? Grazie al M5s per questo servizio che difficilmente sarebbe apparso sul Tg3.

Colpa di chi? Lo vogliamo dire?

9 novembre 2014
Immagine di Zentabaga presa su facebook

Immagine di Zentabaga presa su facebook

Per continuare con un breve riassunto visivo, il concetto espresso da Pastoret, presidente dell’Union valdotaine e cioè che non è a causa di una cattiva gestione economica che siamo messi così male, ma è tutta colpa dello Stato cattivo che taglia e taglia…

Striscia striscia…

16 marzo 2014
Con Jimmy Ghione di Striscia la notizia.

Con Jimmy Ghione di Striscia la notizia.

Striscia striscia che forse in Valle ci arrivi! Per chi lo avesse perso ih ih ih!

http://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/videoextra.shtml?19456

Tornata!

4 dicembre 2013

Ho lasciato la Valle 20 giorni fa, speravo di trovare i resti dello scoppio di qualche bubbone tipo quello dei contributi regionali dati ai partiti (Salzone invece di postare continuamente su fb foto con bambini africani che fa buono e non impegna dovrebbe dirci come sono stati spesi i soldi dati alla Stella alpina!), invece solita fuffa e un tuffo al cuore. La Fédération si rinnova ed elegge come presidente onorario la mummia Lavoyer! Il volo Aosta-Roma non decolla. Pare che la compagnia svizzera Darwin Airlines che si era aggiudicata l’affidamento verrà ceduta alla compagnia di bandiera degli Emirati Arabi, la Etihad Airways. La ferrovia è diventata un rebus sui soldi della Legge di Stabilità: ci sono o non ci sono i fantomatici 521 milioni di euro? E se sì saranno dati alla Valle? E basteranno per rifare l’intera linea? Nel frattempo che i trasporti si adeguinino alle esigenze di un turismo evoluto ecco che Paron spara ideogrammi sul sito del Comune Aostalife.it. – Obiettivo strategico – dice, proprio come la candidatura di Aosta a Capitale europea della Cultura. Una “finestra sul futuro” che vuole acchiappare i turisti cinesi, ma che offre informazioni vecchie (per fortuna poi corrette). Quella di Paron rimane  un’innovazione al contrario, altro che interpretazione del futuro! Patetico come sempre. Il tuffo al cuore è dovuto alla dichiarazione della Corte costituzionale che nega l’esito del referendum anzi lo stesso referendum. I rifiuti non sono materia che possa riguardare le Regioni, ma spetta allo Stato. Va bene. Ma i valdostani hanno deciso e la loro volontà non può essere trascurata né da Roma né da Aosta. Lo voglio vedere Rollandin che difende lo Stato!

Museo dello spreco

26 agosto 2013

Dell’areo della Nazionale di calcio sul quale aveva giocato a carte l’ex e mai dimenticato Presidente della Repubblica, Sandro Pertini, ne aveva scritto il giornale online valledaostaglocal.it

L’ormai relitto staziona da anni presso un hangar dell’aeroporto Corrado Gex. Il suo trasporto da Roma ci è costato 100.000 euro. Altri soldi buttati. Doveva diventare un museo dell’aviazione… propongo che questo aereo abbandonato si trasformi nel simbolo dello spreco in Valle d’Aosta. Che la ruggine faccia il suo lavoro e corroda il ferro. E che la carcassa diventi il più onesto ed eloquente museo della politica valdostana.

Facciamoci una pista!

5 gennaio 2013

A proposito dell’aeroporto Corrado Gex e dei soldi buttati in quell’assurdo progetto vi linko questo post dal sito del Comitato Aeroporto Sostenibile. http://aeroportosostenibile.wordpress.com/2013/01/02/mosca-aosta/

Tiriamo le somme

28 dicembre 2012

Riceviamo dal “Comitato per un aeroporto sostenibile” e volentieri pubblichiamo.

A chiusura della legislatura cosa rimane dell’aeroporto?

  • nessun nuovo aereo di linea
  • aerostazione monumentale ferma
  • elevate spese fisse e costanti
  • aeroclub non incentivato e relativo indotto turistico bloccato
  • abuso edilizio di AVDA ancora in piedi

Complimenti agli amministratori!

Cosa chiediamo per il 2013:

  • un programma di sviluppo del volo sportivo (non commerciale)
  • declassamento della pista e riduzione del personale inutilizzato
  • sostegno alle uniche realtà di volo valdostano (aeroclub)
  • abbattimento delle barriere che impediscono un’apertura ai piloti stranieri
  • conversione dell’aerostazione in uffici regionali (risparmiando così su quelli in affitto)

Non resta che sperare in futuri seri amministratori, lontani da sprechi, affari personali, favoritismi e giochi di potere che lavorino, in ogni settore, unicamente a sostegno della collettività della nostra Regione.

Dov’è lo spreco?

29 ottobre 2012

Il referendum è inutile e costoso, l’aeroporto invece no. E’ da quattro anni che lo scalo Corrado Gex è chiuso per lavori che non finiranno presto, come tutte le avventure edili che hanno interessato la Valle da un trentennio. Non si conoscono le date delle inaugurazioni, ma si conoscono i costi che lievitano anno dopo anno. Per l’aeroporto si arriverà, fra una spesa e l’altra, a 50 milioni di euro. Ma è il referendum che non si doveva fare!

In attesa…

2 ottobre 2012

Ma lo chalet abusivo all’aeroporto Corrado Gex non doveva essere abbattuto entro Settembre 2012? Leggo sul blog aeroportosostenibile che il “giudice monocratico del tribunale di Aosta, dott. Marco Tornatore, aveva condannato Michele Costantino, legale rappresentante di Avda spa, a due mesi di reclusione e l’impresario trentino Remo Anzelini, di 67 anni, a un mese di reclusione e a 52 mila euro di multa. I due erano accusati di abuso edilizio in relazione alla costruzione, a fine 2010, all’aeroporto Corrado Gex di Saint-Christophe, di una sala d’attesa per viaggiatori. Per Costantino la sospensione della pena era subordinata anche all’abbattimento, entro Settembre 2012, della costruzione ritenuta abusiva.”. L’unica cosa che in questo posto infame viene abbattuta è l’umore dei cittadini onesti.