Archive for the ‘Sciocchezziario’ category

Lipidine!

24 agosto 2009
Un momento della sfilata di Big Taglia!

Un momento della sfilata di Big I-taglia!

L’assessore comunale alla Cultura, Guido Cossard, ha partecipato alla “Finale regionale di Miss Italia“. Il simpatico intrattenitore ha voluto fortemente precisare che le candidate che sfilavano al Teatro romano (in francoprovenzale  Restitution), erano vere e non rifatte. Non avevamo nessun dubbio al riguardo: anche Guido è nature al 100%! Nessuna imbottitura sotto al vestito, nessuna gommapiuma a disegnare le “forme”,  nient’altro che autentica e genuina ciccia! Disposta in sontuosi panneggi dall’abilità consueta che solo Natura Matrigna sa possedere.

Ipotesi Milanesio

16 agosto 2009
Il prodigio della politica valdostana all'età di cinque anni!

Il prodigio della politica valdostana all'età di cinque anni!

Già all’età di cinque anni il Signor M. svolgeva il ruolo di assessore al Comune di Aosta (vedi foto). Il politico prodigio della Repubblica delle Fontine ritorna, oggi, sul palcoscenico della politica (ultimamente preferiva il ruolo di suggeritore) con la veste del possibile candidato alla poltrona di Sindaco. Chiacchiere? Tanto per dire qualcosa in questa estate torrida e senza gossip-golosi?

Il Signor M. con la fusciacca da Primo Cittadino sarebbe l’ennesimo esempio di come la politica locale sappia rinnovarsi!

SdC ascolta il consiglio…

13 agosto 2009

Con tutto il rispetto per le iniziative svolte in modo brillante, prima fra tutte il Festival del cinema muto musicato dal vivo, consigliamo all’Associazione organizzatrice di attualizzare il proprio marchio. Date le numerose attività in cartellone che nascono dalla necessità di riempire gli spazi lasciati vuoti (sic!) e che ricoprono l’intero panorama culturale-espressivo-enogastronomico, proponiamo di sostituire “Strade del Cinema” con il più appropriato “Tentacoli del Cinema”. Convinti che il consiglio sia ascoltato.

Un italiano vero!

23 luglio 2009

Bobo Pernettaz è un italiano vero! Si iscrive a un concorso di scultura su legno e quindi ne accetta il regolamento; viene escluso in quanto non rispettoso del suddetto e si incazza. Così tanto da inscenare un teatrino mediatico dove sfogare il proprio narcisismo frustrato. Da vero italiano! Amante delle regole, se queste sono gli altri a rispettarle; povera vittima, se queste, qualche volta, sono più forti di lui. Applausi alla giuria!

NB: Se l’ordinamento di un concorso viene considerato stupido perché parteciparvi? è più leale criticarlo prima no?