Archive for the ‘Istituzioni’ category

Assopigliatutto2

12 febbraio 2013

Vorrei far notare una curiosità che si è venuta a creare da poco e proprio all’Università della Valle d’Aosta. Nel Consiglio di Amministrazione le cariche politiche sono quattro: il presidente della Giunta, l’assessore all’Istruzione, il sindaco di Aosta e il presidente del Celva. Dunque noi ci troviamo ad avere due uomini per quattro poltrone. Augusto Rollandin, presidente e assessore e Bruno Giordano sindaco e presidente. Accentrare il potere nelle mani dei pochi è più che un vizio è una vocazione.

Dialogo?

4 dicembre 2012
Tisorridono i monti e le caprette ti fanno ciao!

Ti sorridono i monti e le caprette ti fanno ciao!

A pelle mi sta simpatica (è così), ma, nonostante questo irrazionale sentimento, la Rini mi fa puntualmente cascare le braccia. In molti abbiamo inviato al Presidente del Consiglio una lettera in cui si chiedevano provvedimenti urgenti per l’introduzione di un piano per lo smaltimento dei rifiuti. La risposta è arrivata. Dice la Rini che è contenta che noi cittadini ci rivolgiamo alle istituzioni per “instaurare un dialogo costruttivo sulle tematiche che hanno contraddistinto questi ultimi mesi. (aostasera.it). E fin qui siamo nel barboso formalismo istituzionale. Prosegue assicurandoci che “si farà garante della validità dello Strumento della Commissione speciale, nella piena convinzione che questa saprà lavorare con efficacia e con preciso impegno per fornire ai cittadini risposte concrete…“. Dunque noi cittadini dovremmo avere fiducia in una Commissione speciale presieduta da coloro che volevano il pirogassificatore? In una Commissione dove i promotori e vincitori del referendum sono tenuti fuori? In una Commissione dove i partiti di minoranza non parteciperanno in solidarietà degli esclusi? In una Commissione che si svolgerà a porte chiuse con verbali secretati? Di chi si farà garante la Rini? Di una Commissione che importa solo a lei e a chi ne farà parte! Non certo di noi cittadini. Infatti Valle virtuosa sta organizzando un convegno tecnico per affrontare il tema della raccolta dell’organico e della tariffazione e lo farà a breve. Noi non vogliamo aspettare i tempi lunghi delle istituzioni che prevedono una relazione a marzo. Capisco che per la Rini ci siano dei vincoli istituzionali oltre che formali, ma la sua convinzione nella validità della Commissione così fatta, non fa che allontanarci sempre di più da quel dialogo da lei tanto auspicato.