Archive for the ‘Cultura generale’ category

Il Maestro Abbé!

26 aprile 2015

Articolo di Roberto Mancini.

L’Abbé Treves, maestro politico di Chanoux, un reazionario clericale, nemico di ogni libertà.

La presentazione del prezioso libro di Andrea Désandré ( “Sotto il segno del Leone”- Musumeci editore) è stata funestata da un intervento di Francois Stevenin, ex presidente del Consiglio regionale. Costui ha sostenuto essere l’abbé Treves “un liberale”: ecco dunque qualche documento in proposito. Le riflessioni politiche dell’ abate, un fiero ultra-reazionario che del liberalismo e di ogni libertà fu sempre nemico, sono tratte dal libro “Storia della Vda contemporanea 1919-1945” di Elio Riccarand.
Le potete leggere a pagina 104:
(altro…)

Ayas cultura

29 luglio 2014

Come tutti gli anni ad Ayas in agosto ci sono gli incontri letterari organizzati e gestiti dal giornalista, Roberto Mancini.

Ecco il calendario:

Ospiti Ayas 2014
4 Agosto: incontro con Jimmy Ghione
, inviato di “Striscia la notizia”. 
5 Agosto : Incontro con 
Cecile Kyengè e presentazione suo “Ho sognato una strada”.

9 Agosto : presentazione del libro “l’amore involontario”, della valdostana Chiara Marchelli.

12 Agosto : incontro con giudice di Cassazione Piercamillo Davigo e presentazione suo libro ”Processo all’ italiana”.

20 Agosto: incontro con giornalisti Giorgio Machiavello (Stampa) e Andrea Riscassi ( Rai di Milano). Presentazione libro “ Magical Mystery Tor” con proiezione foto di Stefano Torrione .

23 Agosto: incontro con don Antonio Sciortino, direttore famiglia Cristiana . Presentazione suo libro “La morale, la fede e la ragione”.

26 Agosto : incontro con ricercatrice Simona d’Agostino. Presentazione suo libro “Barbaro”

Tutti gli incontri avverranno al palazzetto dello sport di Champoluc alle h 21. 
Fa eccezione don Sciortino, il cui incontro avverrà alle h 18,00.
In ogni serata la libreria di Champoluc “ livres et bouquins” ( 0125/ 307-688) sarà presente assicurando un banchetto di vendita dei libri.

Idea a gratis!

16 agosto 2011

Opera della designer dentellière Armel Barraud

A proposito di sagre a sproposito, vorrei offrire un’idea per contribuire a migliorare l’offerta culturale nostrana in nome della qualità e dell’identità. Prendo ad esempio la vallata di Cogne: cosa ha di particolare rispetto al resto della Valle? I pizzi, dunque Cogne può diventare, per dirla alla francese, la Capitale mondiale des dentelles. Luogo deputato alla promozione di incontri con altri, italiani ed europei, ma perché no anche internazionali, dove il pizzo è artigianato d’arte (pensiamo a quello di Cantù, proposto come Patrimonio dell’Unesco). Potrebbe trattarsi di una Biennale unica nel suo genere tenuta in un ambiente alpino altrettanto unico. Per mantenere un contatto con la contemporaneità vedrei bene associare ai pizzi tradizionali una esposizione artistica che tratta il merletto e/o il ricamo come privilegiato strumento espressivo. Nella foto l’artista usa il filo di ferro che intreccia con i fuselli, gli stessi che vengono utilizzati dalle merlettaie di Cogne. Il risultato sono immagini leggere, tenere e infantili. Creano ombre tiepide che raddoppiano virtualmente la particolarissima trama. Questo è solo un esempio che può essere adattato a tutti i Comuni valdostani (speriamo che vengano accorpati). Ognuno alla ricerca di una propria reale caratteristica da valorizzare con l’intelligenza di chi ama la propria specificità associata all’ardire di saper guardare oltre.

Il Vate (la pesca)!

15 febbraio 2011

Se la Grande Patria ci sublima con le poesie del ministro Bondi, la Petite Patrie ci eleva lo spirito (quello fatto in casa) con la lirica dell’ex assessore Milanesio. Eccelse rime vibrano in quel di “Aosta mon amour”: il pamphlet! Luminosi versi, nati nel sottobosco di un lavorio occulto, nutrono la nostra anima. Patuasia, nella sua smisurata insignificanza, vuole omaggiare il Vate per questo suo slancio sentimentale verso la terra natia. La musica delle parole dell’Imaginifico porterà finalmente un po’ di luce nelle nostre opache esistenze. Noi, dilettanti di sensazioni, anemici di bellezza, ringraziamo Lui con questo doveroso omaggio.

Condividi su Facebook:

La mosca nel naso

6 gennaio 2011

Questa mattina, al confine con la Siria, la mia guida, Dan, mi ha raccontato una storia che vi voglio girare. C’era una volta un re di nome Nimrud, molto potente e cattivo, un giorno, mentre ammirava estasiato i suoi campi di grano, le sue viti, i suoi armenti, una mosca piccola piccola gli entro’ in una narice. Li’ si sistemo e si fece una tana. E prese a ronzare. Potete immaginare il fastidio patito dal re che incomincio’ a starnutire per liberarsi dell’intrusa, ma lei niente. Li’ se ne stava e li’ ronzava. Furono interpellati i migliori medici del mondo per aiutare il malcapitato a cacciare la piccola, ma fastidiosissima bestia. L’unico rimedio che riuscirono a trovare fu il bastone o le ciabatte o qualsiasi cosa potesse essere battuto in testa al ricco e potente signore. Cosi’ i servitori per zittire la mosca e dare sollievo al loro padrone lo presero a bastonate. Il grande signore divento’ il piu’ misero degli uomini, cosi’ costretto a subire le pantofolate in testa dai suoi servi. Una bella storia non vi pare? E non vi pare che Patuasia somigli alla moschina?

Siamo dei privilegiati!

17 ottobre 2010

Si chiude oggi il sondaggio sulla tesi di Elio Riccarand che sostiene che da anni viviamo in una bolla di privilegio finanziario. Della novantina di voti espressi il 76,14% afferma di sentirsi un privilegiato, il 20,45% dichiara il contrario e il restante 3,41% dice che non lo sa.

“Esercizi per la mente”

25 giugno 2010

Cari amici e cari nemici, innamorati e indifferenti, Patuasia ha delle ambizioni: non vuole “solo” essere un blog, ma aspira a diventare uno “strumento”. Cosa significa? Che vuole essere a disposizione vostra e del pensiero alto. Nel primo caso si rimette a voi per: pubblicizzare un evento o una mostra o un libro… di cui siete a conoscenza o di cui siete gli autori o gli organizzatori. Nel secondo caso sarà Patuasia a offrire nuove rotte di discussione, utili per migliorare la qualità delle nostre idee. Sappiamo fin troppo bene che il tempo è avaro, che la stanchezza non molla l’osso, che la pigrizia seduce e che presi al laccio dalla crudeltà del quotidiano, difficilmente ci concediamo il lusso di una lettura impegnativa: qualcuno di noi lo farà per voi. La prossima rubrica: “Esercizi per la mente”, vuole proporre ai navigatori un breve tempo di riflessione. Un esercizio contro l’inerzia della mente, per mantenere toniche le idee. Dunque a presto.

Condividi su Facebook:

Cultura di montagna

24 giugno 2010

Ha dell’incredibile! Walter Bonatti proposto in qualità di cittadino onorario del Monte Bianco. Saranno stati i francesi a volerlo; da noi il berlusconismo valdostano avrebbe preferito di gran lunga Loredana Lecciso. In ogni caso un’ottima notizia che va nel verso da noi auspicato: quello di una sana e contemporanea cultura della montagna.

Condividi su Facebook:

Un libro per aiuto

23 giugno 2010

La copertina del libro

“Scrivi un romanzo in dieci parole. Creiamo una piccola grande Biblioteca di piccoli grandi narratori, sull’onda di un esercizio stilistico diventato ormai comune anche su riviste “serie”? Creiamo dei nano-racconti… .” Così si legge nel profilo del gruppo su FB. Così è stato e ne è nato un libro con finalità benefiche. I proventi della vendita saranno devoluti all’Associazione Onlus “Tienimi la mano” che ha lo scopo di fornire supporto informativo alle famiglie dei traumatizzati cranici. Il libro, a firma di Franco Coda e dal titolo Nano-Scritti ai tempi di Facebook, lo potete trovare nelle librerie di Aosta, almeno così ce lo auguriamo.

Condividi su Facebook: