Archive for the ‘Concorsi’ category

Complimenti!

21 ottobre 2014

Complimenti vivissimi al Comune di Etroubles che ha ricevuto la medaglia d’oro al concorso europeo “ENTENTE FLORALE 2013”!

Artigianato e premi

19 agosto 2014

Riceviamo e volentieri pubblichiamo.

Gentile Patuasia, da una breve analisi dei vincitori delle ultime 5 edizioni della Mostra
Concorso nel settore Scultura Bassorilievi e Tuttotondo emerge che:
VIERIN Siro: 3 premi su 5 partecipazioni
MASSETTO: 3 premi su 5 partecipazioni
BARMASSE: 3 premi su 3 partecipazioni
JOLY: 3 premi su 3 partecipazioni
BERLIER: 2 premi su 3 partecipazioni
CASETTA: 2 premi su 5 partecipazioni
VIERIN Enzo: 2 premi su 4 partecipazioni
BINEL: 2 premi su 2 partecipazioni
CAZZATO Salvatore: 2 premi su 3 partecipazioni
ARNODO: 1 premio nell’unica partecipazione
CRESTANI: 1 premio nell’unica partecipazione
DIEMOZ: 1 premio nell’unica partecipazione
FISANOTTI: 1 premio nell’unica partecipazione
Mi e Le chiedo: ha senso che le opere vengano consegnate senza firma e anonime, quando CHIUNQUE è in grado di riconoscere un Joly, un Crestani, un Berlier, un Fisanotti, etc.? (altro…)

Bravo!

6 settembre 2013

Complimenti al fotografo Moreno Vignolini che per un suo scatto ha ricevuto a Milano una menzione speciale dal grande fotografo Martin Parr. Ancora congratulazioni da Patuasia!

La Voce Franca

4 agosto 2010

Alla Voce del Padrone, noi di Patuasia news, abbiamo sostituito la Voce Franca. Per questo non siamo particolarmente graditi e non solo ai nemici, ma neppure agli amici. Siamo convinti che la causa di questo abominevole conformismo, sia l’assenza di una cultura critica. Non c’è articolo d’arte e di spettacolo che non sia una lusinga verso l’autore o verso i protagonisti. Nel caso di un flop non se ne parla. Così facendo si è irrobustito il piattume del pensiero, nemico numero uno della creatività in senso lato. Noi siamo per il confronto schietto, senza ipocrisia. Rivendichiamo il diritto di dire la nostra in quanto pubblico. Eppure… , nonostante questo punto di vista che riteniamo scontato in una democrazia del gusto e del pensiero, io sono stata redarguita su facebook per essere stata pesante nel giudizio di un’opera esposta alla Mostra Concorso. Secondo Umberto Fossà, avrei dovuto essere più morbida, perché l’opera in oggetto (Il risveglio di Carlo Seghesio, primo premio Patuasia-Bleah) era presentata in un Concorso aperto e non in una personale. Consideriamo l’appunto rivolto un contorcimento delle idee: il giudizio del pubblico deve essere condizionato dal contesto? Morbido in un’occasione, tranchant nell’altra? L’opera, quando è conclusa e se esposta, appartiene a tutti, pertanto i giudizi (siamo in un mondo di adulti) sono liberi di essere. Ho manifestato il mio parere, tutto qui. Convinta che il bello esiste solo là dove esiste il brutto. Il conformismo invece abbassa il livello della qualità. Mette tutti sullo stesso piano. Insegue un falso concetto di democrazia: quello della mediocrità diffusa. In Valle si offre lo stesso spazio mediatico, lo stesso spessore nei cataloghi, gli stessi spazi, indifferentemente sia ad artisti di alto livello sia a nullità locali. Questa “generosità” crea presunzione, uccide lo sforzo e mortifica il talento.

____________________________________
Condividi su Facebook:

1° Premio Patuasia-Artisanat

1 agosto 2010

Il risveglio, bassorilievo di Riccardo Foretier

Patuasia ha voluto dire la sua. L’artigianato artistico è importante per la nostra Regione e i premi dati forniscono le indicazioni sullo stile, quindi i premi sbagliati esibiscono indicazioni sbagliate. Patuasia è presuntuosa. E’ convinta di capirci qualcosa sull’argomento, molto di più rispetto ai soliti noti. Tralasciando alcune sezioni, ha incentrato l’interesse sulla scultura a tuttotondo, l’altorilievo, i giocattoli e la ceramica. Su quest’ultima condivide, pienamente il parere della giuria che ha conferito il 1° Premio all’artista Marina Torchio. Fra lei e gli altri partecipanti al concorso un abisso. Sensibiltà nell’uso della terra e nell’appropriato accostamento dei colori. Buon disegno e armonia di elementi, danno alla formella una grazia mai stucchevole. Il 1° Premio per la sezione scultura a tuttotondo, Patuasia lo consegna, a parimerito, a due giovani scultori: Irene Tarticchio ed Enrico Massetto. Consapevoli di essere distanti anni luce dalla fatica montanara: non portare fascine di legna sulle spalle, non zappare la terra e non dover mungere le vacche per tirare a campare, hanno coniato un linguaggio contemporaneo che si ispira all’immaginario infantile dei cartoni animati. Mondo dal quale provengono, come tutti coloro che hanno la loro età, e onestamente presentano. Già lo scultore, Gianfranco Anzola, aveva tracciato le prime lettere dell’alfabeto con i suoi comici personaggi dagli occhi rotondi e il sorriso ironico, ma Irene ed Enrico sono ancora più liberi dagli stereotipi, seppur sempre legati ai temi del mondo alpino. Il loro stile è sicuro. Schietto. Una strada nuova per non morire di noia. Per la sezione bassorilievo, il 1° Premio va a Riccardo Foretier. Un segno delicato, finemente poetico. Disegno fragile. Sereno. Ormai raro e per questo prezioso. Per la sezione giocattoli il 1° Premio Patuasia lo rimette a Cesare Marguerettaz (2° per la giuria ufficiale). Stile sobrio. Pulito e colto. Una tradizione che sa stare al passo con i tempi, senza melanconia e rimpianti. Ma Patuasia ha inaugurato anche il Premio-Bleah, che viene offerto al lavoro più brutto in assoluto. Ce n’erano molti fra sculture e bassorilievi che gareggiavano per impadronirsene, alcuni addirittura premiati dalla giuria di regime, ma la scelta, difficilissima, si è concentrata sulla scultura a tuttotondo di Carlo Seghesio. Un’orribile testa di bambino-zombie che fuoriesce dalla terra con spiritelli ai lati. Disegno approssimativo di chi non è capace. Stilizzazione elementare e stereotipata. Nessuna conoscenza anatomica. Poesia sotto zero. Ma lo “scultore” non si scoraggi, nella vita si può sempre fare altro.

Il risveglio di Carlo Seghesio 1° Premio Patuasia-Bleah!

____________________________________
Condividi su Facebook:

Patuasia – Artisanat

17 luglio 2010

Prima Mostra Concorso Patuasia - Artisanat

Patuasia si è sempre occupata di artigianato: ha curato mostre di successo e scritto numerosi articoli al riguardo, ora, nonostante sia posta al confino per intolleranza politica, mantiene il suo appassionato interesse verso questa espressione di arte pastorale. In occasione della 57° Mostra Concorso, inaugurata oggi 17 luglio, e dopo attenta valutazione, presenterà agli utenti del blog i vincitori del primo concorso “Patuasia-Artisanat”. Il suo sarà uno sguardo non ufficiale, ma onesto ed esperto.

____________________________________
Condividi su Facebook: