Archive for the ‘Battibecco’ category

Si scrive Patuasia!

5 Mag 2015

Divertente botta e risposta con l’ex parroco della Cattedrale, Sandro Nogara che qui in parte riporto perché non essendo mio amico non lo posso fare sul suo profilo di facebook. Dunque, il candidato di Alpe mi accusa di fare confusione di identità con il suo omonimo, così il consigliere regionale di UVP si diletterebbe di tango argentino? Sarebbe stato parroco? Perché è questo che io ho scritto nei brevi commenti sul post “La politica del Mulino Bianco” in risposta alle battutine dell’ex prete. Eppure, Sandro Nogara, quello giusto, quello che, dal breve curriculum che si legge sotto al suo ritratto, è stato parroco e che frequenta le discoteche di ballo liscio, non si è riconosciuto in queste caratteristiche non proprio scontate. Che sotto sotto si vergogni? Dice sul suo profilo fb con l’unico scopo di abbrutire la sottoscritta che non può ribattere: “Bellissimo scoprire che Patouasia polemizza con me e non sa chi sono…visto che mi confonde col mio omonimo consigliere regionale…eppure ai tempi del ministero sono stato il suo parroco!!!!”. Che soffra di una nuova crisi di identità? O ne approfitti per farsi campagna elettorale?

Furbetto il non ancora eletto!

Dice che è stato mio parroco, ma io sono atea che ci andavo a fare a messa?

Più che mai io VOTOME’!

27 marzo 2014

17 gennaio 2015
La Libération secondo Laurent Viérin!

La Libération secondo Laurent Viérin!

Il 27 marzo 2014, Laurent Viérin postava questa immagine sul suo profilo fb e dava un titolo: La Libération! In realtà, la politica del clan dei Viérin, non solo non ci ha liberato di Rollandin, ma ha rafforzato l’area unionista in maggioranza, sganciato Alpe e, recuperando il Pd, ha diviso l’alleanza. Coglioni coloro che non hanno capito il giochetto! In premio l’eroe di Jovençan, avrà la Presidenza del Consiglio. E a papino? Sembra che una legge del ministro Madia, vieti l’assunzione in cariche pubbliche di pensionati pubblici, quindi niente Finaosta? O abbiamo l’autonomia che ci protegge da queste orribili leggi statali?

Sui fianchi soleggiati…

13 aprile 2014

Dio mio! Donzel mi accusa di stalking! Rispondo, qualche volta ai suoi post su fb e farei stalking. Fargli notare le sue contraddizioni. E’ stalking! Non risponde politicamente alle mie sollecitazioni. Non chiarisce da uomo politico qual’è e lo è sempre, perché la scelta di far politica comprende, oltre a molti privilegi, questo sacrificio. La mette, come fanno di solito, sul personale e mi trova pesante, mi accusa di molestie su fb! MOLESTIE? Ma veniamo al piccolo, divertente episodio. Poco dopo aver creato un casino considerevole all’interno del suo partito, casino che come cittadina coinvolge anche me che voto Pd e di cui la sorte mi sta a cuore scrive:Che il ramo d’ulivo (cresciuto sui fianchi soleggiati delle nostre montagne) possa portare un messaggio di pace dove le guerre disseminano violenza e miseria…“, rispondo: “Beh, per uno che ha appena scatenato una guerra all’interno del suo partito l’augurio è alquanto inquietante.“. Mi sembra una osservazione ovvia, banale, scontata, inevitabile, prevedibile, trita, convenzionale… o forse avrei dovuto precisare: … scatenato una guerra cresciuta sui fianchi soleggiati delle nostre montagne?

Polemica… mente

14 marzo 2014

«Vogliamo fare un po’ di polemica con quelle compagnie che sino dal nome intendono localizzarsi. Noi non abbiamo localizzazione.» Dice così l’attore Valeriano Gialli nell’annunciare la neonata e già ambiziosa lampadina teatrale, “Teatro del Mondo”, compagnia nata dall’accoppiamento tra “Envers teatro”, dello stesso Gialli, e “Arti di Eris” di Paola Corti. Polemicamente pongo la seguente domanda: i contributi, gli spazi, le sovvenzioni, i patrocini… che presto i due chiederanno avranno come riferimento il mondo intero o saranno invece localizzati?

Angelo Musumarra 2, la vendetta?

17 ottobre 2013

Questa sera sono stata convocata dall’Ordine dei Giornalisti della VdA a causa di un esposto presentato contro di me dal giornalista di 12vda, Angelo Musumarra. Il giornalista si sente offeso da un mio post, pubblicato in data 06.07.2013, scritto in risposta a un suo articolo datato 02.07.2013 in cui, fra altre menzogne (non ho mai criticato la vita privata di nessuno) insinuava che io avrei “probabilmente rivenduto a società di pubblicità on line, alimentando così l’attività di spam la posta elettronica indesiderata” le firme che invitavo a depositare contro lo scempio della Porta Pretoria. Oltre all’invito indiretto a non firmare si legge una insinuazione pesante nei miei confronti degna di una querela. Querela che non feci, mi difesi come sempre faccio e cioè analizzando lo scritto e rilevando le numerose inesattezze e meschinità. Nessun insulto da parte mia. Eppure il signor Musumarra si è sentito offeso. LUI! Infanga me e si offende pure. Una reazione molto singolare non trovate? O si tratta della semplice voglia di rompermi le scatole? O di voglia di visibilità? Se è questa di cui ha bisogno lo accontento volentieri, per il resto che dire…

Angelo Musumarra!

6 luglio 2013

Per Angelo Musumarra, il “giornalista” di 12vda, io sono una in perenne cerca di visibilità. Vorrei chiedergli per raggiungere cosa, dal momento che con il blog non guadagno una lira e, scrivendo, mi sono pregiudicata qualsiasi attività sul territorio e creata numerosi nemici? Non fa mai il mio nome (così usano anche i mafiosi verso i loro avversari), ma che sia io la blogger che ama pubblicare immagini di gatti è indubbio. Sono indubbiamente io quella che dichiara che l’intervento alla Porta Pretoria è un atto criminale, un degrado urbano dettato da un degrado morale che nasce da un’assenza di cultura che si traduce in irresponsabilità e in una mala gestione dell’amministrazione e della politica. Ma non sono io che critico i responsabili nella loro vita privata, come meschinamente bisbiglia il Musumarra. (Mai provato interesse per la vita personale di questi signori o dei politici in genere). Non sono io che ho insultato e deriso e non invitato a partecipare al dibattito, perché se lo avessi fatto il Musumarra non avrebbe perso un minuto e avrebbe pubblicato subito le frasi infamanti, ansioso com’è di poter sparlare della sottoscritta. Una preventiva moderazione nel blog è prevista solo per i nuovi ospiti, per evitare che persone come lui ne approfittino. Poi è libera, lo sanno bene gli utenti. E, se ogni tanto metto qualcuno all’angolo è per difendere il blog dai troll, probabilmente lui è stato uno di questi. Per chiarire il personaggio in questione pubblico la parte terminale della sua “intervista”: “Da tempo però, anche il populismo on line ha perso seguito, tanto che una petizione organizzata su un sito Internet (quindi con nessun valore ufficiale) che chiede di riportare il monumento alla situazione precedente, per “firmare” chiede un indirizzo e-mail valido (il quale, probabilmente verrà rivenduto ad società di pubblicità on line, alimentando così l’attività di “spam”, la posta elettronica indesiderata), non è riuscita a raccogliere, in dieci giorni, neppure duecento adesioni.”. L’abitudine di mai menzionare il mio nome , l’invito indiretto a non firmare la petizione per evitare sgradite spam, nonché la squallida allusione (potrei denunciarlo) di usare il vostro indirizzo mail per venderlo alla pubblicità, offrono un ritratto iperrealistico del signor Angelo Musumarra. Altre parole sarebbero superflue.

Esterrefatta!

23 giugno 2013

Signori sono esterrefatta. Pubblico qui di seguito un colloquio con la signora Lucia Lucia Branche che pare lavori nel canile o che comunque abbia dei contatti frequenti. Leggete e ditemi cosa ne pensate. Ho sperato di fare una cosa buona e vengo trattata in questo modo. Ma cosa sta succedendo? Comunque, se il canile e gattile di Aosta non ritiene necessario un aiuto da parte di “volenterosi” per i suoi ospiti sono certa che ne troverò facilmente altri più bisognosi. (Il cibo per i miei gatti lo compro anche su internet dove trovo le migliori marche presenti sul mercato, Almo Nature, per intenderci. Nessuna schifezza!).

  •  Lucia Lucia Branche se la cosa va in porto io lo verro’ a sapere perche’ mia figlia e’ 20 che lavora li’ percio’ i soldi devono arrivare per forza io propongo invece come faccio io ogni tanto portare 50 euro di tasca vostra al canile e gattile non sarebbe male ,visto che fanno una fatica tremenda per andare avanti ,,ma come vedete ci riescono benissimo ,,portate 50 euro e farete felici tanti animali ,,,grazie
  • Patrizia Nuvolari Non è esattamente così, gli amici e i nemici di Patuasia partecipano all’impegno del blog, che evita loro la pubblicità, con una donazione che poi Patuasia, per sua naturale propensione verso gli animali, girerà al canile-gattile sottoforma di prodotti. Il pagamento pay-pal effettuato permette acquisti via internet. L’aiuto diretto all’AVAPA è un’altra cosa.
  • Lucia Lucia Branche scusami non voglio fare polemiche e con te e con patuasia ma voi non conoscete la realta’ del canile e gattile e quindi le priorita’ che necessitano se facesse una colletta e desse i soldi al direttore allora le direi bravo ma cosi ,e’ come se tu mi co…Altro
  • Frank Burgay Molti gattili e canili d’Italia chiedono donazioni di crocchette (o altri cibi) all’interno dei Supermercati. Coop a Bologna fa così. A&O a Torino fa così. E’ una pratica comune quando a disposizione non si hanno migliaia di euro, ma un po’ di meno…
  • Patrizia Nuvolari Lei forse non ha capito bene la questione. Patuasia è uno sforzo non retribuito, neppure con la pubblicità che darebbe solo fastidio, per questa rinuncia qualche utente mi ha consigliata di inserire la possibilità di una donazione. Io ho deciso, se sar…Altro
  • Lucia Lucia Branche bene qui siamo ad aosta e gli animali non mangiano qualunque porcata gli si da’ sanno quelli che lavorano e gestiscono il canile che mangiare devono dare ..a questo punto mi da’ tanto l’impressione che si voglia fare i furbi ,il canile e gattile non viene su fb, a chiedere cibo o soldi quindi cercate di farvi un po’ gli affari vostri troppo comodo dire compro da mangiare su internet cosi mi lavo la coscenza senza pensare che schifezze si trovano nel cibo comprato su internet ,questo lo scrivo perche’ son sicurissima di come gestiscono il canile grazie a dio senza voi ,,volenterosi ,,fate i vostri acquisti e mandateli a bologna e torino ,,buona sera ..