Ma chi è questo schifo?


A Napoli la faccia di Salvini è stampata sulla carta igienica! Grande intuito i napoletani!

A Napoli la faccia di Salvini è stampata sulla carta igienica! Grande intuito i napoletani!

L’iniziativa è di permettere a tutti i cittadini di chiedere allo Stato Italiano l’asilo politico e lo status di rifugiato. Quanto sopra perchè in Italia esiste il paradosso per cui hanno più diritti, agevolazioni e sovvenzioni gli stranieri piuttosto che gli italiani.” La Lega, anche in Valle d’Aosta, cavalca l’onda lunga di Salvini e procaccia voti chiedendo all’intestino degli italiani di esprimersi al voto. E cosa può produrre l’intestino se non merda? Infatti merda è la raccolta di firme promossa dalla Lega per combattere quello che ritiene essere un privilegio per gli stranieri. Il diritto d’asilo è antichissimo e protegge le persone perseguitate nel loro paese, un diritto a cui tutti gli Stati civili si attengono. La Convenzione di Ginevra del 1951 e il Protocollo del 1967 sono alla base del diritto internazionale del rifugiato. Ritenere che gli italiani stiano peggio di chi rischia la morte o la persecuzione è una menzogna degna del peggior politico che l’Italia abbia visto negli ultimi anni: Matteo Salvini. Una menzogna che ha l’unico scopo di raccattare il consenso delle persone più deboli. 

Matteo Salvini, il rifugiato virtuale a Bruxelles che percepisce per il suo fare un cazzo 15.000 euro mensili, soldi pubblici mica del babbo! E lui, benestante osa puntare il dito nelle miserie di quei quattro disgraziati che hanno chiesto rifugio politico in Italia! Dall’alto del suo benessere mette il dito nelle miserie degli italiani che semplici di spirito necessitano di riversare la loro rabbia contro qualcuno più fragile di loro. Ma chi è questo schifo d’uomo? Uno che non ricorda i soldi imboscati dal suo partito. Gli scandali del suo partito. Lo sperpero pubblico del suo partito. Non ricorda Salvini. Dormiva. Eppure l’inchiesta su Mafia Capitale ha portato a galla il business milionario sulla gestione dei campi Rom. Un giro di affari che nasce dai decreti emergenziali firmati da Maroni nel 2009, con i quali il Ministro finanzia anche il ‘piano nomadi’ varato dalla Giunta Alemanno. Un affare gigantesco di decine di milioni di euro, su cui hanno mangiato gli amici leghisti e affiliati di destra (e pure cooperative di sinistra). Matteo Salvini dormiva. Per lui è tutta colpa degli immigrati, degli zingari… vuole radere al suolo i campi rom e poi i centri sociali e poi magari anche i portatori di handicap e, perché no, un giorno magari anche gli ebrei. Di sicuro i komunisti.

 

Annunci
Explore posts in the same categories: Affari, Battaglia, Criminalità, Cultura morta, Degrado morale, Delirio, Disgusto, Elezioni, Furti, Mala politica, Politica nazionale, Razzismo, Uomini politici, Vergogna

Tag: , , , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

6 commenti su “Ma chi è questo schifo?”

  1. giancarlo borluzzi Says:

    OT quale importante distinzione.

    Qui Salvini & Patuasia mettono intuitivamente il loro accento su extracomunitari che giungono in Italia per fuggire da situazioni non gradevoli. Non entro in merito.

    Parlo invece di comunitari appartenenti a uno Stato ben identificato e che si “distinguono” per comportamenti che ciascuno può giudicare da quanto ora scrivo.

    Tizio, comunitario in questa maxi Europa, è in Italia da qualche anno ma ingrana poco. Mi dice che dopo pochi giorni se ne torna nel suo Stato, ribatto che deve prima saldare affitti, spese condominiali , pagare sei mesi per rescissione anticipata del contratto di locazione, sei mesi che gli graveranno anche per le spese condominiali (non accetto le chiavi in restituzione prima, non ho tempo per correre a trovare un altro inquilino). Dice che ci rifletterà, ma il giorno dopo se ne va liberando solo in parte l’alloggio, senza contattarmi né versando le varie migliaia di euro dovuti. Ovviamente non fornisce l’indirizzo nel suo Stato. Dopo pochi giorni arrivano le richieste di pagamento per forniture che non ha nè pagato nè rescisso; ma soprattutto arrivano in gran quantità lettere di una grande società che fa prestiti. Alla decima lettera. o giù di lì, telefono a tale società e vengo a sapere che il “campione comunitario” preindicato si era fatto imprestare 25mila euro con cui ha acquistato una buona auto con cui è tornato con moglie e figlio nel suo Stato, membro della maxi Europa.

    Caio, comunitario dello Stato precedente, ha intrapreso un’attività riempiendosi di debiti di ogni genere. Debiti anche con me. Se ne è tornato nel suo Stato senza farsi più reperire da nessuno.

    Potrei fare altri casi di persone omogenee a Tizio e Caio per Stato di origine e ritrovata residenza.

    Chi pensasse alla possibilità di rivolgersi all’Ambasciata di tale Stato per avere giustizia è chi crede anche all’esistenza della Befana e del mago Merlino.

    Prima di esprimere giudizi sui complessivamente pochi poveretti extracomunitari che attraversano il Mediterraneo sui barconi, ritengo doveroso e univoco il giudizio negativo su troppe persone comunitarie del preindicato Stato (che ha in Italia un numero di suoi concittadini superiore a quello dei poveretti preindicati) della maxi Europa, persone dai comportamenti in troppi casi estranei al complesso valoriale degli Stati che hanno posto le basi di un’Europa che non doveva allargarsi secondo la logica del numero che sarebbe potenza.

  2. patuasia Says:

    Un mio amico aveva avuto gravissimi problemi con un suo affittuario che non pagava, dopo anni pur di mandarlo via gli ha concesso l’estinzione del debito. Ah, dimenticavo quella bella persona è nata ed è residente ad Aosta. Con questo voglio dire che di persone disoneste ce n’è a pacchi in ogni angolo di mondo e di ogni nazionalità. Concentrarsi solo su alcuni è deviante dal buon senso.

  3. giancarlo borluzzi Says:

    Volevo dire che, a livello di stranieri “diversi da svizzeri/statuniotensi/svedesi”, ci sono anche i comunitari che cercano di sfruttare l’Europa allargata, laddove gli extracomunitari di provenienza scafista non vivono di sotterfugi, non avendo niente su cui speculare.
    Appartiene al buon senso criticare l’Europa perchè allargata in base a una volontà tradotta in pratica a tavolino, mentre i problemi legati ai traversatori di mari arrivano non pianificati.
    I Tizio e Caio da me indicati sono specializzati in pratiche non tipiche negli Stati dei trattati di Roma del 1956.
    L’esempio dell’aostano è atipico: in sette mesi ho riavuto tramite Tribunale un alloggio affittato a Torino con ogni onere arretrato e ogni spesa.

  4. paolo fedi Says:

    Mi sembra che il pezzo di Patuasia parlasse di Salvini e dell’ipocrisia dei suoi seguaci nel cavalcare i peggiori stereotipi razzisti senza neanche conoscere il significato delle parole che usano. Qui tornerei, senza andare nei distinguo: perchè è ovvio che gentaglia ce ne sia ovunque, senza distinzioni di genere e provenienza. Grazie per averlo ricordato e aver dato voce a tanti che hanno letto la notizia della raccolta firme (io tra quelli) e non hanno avuto tempo/voglia/illuminazione di trasformare la nausea in atto pubblico.

  5. guadonelguano Says:

    La cattiva notizia è che ad Aosta sono state raccolte circa 500 firme nell’arco di una decina di ore. Se i nuovi nazisti prendono quota ce ne saliamo di nuovo in montagna, altro che difesa non armata!

  6. Roberto Mancini Says:

    Guadonelguano,

    No, stavolta in montagna ci mandiamo loro.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: