Minorati!


Siamo minoritari o minorati? La risposta l'avete qui.

Siamo minoritari o minorati? La risposta l’avete qui.

Se la francofonia la interpretiamo in questo modo dopo quasi settant’anni di Autonomia imbottita di soldi, beh… allora è il momento della riforma del Titolo V!

Annunci
Explore posts in the same categories: Alcoolismo, Attentati, Battaglia, Bruttezza, Criminalità, Cultura morta, Degrado morale, Delirio, Lingua francese

Tag: , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

17 commenti su “Minorati!”

  1. Rasputino Says:

    Beh, in effetti già che c’erano potevano tradurre in francese anche il cognome …

  2. GG Says:

    Credo sia usuale la traduzione del nome di battesimo dei santi nelle lingua di colui che scrive, vedasi: http://en.wikipedia.org/wiki/John_Bosco,
    anche noi italiani diciamo Carlo Magno, Abramo Lincoln, Lutero, Luigi XVI, ecc.

  3. patuasia Says:

    Quindi dovremmo poter dire Carlo De Gaulle? Roberto Kennedy? Antonio Blair? E’ orribile! però diciamo Giuseppe Stalin… com’é ‘sta storia? Ad ogni modo Jean Bosco fa morire dal ridere!

  4. Mathieu De Renzis Says:

    Farà ridere Jean Bosco, ma in Francia gli istituti a lui dedicati si chiamano proprio Jean Bosco.
    Perdonatemi il commento acido, in questo caso parliamo di un dettaglio, ma più in generale spesso ride chi non sa o non capisce.

  5. roberto mancini Says:

    Scuola plurilingue valdostana con supercazzola:
    Dove studia il suo ragazzo?
    Al Saint Jean Bois di Castiglione Dora…
    Al Saint John Wood di San Vincenzo della Fonte……

  6. sbuffovda Says:

    tabelloni a parte, se l’istituzione funziona, ….i problemi sono altri

  7. patuasia Says:

    D’ora in avanti chiamerò Carlo il generale e presidente francese. Chi riderà per sentirmi citare Carlo De Gaulle sarà uno che non sa o non capisce. 🙂

  8. roberto mancini Says:

    Viva Brigitta Bardot!!

  9. Mathieu De Renzis Says:

    “Carlo” De Gaulle suona buffo perché, bilinguismo o no, nessuno lo dice così.

  10. Elio Says:

    Elio di Rupo in Belgio , come viene chiamato dai valloni (in francese o in italiano) ; e dai fiamminghi ?

  11. Bruno Cavallaro Says:

    Solo ad Aosta posso percorrere la rue Antoine Gramsci!

  12. patuasia Says:

    Scusi signor Mathieu De Renzis, ma c’è qualcuno, bilinguismo o no che chiama il santo Jean Bosco? E non dovrebbe far ridere?

  13. Mathieu De Renzis Says:

    Premetto che non condivido la campagna vostra e di Roberto Mancini contro il francese in Valle d’Aosta (ne ho invece approvate tante altre). Per farla breve, non è questo il punto, penso sia un tema complesso, non univoco, ma che se vissuto con cultura e intelligenza possa declinarsi in ricchezza e apertura (e sia più di sinistra che di destra). Richiede uno sforzo “alto” ed è lampante anche a me che la questione sia stata strumentalizzata nel peggiore dei modi da un’enorme fetta di politica e società valdostane.
    In francese, francese in Francia per dire, si dice proprio Jean Bosco. Ci sembra che stoni solo perché siamo abituati alla dizione italiana, per nostra ignoranza quindi. Mi è parso allora che nelle vostra invettiva, che non condivido ma legittima, l’abbiate “fatta fuori dal vaso”. Da qui la mia battuta accusatoria, di cui mi scuso visto che ho la pretesa di criticare i vostri toni polemici.
    Inevitabile che compaia su una scuola di una regione ufficialmente bilingue. Perché non ridere allora di “scuola primaria / école primaire”? Indipendentemente dal nostro sentire sul bilinguismo in VdA,
    Detto questo, altri e troppi a tutti i livelli sono gli esempi di italianismi o traduzioni alla “bite de chien” che, sì, dimostrano spesso un attaccamento di facciata al francese in Valle d’Aosta.

  14. Glele Says:

    sembrerà strano a chi non conosce il francese ma in Francia lo chiamano proprio così…..

  15. patuasia Says:

    Signor Glele, in Francia traducono anche l’intraducibile … c’est la grandeur!

  16. patuasia Says:

    Signor Mathieu De Renzis io non ho mai fatto una campagna contro il francese! Le ricordo una lettera fuori dal coro che scrissi ai tempi delle manifestazioni studentesche in sua difesa. Io sono contro l’imbecillità che ha portato alla povertà culturale la nostra regione. Il francese io lo difendo non in virtù di ragioni storiche (la storia è un fiume che cammina e non si ferma), ma per semplice buon senso: siamo frontalieri con Stati francofoni e una lingua in più non può che arricchirci e renderci competitivi. Per tornare al nostro Giovanni, io trovo, ma è appunto una posizione personale, che i nomi non dovrebbero essere tradotti, lo fanno i francesi che traducono qualsiasi cosa in nome di una passata grandeur. Jean Bosco è un insulto come lo sarebbero Carlo de Gaulle e Francesco Hollande.

  17. lilli Says:

    Che dire di Cristobal Colon…ei fu nativo di Genova…(nome cognome-!!)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: