Lotta dura!


Chissà perché le ghiandaie sono un pericolo e vanno abbattute e invece la processionaria no. Nell’area intorno ad Aosta e specialmente a Sarre, Saint-Pierre, Villeneuve, Arvier, la “gatta pelosa” ha infestato i boschi, così tanto che gli abitanti delle zone limitrofe si dicono molto preoccupati anche per la loro salute e per quella dei loro animali. Contro la processionaria del pino è disposta la lotta obbligatoria (art 1 Decreto Ministeriale 2007), ma nonostante la gravità della situazione l’assessorato all’Agricoltura, in un recente documento inviato al Celva a firma del dirigente, Corrado Adamo, ha scritto: “La lotta obbligatoria alla processonaria del pino non può essere imposta dal servizio fitosanitario competente per territorio perché in Valle d’Aosta la sopravvivenza del popolamento arboreo non è seriamente minacciata dalla presenza del parassita…”. Il parere di chi abita nelle zone colpite dice il contrario. E’ sufficiente fare una passeggiata da quelle parti per rendersi conto che, se i Comuni non si mobilitano subito per obbligare i privati a intervenire, come prevede il Decreto Ministeriale, il rischio di un’ecatombe verde si fa serio.

Annunci
Explore posts in the same categories: Agricoltura di montagna, Ambiente

Tag: , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

4 commenti su “Lotta dura!”

  1. Lino in the wood Says:

    appunto….i privati…..una volta per pulire boschi e ruscelli si facevano le corvée, oggi tutti a lamentarsi su Facebook dell’inefficienza del servizio pubblico ma crepa se qualcuno muove un dito….

  2. gianna Says:

    so io dove andrebbe messo il dito….

  3. sbuffovda Says:

    dal pubblico si pretende di più anche perché si sa che si lavora più per il “pubblico” che per se stessi; comunque una volta le corvée era legate alla proprietà, più terreni avevi, più giornate dovevi consacrare agli altri. Dalle mie parti il privato lavori ne fa, non so da lei; è il pubblico che se non sa dare risposte dovrebbe fare altro, a partire dai dirigenti, pagati direi …. più che bene

  4. patuasia Says:

    In questo caso, signor sbuffovda, è il proprietario degli alberi che deve intervenire, il pubblico ha il dovere di dichiarare l’obbligatorietà degli interventi quando questi sono gravi, cosa che non ha fatto in quanto non ha ritenuto, sbagliando, la situazione problematica.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: