Ego, l’Edipo e il pasticcio Casinò


Riceviamo dal giornalista  Roberto Mancini e volentieri pubblichiamo.

Ma che faranno La Torre & Perron, dioscuri usciti vincitori dal noioso tira-molla gabellato per crisi regionale?
Entrambi hanno còlto l’occasione per ammazzare il rispettivo Edipo politico, rivendicando l’autonomia e la responsabilità che si addice alla maggiore età, per loro giunta dopo un trentennio abbondante.
Insomma entrambi hanno affermato di essere cresciuti e di voler camminare con le proprie  gambe, ormai forti ed adulte. Sul piano politico, La Tour rischia meno: incamera  un incarico di rappresentanza spuria (garantire la presenza valdostana all’Expo), che gli conferisce poteri di spesa (un mezzo assessore?), ma a rischio portafoglio. Voglio dire che i fondi a sua disposizione (per fare che? Speriamo l’opposizione lo chieda…) rischiano di essere pochi e stentati. Perron invece, avendo fortemente rivendicato la delega al Casinò di St Vincent, si è bruciato i ponti alle spalle caricandosi di una rogna monumentale.

Possibile che la volontà di dimostrare finalmente il proprio valore gli abbia fatto dimenticare la proverbiale prudenza, quella che gli ha garantito una trentennale carriera nella nomenklatura della Balena Rossonera, senza lode e senza infamia,  senza scossoni e con tanto caviale e champagne?
Possibile che Ego si sia infilato per mero orgoglio di sé in una trappola mortale? Ora infatti entrambi gli schieramenti, quelli opposti in cui ha accortamente tenuto infilate le scarpe, lo attenderanno al varco con il fucile spianato, pronti ad azzannarlo al minimo errore Come uscirà Ego dal pasticcio Casinò? Cosa proporrà riguardo al personale, ridondante peggio che alla regione Sicilia, ma formato in maggioranza da assunti della sua Balena Rossonera? Avrà il coraggio di chi si proclama verbalmente “liberale e liberista”, ma poi non parla mai di licenziamenti?

Si pronuncerà sul piano lavori del Billia, la cui qualità non sembra eccelsa malgrado le ingenti cifre investite?
Terrà in panchina il valdostano Paolo Giovannini, uno dei maggiori esperti europei di gioco d’azzardo, o deciderà di servirsi  in qualche modo delle sue prestazioni, puntando in maniera anomala per la Vda sulla competenza e sul merito? In genere i politicanti si circondano di fedeli imbecilli, ma forse in questo caso la paura per la propria sorte potrà consigliare valutazioni diverse.
Sposerà in toto la strategia  di Frigerio o inizierà lentamente a svuotarla dall’interno, magari consigliando una fiducia meno miracolistica negli investitori cinesi?
Da oggi iniziano gli esami di maturità per Ego e temo che la commissione esaminatrice sarà spietata nei suoi confronti. (roberto mancini)

Explore posts in the same categories: Affari, Auguri, Domande, Folclore valdostano, Politica valdostana, Uomini politici

Tag: , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

3 commenti su “Ego, l’Edipo e il pasticcio Casinò”

  1. bruno courthoud Says:

    Non penso proprio che Rollandin lasci le redini del Casinò a Perron, al di là dell’incarico formale, è impensabile: Rollandin conosce troppo bene (in)capacità e limiti del personaggio, tanto da averlo escluso, in prima battuta, da ogni incarico ed il casinò è troppo importante nelle future strategie rossonere. Nel caso però che per il casinò le cose vadano veramente male, sarà ovviamente il capro espiatorio.
    Ho l’impressione che La Torre, invece, scalpiti già e storca il muso, tanto che prima o poi dovranno aumentargli la paga.

  2. pierre_1 Says:

    analisi di Bruno molto corretta

  3. poudzo! Says:

    Bruno ci ha preso in pieno….ma le chat et le renard l aggiustano sempre…infatti analizzando entrambi si denota che è tutta la vita che fanno riunioni….parole paroloni paroline, spesso aria fritta….sempre meglio che lavorare no?a quei soldi!!!! chissa se ogni tanto si fanno una analisi da dentro…non è roba da tutti fare finta di niente e mai “tirare una riga in fondo”…purtroppo in quel mondo sono praticamente immuni a qualsiasi segnale di orgoglio personale,si azzerano……(per fortuna non tutti ,ma quasi) una tristezza per una persona normale che mai al mondo riuscirebbe a conviverci..infatti per (arrivare)al momento… ,si deve avere particolari qualità di annullamento di sestessi in caso di emergenza per la propria poltrona e riuscire a raccontare storielle tipo”per il bene della vda” e be..non è roba da tutti…conosco gente che non dorme la notte per molto meno! Io personalmente avrei difficoltà ad aggirarmi in valle a testa alta,ma soprattutto un giorno (che prima o poi verrà) dover raccontare le verità ai propri figli…e li sono cazzi perchè ai figli non si mente maiiiii!!!!! cari politici.Questo vale per tutti…e pensare che non sarebbe cosi difficile fare il politico con un minimo di coerenza,onestà intellettuale,avere una parola sola,farsi bastare lo stipendio(che è fuori da ogni senso) cose normali insomma…ma vai a sapere…non ho mai capito se cosi si nasce o lo si diventa…se lo si diventa è più preoccupante,ma la cosina veramente GRAVE è che NESSUNO di questi, la sera, “tira la riga” prima di coricarsi…”ma tira dritto” e manco se ne rendono conto. MIO DIO…GRAVISSIMO.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: