L’osso


Augusto Rollandin non molla l’osso, mentre papà Dino coltiva rose e baby Laurent fa l’oste.

Annunci
Explore posts in the same categories: Chiarezza, Confronto, Mala politica, Politica valdostana, Uomini politici

Tag: , , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

11 commenti su “L’osso”

  1. kafka Says:

    Ma se mercoledi si ritroveranno in 17 con analoga scena lunedi prossimo, allora quel documento non avrà più valore. Comunque onore al combattente e comunicatore Rolli. I Vierin, benché prossimi ad una riconquista del potere ma non senza difficoltà, non avranno mai il carisma del loro nemico.

  2. Il Pollo Says:

    Non può mollare, non può fare passi indietro. Troppi impegni, promesse e “questioni” in ballo. Si sposterà da li solo con la forza.

  3. exit-paul Says:

    Dubbio: ma perché, in genere, i politici peggiori sono quelli che hanno più carisma?

  4. my two cents Says:

    Onore a Rolli fino a un certo punto. Nel nostro sistema politico, la giunta regionale non è collegata direttamente al voto popolare, la sua unica fonte di legittimazione è il Consiglio. Così ha sempre voluto, per prima, l’Uv. Giovedì scorso quel Consiglio che meno di un anno fa ha eletto Rollandin & co. ha votato formalmente una mozione per farli andare via. Non è un sondaggio di Ballarò, non è un voto per pochi iniziati su beppegrillo.it, è un voto dell’assemblea regionale. Ora, noi possiamo disquisire all’infinito su quanto sia stata opaca questa manovra politica, sul fatto che Viérin sia peggio di Lui, su quanto sia stato disdicevole vedere i 17 (-1) alla Gabella, tutto quello che volete, ma la democrazia funziona con delle regole e con il rispetto delle istituzioni. Non dimettersi non è stato un gesto eroico, da politico di razza che non molla e lotta fino alla fine (per salvare la poltrona sua e dei fidi), è stato l’ennesimo atto di menefreghismo nei confronti dei meccanismi democratici, un precedente pericoloso e inquietante: la prima volta di una sfiducia senza dimissioni! Il richiamo alla fiducia costruttiva? Un pretesto per prendere tempo e vedere se c’era spazio per manovrare. Non ce n’era, di spazio.
    Qui non siamo all’arena dei gladiatori, né al campionato del mondo di scacchi. Questa dovrebbe essere una dialettica istituzionale e democratica. Dovrebbe.

  5. gloria84 Says:

    Ma allora perché la minoranza non presenta una sfiducia costruttiva come ha chiesto Rolli, anche questo fa parte delle regole .

  6. PENOSI Says:

    Ambedue i contendenti stanno facendo una sorta di richiamo alle armi dei propri sostenitori. Ha iniziato Vierin con i dipendenti del Casinò, ed ora anche Pastoret lancia l’appello ai sostenitori di Rollandin.
    Penose, per non dire altro, ambedue le coalizioni.

  7. Il Pretoriano Says:

    Qualunque siano le mosse sullo scacchiere promosse dalle Segreterie di partito o da singoli politici, la razio di tutto ciò è che TUTTA questa classe politica, questa nomenclatura è giunta al capolinea. La gente non vuole più vedere questi uomini che sono anni che si strascinano sulle poltrone del Consiglio tra ciance e coglionate e lauti stipendi che hanno stufato chi li segue su Aujourd’hui Vallée o in galleria.
    Le condizioni della Valle sono peggiorate e quanto basta per dir loro
    DIMETTEVI TUTTI IN BLOCCO e si facciano subito nuove lezioni con tabelloni/liste pieni di facce nuove, di gente senza scheletri nell’armadio che diano fiducia ai giovani valdostani che non seguono più questi politici logorroici e pieni di presunzione.
    Molti di loro, in altre Regioni, non sarebbero mai arrivati a fare politica attiva, ma sarebbero stati dei semplici peones a servizio di politici più preparati e molto più scafati di loro..!

    Meditate gente.

  8. Sully Says:

    Gloria84 ha gridato: il re è nudo!
    Non presentano la mozione di sfiducia perché hanno fatto male i loro conti e non sono in 18. Così il Consiglio è bloccato, mentre la Giunta continua la sua attività.

  9. patuasia Says:

    Infatti non capisco perché non presentano la mozione di sfiducia costruttiva che prevede la legge in simili casi.

  10. my two cents Says:

    Il re, per il momento, è un altro, ed è ben vestito.
    Sono ansioso di fare le pulci all’operato di una giunta-pastrocchio di larghe intese e alle mosse dei partiti dell’opposizione. Sono anch’io sicuro che il rovesciamento di Rollandin preluda di per sé al Sol dell’avvenire. Ma resto convinto che l’aver ignorato un voto formale del Consiglio sia stato un atto grave, che ha sacrificato le istituzioni alla rissa tra clan.
    Rollandin oggi nell’assemblea lampo ha detto: il nostro mandato viene dagli elettori e non dal Consiglio. Peccato che lui e gli assessori siano eletti proprio dal Consiglio, mentre gli elettori, guarda caso, eleggono i consiglieri.
    Questa, in democrazia, non è forma, ma sostanza. Se ci pensate bene, la storia di questa ancora giovane legislatura è costellata di una spudorata indifferenza per le regole e le istituzioni democratiche: mozione sul premio a Frigerio, rispedita al mittente da Rollandin anche se approvata; referendum sui rifiuti, inapplicato e tanti saluti alla democrazia diretta; mozione sulla rimozione dei vertici della casta da gioco, non si è dimesso nessuno; mozione sulle dimissioni della giunta, idem.
    Mala tempora currunt

  11. my two cents Says:

    ops…
    Sono anch’io sicuro che il rovesciamento di Rollandin NON preluda


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: