Un passo indietro


Nel Consiglio regionale convocato per chiedere le dimissioni all’assessore alle Finanze, Mauro Baccega, il consigliere del M5s, Stefano Ferrero così diceva: ” Ciò che più mi amareggia è il fatto che con disinvoltura è stata descritta una circostanza che secondo noi è un’aberrazione della politica. Una disinvoltura assoluta nel dare quasi per scontato che certe cose possano essere fatte impunemente in base a una logica del tutti colpevoli nessun colpevole. Una logica che non ci deve essre in politica. Un comportamento scorretto attuato da alcuni non autorizza altri a fare lo stesso, altrimenti qui si finisce in una barbarie… Non è così che noi intendiamo la politica, ci aspettiamo un passo indietro che sarebbe l’unica cosa che dà un segnale veramente innovativo. Un segnale di correttezza rispetto a quello che i valdostani si aspettano da noi e da questo Consiglio regionale.“. Aggiunge poi il consigliere pentastellato,Roberto Cognetta: ” … Un sistema che ormai non è più tollerabile. Perpetuarlo o facendo finta di niente anche questa volta, sarebbe una responsabilità che si assumono i vostri due partiti“. Ecco, io queste parole le condivido e mi aspetto di sentirle ripetere quando al vaglio saranno chiamati tutti i consiglieri di maggioranza e di minoranza coinvolti a titolo personale nello scandalo dei contributi.

Annunci
Explore posts in the same categories: Casta, Critica, Degrado morale, Folclore valdostano, Mala politica, Politica valdostana, Uomini politici

Tag: , , , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

5 commenti su “Un passo indietro”

  1. bruno courthoud Says:

    L’uso improprio della legge, anche nei casi in cui il fatto non costituisca reato o, in qualche modo possa trovare qualche esile giustificazione, dimostra però chiaramente una cosa: che i partiti, tutti, non hanno un bisogno assoluto di questa legge per il suo uso proprio, a cui sarebbero invece dovuti ricorrere. Ne hanno fatto un uso minimo oppure un uso distorto. Il che porta a concludere che tale legge deve essere abolita o finanziata nei limiti corretti, così come emerge dall’uso, legittimo, fattone finora. Se si mantengono i finanziamenti ai livelli attuali, motivazioni per spendere i finanziamenti in maniera, diciamo, più consona alle sue finalità, i partiti ne troverebbero a iosa, non manca certo loro la fantasia. Basterebbe, ad es., far seguire all’anguriata o alla cena caprina uno pseudodibattito sul lavoro del gruppo, magari fra una danza e l’altra.

  2. marburg Says:

    Ho finito adesso di vedere lo streaming di Grillo & Renzi… Non riesco a commentare educatamente l’atteggiamento del comico, ma mi pare che i suoi dovrebbero incazzarsi di brutto. Per fortuna i nostri grillini non hanno portato il loro cervello al macero, anche mi piacerebbe una loro dichiarazione sulle vicende nostrane.

  3. Pierre 1 Says:

    visto anche io, veramente demoralizzante. E’ andato lì perchè è stato obbligato dal sondaggio ma solo con l’obiettivo di insultare e senza nemmeno la correttezza di ascoltare cosa volevano dirgli, dei programmi a lui non frega niente.

  4. Pierre 1 Says:

    per fortuna che invece i nostri due consiglieri regionali sono tutto un’altra cosa, bravi!!

  5. orsobruno Says:

    Secondo me nessuno si tirerà indietro in questo sono davvero tutti uguali, che osino a dire il contrario, se non faranno ciò che la decenza chiede loro di fare.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: