La legge è chiarissima!


Finora non ho fatto nomi, non mi sembra corretto dal momento che le responsabilità individuali non sono ancora chiare, ma puntare il dito contro una politica di irresponsabili invece mi sembra doveroso. Noto che i politici indagati si comportano tutti allo stesso identico modo. Tutti stanno sulla difensiva. Tutti fanno finta di niente. Eppure i soldi non si sono spesi da soli. Preferiscono parlare d’altro come se lo scandalo non avesse prodotto loro nessuna ferita. Quelli feriti e mazziati siamo ancora una volta noi: gli elettori. Quelli che pagano siamo sempre noi. Se la sono presa con l’assessore Baccega perché suo figlio ha un incarico presso il Casinò dove ha la delega, giusto e sacrosanto far notare la scorrettezza e imporgli le dimissioni, ma con che faccia possono chiederglielo? Con quale attendibilità, dopo questo scandalo, possono affrontare la maggioranza? L’unico modo per continuare a essere una minoranza credibile saranno le dimissioni di tutti i consiglieri con un rinvio a giudizio per peculato o finanziamento illecito ai partiti. Non potranno dare colpa alla legge che definiscono lacunosa e opaca: la legge è chiarissima! Allora… o non sanno leggere e quindi dovrebbero dimettersi perché è bene che gli analfabeti facciano altro o  la loro lettura segue un codice morale troppo allegro e superficiale e quindi irresponsabile e gli irresponsabili è bene che non seggano su scranni così vitali per la collettività. Daranno le dimissioni. Avranno il coraggio di fare autocritica, chiedere scusa e mettersi da parte? Lo vedremo. Avremo presto la conferma  se la politica vuole cambiare se stessa o se usa le belle parole solo e unicamente per autoconservarsi.

Annunci
Explore posts in the same categories: Analisi spicciola, Brutto esempio, Casta, Chiarezza, Critica, Cultura morta, Curiosità, Degrado morale, Disonestà, Folclore valdostano, Mala Educazione, Mala politica, Politica valdostana

Tag: , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

18 commenti su “La legge è chiarissima!”

  1. Bisker One Says:

    Questa minoranza inconcludente si trova con un coltello spuntato per affrontare la maggioranza. Giusto e sacrosanto tutto quello che dicono, ma da che pulpito! Almeno la piantino lì di prolungare ad infinitum le sedute del consiglio regionale e si rassegnino a prendersi il loro perenne 17 a 18 nelle votazioni.

  2. Pierre 1 Says:

    Bisker One@
    condivido che chi ha sbagliato faccia un passo indietro e si dimetta, però meno male però che la minoranza in Consiglio regionale si guadagna lo stipendio, nel prossimo Consiglio regionale, in cui non ci sono punti presentati dalla minoranza, non si parlerà di niente.
    Il dubbio che viene è: ma a cosa servono i consiglieri di maggioranza se in Consiglio non si discute di niente?

  3. puccettone Says:

    Non si dimetterà nessuno, è un film già visto.
    Ci sono altri indagati in consiglio/giunta per cose ben peggiori, ma il passo indietro non è arrivato.
    Ma tutti se ne sono dimenticati, grazie a quest’inchiesta sui costi della politica che è capitata al momento giusto.

  4. Bisker One Says:

    @Pierre 1
    Non è che si guadagnino lo stipendio: stanno semplicemente facendo tonnellate di demagogia. Cercano di far presa sulla gente perché sanno che le sedute vengono trasmesse in diretta televisiva, senza rendersi conto che alla gente delle loro sparate non importa una beata fava. E in ogni caso intasano all’inverosimile il lavoro del personale amministrativo che deve supportarli durante le sedute, che già – a differenza loro – lavora tutta la sacrosanta settimana e in più deve fare le ore piccole perché loro devono tritare e ritritare sempre lo stesso argomento (casinò, partecipate…) fino allo sclero più completo. No: non è quello il compito dell’opposizione, mi spiace. Quanto alla mossa della seduta vuota, la maggioranza avrebbe tonnellate di argomenti da proporre, quindi domandiamoci pure se questa mossa politica di convocare una seduta da due minuti non sia bilaterale.

  5. exit-paul Says:

    Torno al tema dell’inchiesta penale.
    Il soldi non si sono spesi da soli, ma c’è chi li ha messi in tasca utilizzandoli per spese personali o per rimpinguare il proprio conto in banca e chi li ha invece impiegati per l’attività politica, senza appropriarsi di un solo centesimo.
    Tutti uguali? Non credo!
    Esco del coro e dico che non ci sto a generalizzare posizioni diversissime: anche perché se tutti sono colpevoli, nessuno lo è veramente!

  6. Pierre 1 Says:

    @Bisker One mi sembra che gli argomenti portati all’ordine del giorno non siano demagogici, sono problemi reali della gente: dalla ferrovia ai costi autostradali, dalla burocrazia ai problemi della sanità. Non credo proprio che gli uffici possano essere intasati da queste richieste, se lo sono è perchè non sono sufficientemente organizzati. Per quanto riguarda Casinò e partecipate, sono argomenti estremamente importanti che hanno drogato tutta l’economia della Valle d’Aosta, è giusto continuare a parlarne perchè non si vuole risolvere, non è accettabile che cosa succede in queste realtà sia fuori da ogni regola: regole da privati (faccio cosa voglio) con i soldi di tutti. Solo per curiosità secondo te cosa dovrebbe fare l’opposizione? se la maggioranza ha tonnellate di proposte da fare perchè non lo fà?

  7. bruno courthoud Says:

    La legge è chiarissima, come è indiscutibile che i politici dovrebbero dare il buon esempio, in particolare quando si fanno una legge di finanziamento tutta per loro. Scuse come “la legge è poco chiara” o l’attenuante invocata della cosiddetta “buona fede” non reggono. Meglio sarebbe ammettere chiaramente: “Abbiamo sempre fatto così” e chiedere scusa per l’uso improprio della legge, peculato o finanziamento illecito che sia. “La legge non ammette ignoranza”, soprattutto da parte dei politici nei confronti di una legge che li riguarda direttamente. O mi sbaglio?

  8. Gelindo de Cogne Says:

    Circola troppo denaro per alimentare la politica. Va da sé che poi se ne faccia un uso improprio.

  9. Bisker One Says:

    @Pierre 1
    Sono i classici argomenti usati come promesse elettorali prima, e come leva sul popolo poi. Quanto al personale di supporto ai consiglieri, non mi riferivo alle richieste da essi poste, ma proprio al personale che deve stare lì a rompersi i gingilletti per fare in modo che la seduta funzioni, e che deve rimanerci fino alle ore beate quando il consiglio dura fino all’alba o poco meno. Pensi forse che i consiglieri siano soli, lì in aula, e che si autogestiscano? Trasmissione sul digitale terrestre, gestione del loro sistema di voto, resocontazione e verbalizzazione, ecc., se ne occupano forse i consiglieri? A questo mi riferivo. Quanto al proporre argomenti: gente nell’ambiente riferisce che hanno una fila lunga da qui a Marte di disegni di legge, quindi, che non ne abbiano presentato nemmeno uno per l’adunanza del 26 è significativo, non so se mi spiego. La minoranza, anziché cercare soltanto di smontare a picconate tutto ciò che fa la maggioranza (e con un piccone mezzo rotto, tra l’altro), almeno ci provi a proporre qualcosa di costruttivo e a raggiungere come minimo un compromesso. Con ciò non intendo difendere questa maggioranza, indifendibile di suo, ma davvero la minoranza dovrebbe dimostrare di essere migliore, non scendere allo stesso livello.

  10. Pierre 1 Says:

    @Bisker One aspettiamo ci sia il cambio (speriamo a breve) e poi vedremo se le cose migliorano oppure no, ai posteri l’ardua sentenza 🙂

  11. patuasia Says:

    Mi scusi, signor Bisker One, ma se la maggioranza ha tonnellate di argomenti da proporre perché non lo fa, mostrando così il fianco agli avversari? Mossa politica bilaterale? E cosa avrebbe la minoranza da guadagnarci? le mie sono domande non provocazioni, le sarei grata di una risposta. Grazie.

  12. patuasia Says:

    Vero ci sono delle differenze, previste dalla giustizia: peculato e finanziamento illecito ai partiti, entrambi però sono reati e pertanto vanno perseguiti e il passo indietro è doveroso in entrambi i casi di imputazione. Poi sa, signor exit-paul, alcuni di questi soldi sono stati spesi in feste e cene e aperitivi ecc… e io traduco queste spese come un modo larvato di acquisire consenso. Un acquisto indiretto di voti. Lei come lo interpreta?

  13. patuasia Says:

    Lei ha perfettamente ragione, signor Courthoud!

  14. patuasia Says:

    Mi scusi signor Bisker One, ma il personale è pagato per fare cosa? Immagino che ci sia un contratto no? Oppure per permettere ai messi di andare a casa per cena occorre livellare e ridurre la discussione ai loro bisogni? Suvvia! Vorrei che mi spiegasse e mi ripeto, le ragioni di un ordine del giorno vuoto, perché io non le capisco. Ho seguito in diretta e via telematica diversi Consigli e davvero non mi pare che il livello della minoranza equivalga a quello basso della maggioranza. Noto nell’opposizione personalità più accese e dirompenti nonché più felici intellettualmente dei poveri consiglieri di maggioranza, così prostrati verso l’unico che abbia vitalità e intelligenza proprie.

  15. Bisker One Says:

    @Patuasia
    In ordine:
    – La mossa della maggioranza è di vedere fino a che punto si spingerà la minoranza; vedremo se nei prossimi giorni non affermeranno di aver voluto lasciare l’ODG vuoto per dare alla minoranza la cosiddetta ragione dell’asino (sì, una mossa potenzialmente suicida, ne convengono).
    – Non mi riferivo solo agli uscieri, ma a decine di altre persone che devono fornire supporto alle sedute, le quali per contratto NON hanno l’obbligo di star lì fino all’alba e vivono questo prolungarsi infinito delle sedute come una grave mancanza di rispetto per il loro lavoro e le loro vite (n.b.: questa è un’impressione che ho raccolto, di seconda mano insomma).
    – Le reazioni che la sua provocazione ha raccolto, unita all’andamento fortemente populistico e inconcludente delle discussioni in aula, sembrano confutare questa teoria secondo cui questa minoranza sia intellettualmente superiore e più felice della maggioranza. Magari poi mi sbaglio; bisognerà vedere come si comporterebbero loro in caso finissero in maggioranza alle prossime elezioni.
    Mi scuso se appaio troppo pessimista (o, per citare un antichissimo adagio, “pessimista è come un ottimista chiama un realista”) ma nutro scarsissima fiducia nella politica in generale, ultimamente.

  16. Bisker One Says:

    Il correttore automatico mi ha tradito: in una parentesi intendevo scrivere “ne convengo”.

  17. marburg Says:

    Mister Bisker, mi pare veramente eccessiva la sua difesa (d’uffico?) dei poveri addetti al Servizio Consiglio. In altri enti, non VdA, quel personale e quello per esempio dei Gruppi ha un contratto che prevede espressamente la possibilità di dover lavorare oltre il loro orario normale. Stia tranquillo che prendono gli straordinari e poi, scusi, ma quando non c’è Consiglio cosa fanno quei meschini? Vanno a fare la spesa?

  18. my two cents Says:

    Io invece quoto Bisker One, le rivoluzioni (e le adunate delle assemblee elettive) vanno fatte rigorosamente in orario d’ufficio, oltre le cinque non vale!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: