Il prezzo di una bufala


Per la bufala di Aosta Capitale europea della Cultura cosa si è speso? Per quel dossier vuoto come una cocuzza vuota e che non poteva produrre altro che vuoto quanto abbiamo sprecato? Ecco i costi che non sono alti, ma che avrebbero potuto essere impiegati per qualcosa di più serio di una barzelletta che non ha fatto ridere nessuno.

Progetto grafico al designer Arnaldo Tranti – 3.800,00 euro IVA esclusa. Traduzioni alla 3Bite So. Coop. – 4.383,00 euro IVA inclusa. Stampa del dossier alla Tipografia Duc – 2.032,80 IVA esclusa.

Annunci
Explore posts in the same categories: Amicizia, Cultura morta, Degrado morale, Delirio, Favori, Mala Amministrazione, Mala politica, Politica culturale, Soldi pubblici, Spreco, Uomini politici

Tag: , , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

7 commenti su “Il prezzo di una bufala”

  1. Ugo Says:

    Tra l’altro rendiamoci conto di un’ulteriore bufala e cioè quella della cessione gratuita del logo da parte del grafico Arnaldo Tranti. Certo, il logo è stato dato gratuitamente, ma casualmente è stato scelto lo stesso grafico per fare quel dossier che più che descrivere le qualità di Aosta parlava (quanto meno nella sua versione originale, poi è stato aggiornato con un documento quanto meno più sostanzioso di una banale presentazione in power point) per più di metà del logo e dell’impressionante lavoro cerebrale che è stato compiuto per concepirlo.
    In altre parole: il logo è stato regalato ma la sua descrizione è costata circa 4.000 €uro.

    In più, la 3bite si è occupata solo della traduzione o anche della realizzazione del sito aosta2019.eu? Se sì, quanto è costato quel “portale”? Sarebbe interessante saperlo.

  2. Donato Arcaro Says:

    Le spese sono molto contenute e testimoniano una scarsa convinzione da parte dell’amministrazione.
    Quanto ha speso Matera?

  3. exit paul Says:

    Candidatura debole in partenza, d’accordo.
    Ma non polemizzerei sull’ammontare dei costi sostenuti, francamente molto, molto contenuti!

  4. marburg Says:

    Sono mancette, d’accordo, ma una mancia via l’altra, sempre ai soliti, permettere di campare degnamente!!

  5. Ugo Says:

    @exit paul: per quanto 10.000 €uro siano in assoluto poca cosa, relativamente a quello che è stato fatto penso siano un’esagerazione e, a guardarla bene, un “regalo” di Natale a qualcuno.
    Tranti aveva regalato il suo logo, poi gli si danno 4000 euro per fare un dossier. Ma allora era solo una boutade quella del regalo. Quanti grafici hanno saputo che sarebbe stato possibile regalare il proprio logo per Aosta 2019 ed in seguito guadagnare 4000 euro per realizzare il dépliant? Non Le sembra un generoso omaggio, questo? Per quanto 4000 euro in un bilancio siano pochi, ma perché devono essere dati ad una persona senza alcun concorso di idee?
    Poi sarebbe curioso vedere quanto è costato il sito. Magari parliamo di 1000 euro, quindi un’inezia. Ma Lei ha visto la qualità del sito?

  6. patuasia Says:

    Credere in una candidatura significa anche voler fare degli investimenti, prima di tutto in intelligenza propositiva e poi anche finanziaria. Gli investimenti, di qualsiasi natura, non ci sono stati perché nessuno credeva nella possibilità concreta di una vittoria, quindi questi costi hanno tutte le sembianze di una regalia.

  7. fausta baudin Says:

    Ma per favore…!! hanno, per così dire, “coinvolto” i soliti 4 gatti, gli hanno dato quattro soldi per tirar fuori una specie di dossier, così tanto per dire che ci hanno provato. Ma se fossero stati davvero convinti della candidatura, avrebbero chiamato fior fiore di esperti della cultura, iniziato a lavorarci da almeno un anno, diffuso la notizia, preparato un dossier come si deve, pensato da chi ne capisce veramente, non dagli amici del bar sotto casa o della sezione di partito… se notate, nelle spese non c’è neppure la citazione di un esperto di arte, storia, cultura… ma solo impacchettatori del nulla. un guscio vuoto, ecco cosa hanno presentato.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: