Quelle bestie vanno abbattute!


Ai cacciatori non bastano i porcastri, gli stambecchi, i caprioli, i cervi, le lepri, le marmotte, i volatili vari, i cinghiali, le volpi, i camosci… adesso che si sono materializzati i mufloni chiedono di poter cacciare anche loro? E’ noto che i cacciatori amino la natura. Che vigilino per contenere la fauna, infatti i mufloni avvistati sono ben cinquanta! Non è fauna autoctona, quindi abbattibile. Probabilmente è stata introdotta proprio da altri cacciatori come è stato fatto con i porcastri. Insomma sembra che la strategia sia questa: creare il problema per poi risolverlo a fucilate. E se optassimo a risolvere il problema alla radice, cioè prima che diventi tale? E cioè dare retta alla maggioranza della popolazione che della caccia non ne vuole sapere e lo ha detto a chiare lettere con un referendum?

Annunci
Explore posts in the same categories: Ambiente, Animali, Caccia, Cultura morta, Delirio

Tag: , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

16 commenti su “Quelle bestie vanno abbattute!”

  1. giancarlo borluzzi Says:

    Una quindicina di giorni orsono gironzolavo nella zona del Gran San Bernardo quando vedo due persone lontane che scendevano in modo strano; giunte più vicine ho capito che il primo trascinava un grosso animale morto.
    Parlo con il trascinatore, mi dice che ha visto tale camoscio/stambecco (aveva due corna piccole, sproporzionate per il corpo molto grande, ma era normale visto che aveva solo un anno, mi ha detto, aggiungendo il nome che non ricordo) e gli ha sparato da una distanza di 240 metri colpendolo con un colpo solo grazie al mirino del fucile.
    Mi ha pure detto che la pallottola giustiziera costa 2 o 3 euro, che avrebbe fatto la bestia a pezzi, messa nel congelatore e mangiata nei mesi successivi.
    Si vedeva che l’animale era morto da poco e perdeva sangue dalla pancia.
    Sono rimasto malissimo, era una bellissima bestia.
    Prescindiamo dal fatto che qualcuno mangi cadaveri in cui scorreva il sangue; scordiamo che il mangiatore è pure il giustiziere; mi chiedo come si può essere così lieti di aver accoppato tale bell’animale e raccontarlo a me evidenziando un “ho ucciso da 240 metri e quindi esisto”?
    Sarebbe interessante analizzare la psicologia di questo John Wayne della Valle.
    Secondo me il procurarsi quel cibo non risponde alla logica del non pagarlo: aveva un’attrezzatura che ritengo costosissima.
    C’è la gioia del dimostrare a se stessi di essere bravi, di aver un cervello che permette di accoppare a 240 metri.
    Ma l’umanità esiste in tale cervello?

  2. giancarlo borluzzi Says:

    Aggiungo per gli esperti: tale animale è stato indicato come “camoscio fusone” dal fuciliere.

    Come sarebbe bello se i cacciatori sparassero non a camosci e uccelli ma al proprio uccello, l’unico su cui hanno completa libertà d’azione, senza stabilire che altri esseri animati debbano terminare la propria vita solo per inorgoglire lo sparatore e fargli momentaneamente scordare quelle eventuali frustrazioni che tenta di superare imbracciando il fucile!

  3. patuasia Says:

    Signor Borluzzi, per una volta faccio mie le sue considerazioni.

  4. libero Says:

    Ma non avevamo vinto un referendum contro la caccia?

  5. Sandrone Says:

    due referendum, quello sulla caccia e quello sul libero accesso dei cacciatori ai fondi privato, si svolsero nel 1990. Non si raggiunse il quorum, in quanto le potenti lobby dei cacciatori e degli armaioli fecero una feroce campagna per l’astensione.

  6. pierre Says:

    No, niente quorum.
    (comunque, introdotte o meno dai cacciatori, alcune bestie tipo porcastri o cinghiali andrebbero seriamente ridotte di numero, visti i danni che provocano)

  7. Ugo Says:

    Sì Pierre, ma il problema chi l’ha causato?
    Cioè i cacciatori causano il problema per poi sentirsi legittimati per risolverlo.

  8. la Says:

    questa estate ho conosciuto un ragazzo che poi ho scoperto essere un cacciatore……ci ho messo veramente poco, perché sono brutte persone sempre, sono volgari anche senza il fucile in mano.

  9. raz-les-bolles Says:

    poi, a margine del discorso, una domanda: perché il servilissimo TG3 Vda ci ha smarronato per una settimana con una rivoltante passerella di aspiranti presidenti dell’associazione dei cacciatori valdostani. Tra i quali (che senso!) una donna!
    Ma che ce frega di chi organizzerà meglio le questue presso la Regione per ottenere soldi per favorire i capricci degli assassini di animali?
    E poi i nostri politicanti vogliono togliere il diritto degli ultrasessantacinquenni con un reddito al di sopra di un tot. di viaggiare gratis sui mezzi pubblici!! VERGOGNA!!!
    Ai cacciatori invece sì che dovrebbero far pagare 100.000 euro l’anno (l’uno) per poter cacciare, altro che diritto!!!
    E lasciamo stare i numerosi bracconieri che se la ridono dei “controlli” della forestale. Gli unici cacciatori delinquenti che son stati beccati vicino ad Arnad (patria di bracconieri, con la bassa valle del Lys e tutta la bassa valle in generale) li dobbiamo ai Carabinieri, non certo agli agenti delle stazioni forestali, almeno negli ultimi anni!!!!!!
    I mufloni non fanno più danni delle pecore. Ma di certo, dalla Sardegna non sono sbarcati nel continente e in Piemonte a nuoto: qualcuno li avrà pur trasportati, no?

  10. charlie victor Says:

    il fucile come prolungamento onirico del piccolo pene..

  11. giancarlo borluzzi Says:

    “Per una volta faccio mie…” : singolare Patuasia, “per una volta…”

    Possiede una testa sopraffinamente pensante, fatto non scontato in una regione ove gli aedi del tribalismo etnolinguistico evidenziano invece una testa che serve solo a distanziare le orecchie, permettendo un ascolto stereofonico di suoni e rumori.

    Ma la sua indubbia dotazione serve a privilegiare più gli animali che “determinate” persone: i primi vanno giustamente difesi da chi usa “il fucile come prolungamento onirico del piccolo pene”, mentre le seconde possono essere descritte al libitum dagli aedi preindicati, senza che le vittime del furto di identità ricevano solidarietà da Patuasia, esponente confessa di una sinistra snob “save water,drink beer” che è legata a un’immagine della Valle che i sinistri sarebbero autorizzati a criticare, ma non i destri.

    E’ una contraddizione di questa regione, come quella che poco fa, 10 novembre, mi ha permesso di trovare sotto abeti e neve sui 1400 di quota un kg di porcini doc. Slurp!

  12. pippo Says:

    e che dire del minipoligono di tiro alle porte del Parco del M. Avic ?

  13. Penelope Says:

    @ pippo: Berger non ha limiti al suo EGO. A lui tutto è concesso da Colui che tutto può! Anche Luigino B. tutto può: prosciugare i torrenti sottraendo loro l’acqua da turbinare nelle sue infinite centrali, far fare delle finte piste (?!!!) per ciaspole sotto le quali far passare i suoi tubi della condotta x la centrale, creare un parc animalier alle porte del parco Mont-Avic, dopo che quello del col di Joux è stato giudicato dai veterinari inadeguato, far fare alla Regione un’ennesima strada in mezzo a una pineta secolare per far arrivare i pulman di turisti dritti dritti al suo Hotel a Chevrere, tagliando fuori gli altri esercizi commerciali di Fabbrica….prelevare molta più acqua (di quella stabilita nel contratto) da turbinare dal canale di proprietà del consorzio di miglioramento fondiario di Champdepraz, pare senza neppure pagarla il dovuto… Tutto tace, nessuno sa niente….

  14. bruno courthoud Says:

    E’ quello che costruisce e poi si rilascia la concessione?

  15. bruno courthoud Says:

    E’ anche quello che va a cena a Brusson chez Rollandin?

  16. bruno courthoud Says:

    Scusate, stavamo parlando di bestie da abbattere.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: