Facili lacrime


Insomma il nostro sindaco si indigna. Prova sdegno e orrore. Ci è mancato poco che non si sia messo a piangere per la strage di Lampedusa. Sofferenza e morte di poveri disgraziati. E’ lo stesso sindaco che ieri ha emesso un’ordinanza contro l’accattonaggio molesto. Trecento euro di multa per chi è senza casa e per i mendicanti che “possono essere causa di potenziali situazioni di pericolo“. Fa strano perciò che oggi i rifugiati siano per Giordano fonte di dolore e non piuttosto ” fastidiosi, molesti e petulanti, talvolta anche a mezzo di strumenti di diffusione sonora o strumenti musicali in maniera continuativa, mostrando o simulando menomazioni fisiche, utilizzando minori e/o animali, allo scopo di impietosire ulteriormente i cittadini, cercando di incidere così sul sentimento di pietà di questi ultimi al fine di ottenere in maniera più agevole dazioni di denaro” (aostasera.it). Dopotutto sempre disgraziati sono. Non voglio fare demagogia, solo sottolineare una contraddizione che mette in luce l’ipocrisia di cui siamo tutti più o meno coinvolti e di cui il primo cittadino ci fa da fulgido esempio. Si piange facile quando le tragedie sono a chilometri di distanza.

Annunci
Explore posts in the same categories: Brutto esempio, Degrado morale, Mala Educazione, Uomini politici, Vergogna

Tag: , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

10 commenti su “Facili lacrime”

  1. Bisker One Says:

    Si piange facile mentre si cavalca l’onda. Lunedì nessuno ne parlerà più. E’ questa la forma più grave di ipocrisia di cui si macchiano tutti quanti al momento: politici, organi di informazione, perfino i blogger. Tutti ci marciano oggi, poi, passata la festa, gabbato lu santo. Siccome quello di Lampedusa è un vecchio problema che l’Europa ha bellamente scaricato sulle spalle dell’Italia, e che l’Italia non ha nessuna intenzione di risolvere, fare i piagnoni in pubblico non ha nessun senso.

  2. cittadinanza reattiva Says:

    Forse questo blog è frequentato solo da persone sagge e attente, ma a noi sembra proprio così: solo IPOCRISIA, tanta e gestita al limite del ridicolo.

    Una classe politica che ogni volta che comunica alla cittadinanza si copre di ridicolo,…..però ….però negli appuntamenti elettorali sembra che la scampino sempre.

    Forza ognuno faccia la sua parte, evidenziamo queste dicotomie di comportamenti, scriviamone, parliamone, rendiamo pubblico chi non rappresenta più una Società che sta crescendo – reagiamo – ognuno con i suoi mezzi e con i propri talenti.

  3. Ugo Says:

    Da Spinoza.it una battuta che racchiude in sé tutta l’ipocrisia di molti italiani:
    “L’Italia è quel paese che se ci nasci non hai diritto di cittadinanza, ma se ci muori proclamano lutto nazionale.”

  4. tagueule Says:

    Lampedusa 3 ottobre 2013
    Rutto Nazionale

  5. Gelindo de Cogne Says:

    Contraddizioni: no al calcetto in piazza, ma sì a chi ti importuna per farsi dare dei soldi. No al karaoke in piazza Narbonne, ma sì alle fisarmoniche a tutte le ore nel salotto di Aosta.

  6. patuasia Says:

    Signor Gelindo di Cogne, mi sembra che lei sia un po’ confuso. A parte che chi chiede i soldi e chi suona le fisarmoniche lo fanno non certo dopo le dieci di sera e poi cosa c’entrano con il post?

  7. Gelindo de Cogne Says:

    @patuasia

    Il Sindaco non può piangere la morte di innocenti e nello stesso tempo garantire la vivibilità del “salotto” di Aosta? Mi sembra lei un po’ confusa. Vorrebbe il salotto, però allo stesso tempo nel salotto vuole solo chi sta simpatico a lei. Immagino che un torneo di calcetto di profughi e rifugiati lo vedrebbe di buon occhio anche in piazza (carità cristiana?).

    PS: dopo le 10 di sera d’estate chiedono i soldi e suonano le fisarmoniche, ma forse lei si ritira verso le 9.

  8. Gelindo de Cogne Says:

    @patuasia

    Non voglio essere troppo polemico, però trovo che la pietà e la misericordia non debbano prescindere dal decoro urbano.
    Ps: Capisco il disagio creato dal karaoke a tutto volume.

  9. patuasia Says:

    Signor Gelindo, lasci perdere le battutine: sono così scontate. Risponderle mi costa fatica perché mi sembra di affrontare i soliti pallosissimi luoghi comuni. Primo fra tutti il buonismo così tanto in voga. Allora… non c’è giorno che passi senza capannette, capannoni, tende e tendarelle sulla piazza principale tanto che occorrerà presto prenotare per poter scattare una foto senza… e lei mi viene a parlare di decoro compromesso per un paio di disgraziati che chiedono l’elemosina? (Mai visti né sentiti la sera eppure abito a due passi dalla piazza). Normalmente non li ascolto, altro che buonismo, ma certamente non sono loro a darmi fastidio.(Per principio non do l’elemosina a nessuno, semmai preferisco offrire un caffè e non sono buona per questo: solo gentile.). Per salvaguardare il decoro urbano che è un mio cavallo di battaglia, ci vuole ben altro. Facile prendersela con i più deboli per dare un contentino da sceriffo (leghisti esultano). Più difficile avere una strategia di valorizzazione complessiva del nostro centro storico. Ecco perché le lacrime del sindaco non sono credibili.

  10. Gelindo de Cogne Says:

    @ patuasia

    Se le costa fatica non mi risponda.
    Non è un discorso di buonismo o meno. Non capisco perché il Sindaco non possa contestualmente indignarsi per la tratta dei migranti e multare un comportamento scorretto.
    Visto che la piazza (emblema del mondo?) è un caos siamo legittimati tutti a fare quello che vogliamo?
    Conosco tanti disgraziati che non approfittano della pazienza altrui!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: