Made in China?


Un anno è trascorso da quando una delegazione del Comune di Aosta, guidata dal sindaco, Bruno Giordano, insieme agli assessori al Turismo e Cultura, Patrizia Carradore e Andrea Paron e ai consiglieri, Cristina Galassi e Iris Morandi, si è recata in Cina in visita ufficiale nella città di Kaifeng. Sarebbe interessante conoscere oggi quali sono stati i progetti di scambio internazionali promossi per sviluppare i rapporti di amicizia e crescente collaborazione. Quali sono stati i risultati finora raggiunti da questo gemellaggio istituzionale; quali le prospettive economiche a beneficio delle rispettive collettività. Sarebbe oltremodo interessante verificare il perché la città di Kaifeng è interessata a capitalizzare l’esperienza e la “professionalità” che Aosta ha acquisito nell’ambito della conservazione dei Beni culturali. Le ringhiere della Porta Pretoria sono made in China?

Annunci
Explore posts in the same categories: Archeologia, Aria fritta, Casta, Chiarezza, Curiosità, Delirio, Gemellaggi, Mala politica, Politica valdostana, Turismo, Uomini politici

Tag: , , , , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

8 commenti su “Made in China?”

  1. Il Pretoriano Says:

    No, sono andati a fare da” testa di ponte” alla successiva venuta dell’Imperatore Cesare Augusto Arduino che doveva trattare le turbine per CVA…!

  2. vincenzo caminiti Says:

    I cinesi tra l altro sono famosi per la velocita con cui posano i cubetti di porfido i nostri potevano almeno chiudere un contratto per piazza della cattedrale e piazza roncas almeno sarebbero state finalmente pedonalizzate

  3. robertomgreco Says:

    Lo avevo solo pensato un anno fa’,ora lo scrivo anche: non avevo apprezzato la partecipazione della Consigliera Iris Morandi al viaggio in compagnia degli altri componenti la delegazione.Avrei preferito che in Cina ci fossero andati quelli della maggioranza solamente.

  4. Bisker One Says:

    Visto quanto sono diffuse quelle ringhiere in giro per il mondo, oserei davvero dire che sono frutto di questo gemellaggio.

  5. anselo Says:

    Già..le turbine cinesi…non ho più sentito nulla dell’affaire CVA,la ditta di Genova poi assorbita ecc ecc. ci sono notizie o e’ tutto insabbiato?

  6. tagueule Says:

    @robertomgreco Dice:
    …non avevo apprezzato la partecipazione della Consigliera Iris Morandi al viaggio in compagnia degli altri componenti la delegazione.Avrei preferito che in Cina ci fossero andati quelli della maggioranza solamente.

    Cina o Spagna purché se magna 🙂

  7. exit paul Says:

    Ben poco da magnare. E all’epoca il Sindaco precisò che tutta l’ospitalità era stata pagata dai cinesi.
    Va bene chiedere conto dei risultati della collaborazione (immagino, nulli o quasi), ma pretendere che i politici non si possano neanche muovere con i soldi di chi li ospita mi sembra davvero troppo.
    E poi: di sprechi in Regione ne vedo ancora troppi, di sprechi nei Comuni, di questi tempi, ne vedo davvero pochi.

  8. patuasia Says:

    Signor exit paul, il mio post verteva su alcune domande chiare su ciò che nel frattempo si era realizzato e non sui costi sostenuti.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: