Città a confronto: Madrid


Verde verticale a Madrid.

Verde verticale a Madrid.

A Madrid c’è una parete che è stata trasformata in giardino pensile. L’effetto è scenografico. Dà respiro. Traduce la banalità di un intonaco in un’aiuola verticale, quasi impossibile. Crea un luogo riconoscibile. Un appuntamento con la cultura e con la bellezza. Aiuta a vivere. Una soluzione adottata in diverse realtà urbane fra cui Parigi nel suo celebratissimo Musée du Quay Branly con il muro vegetale di Jean Nouvel.

Annunci
Explore posts in the same categories: Architettura, Arredo urbano, Bellezza, Buon esempio, Buone pratiche, Cultura viva

Tag: , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

5 commenti su “Città a confronto: Madrid”

  1. Luca Says:

    Buondì,
    in realtà non si tratta di un giardino pensile ma di un giardino verticale (http://it.wikipedia.org/wiki/Giardino_verticale). Si tratta di un bell’esempio di uso del verde per diversi motivi:
    1) assorbe l’inquinamento
    2) permette di migliorare il comportamento termico di una parete
    3) permette di recuperare una parete degradata.

    Non so se in VdA qualcuno abbia mai realizzato qualcosa del genere. E’ da un po’ di tempo che cerco di capire se ci sono piante adatte al nostro clima anche se mi sembra di capire che ne esistano.

    Molte zone degradate presenti in città potrebbero essere recuperate in questo modo.

    Le pareti verdi possono poi essere impiegate all’interno di un ambiente come mostrato qui

    Saluti

  2. patuasia Says:

    Vero, signor Luca, il termine esatto è verticale che infatti ho usato nella didascalia, mi piaceva usare pensile per dare una continuità storica ai giardini urbani in salita, ma probabilmente è fuorviante. Sarebbe fantastico ci fossero piantine adatte anche per il clima di Aosta: quanti muri grigi si trasformerebbero in prati verdi e darebbero alla città una fisionomia più sana.

  3. Luca Says:

    “quanti muri grigi si trasformerebbero in prati verdi e darebbero alla città una fisionomia più sana”

    Sarebbe un bell’esperimento a cui sottoporci.

    Credo che ci siano comunque dei problemi tecnici da risolvere: per l’irrigazione e la concimazione esiste un sistema di tubazioni posate con le piante, però si pone il problema dell’energia per alimentare le pompe (in un caso a Milano usano il fotovoltaico), il consumo d’acqua, la manutenzione (potature etc) e la presenza frequente di un agronomo. I costi potrebbero essere importanti e sostenibili forse solo dalle pubbliche amministrazioni.

    Credo inoltre che chez nous potrebbe esserci il problema dei serpenti annidati sulla facciata: ho sentito non poche volte la mia bisnonna consigliare di non lasciare crescere le edere sulle facciate delle case vecchie proprio per evitare di trovarsi un amico rettile alla finestra.

    Aspetto l’intervento di un lettore agronomo che potrà chiarire questi aspetti. Detto questo, concordo sul cambio di fisionomia che questa pratica darebbe alla città; in più si deve considerare che essendo un’opera viva cambia con il tempo, stagioni comprese. Immagino la sinfonia di colori a cui si potrebbe assistere!

    Peccato non aver studiato da agronomo.

    Saluti!

  4. patuasia Says:

    Credo che la proposta sia inapplicabile per una città come Aosta. Se il verde orizzontale soffre di incuria e di abbandono, figuriamoci quello verticale e poi i costi sono ormai proibitivi. Però sognar non guasta mai.

  5. Luca Says:

    “Però sognar non guasta mai”

    Credo che in questo periodo sia la cosa che conta più di tutte, in mezzo a tutte le difficoltà che dobbiamo affrontare.

    Buona serata e grazie per lo scorcio “verde”.

    Saluti


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: