Domenica di sub-cultura


OLYMPUS DIGITAL CAMERA OLYMPUS DIGITAL CAMERA

E… dulcis in fundo, ecco le mostruosità contemporanee che dovrebbero allietare i cittadini e i turisti. Colori e sapori in forme stravaganti e simpatiche. Tra hamburger di frutta su tre ruote, ragni giganti che proteggono auto di ultimo modello, cavallini sonanti, erba sintetica e coni gelato giganti… la nostra città è la Capitale mondiale della new pop-sub-art!

Annunci
Explore posts in the same categories: Bruttezza, Critica, Cultura morta, Degrado morale, Degrado urbano, Delirio, Mala Amministrazione

Tag: , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

11 commenti su “Domenica di sub-cultura”

  1. Il Pretoriano Says:

    Ma come,
    questo ce lo hanno sempre presentato come il salotto buono di Aosta, dove tanti e tanti euro sono stati spesi malamente per vedere una piazza con la P maiuscola ed invece ci hanno restituito nel tempo una piazza spersonificata, senza quegli accorgimenti tecnici che ci fanno fare oh..oh! quando siamo stati su mille altre piazze d’Italia e non.

    Un turista che attraversa o sosta nella nostra Piazza Chanoux non ha purtroppo assolutamente quella “sensazione” di essere nel salotto buono di Aosta.

    La Piazza deve essere sì quel luogo di rappresentanza ma allo stesso tempo deve permettere a chi vi sosta di godere e di vivere il luogo come ” il centro” del confronto, delle idee, dove la gente possa confrontarsi ed esprimersi, possa contestare o applaudire.

    Ma, haimé aspetti questi che oggi si possono solo dire e fare nelle Segreterie dei partiti o all’interno dei numerosi locali/bar che si affacciano sulla Piazza, pure “bettole” che la nostra non meriterebbe di avere.

  2. maicol Says:

    eh no l’hamburger è semplicemente splendido! adorooo 🙂

  3. giancarlo borluzzi Says:

    Aggiungerei:Aosta sarà la capitale mondiale degli ingorghi su strada importante.

    Per rincasare, passo davanti all’ingresso da via Roma al parcheggio dell’ospedale (sapete che è in costruzione?) e mi sono ora evidenti le due rampe di entrata e uscita auto.
    Via Roma è trafficata, pensate alle auto che frenano per entrare e a quelle che si immetteranno sulla via una volta uscite dal parcheggio? Gli spazi sono minimi, forse ci sarà un semaforo…

    Gli spazi erano invece grandi relativamente alla nota nuova stazione di rifornimento con carburanti senza marchio.
    Chi ci entra (io l’ho fatto per vedere il tutto, non per rifornirmi, lì non lo farò mai) resta stupito per la criticabile disposizione in pianta dei parcheggi.
    Se ci sono contemporaneamente tanti utenti (c’è pure un ristobar) si creano problemi vari che si sarebbero evitati con un diverso posizionamento degli spazi per le auto.

  4. Gelindo de Cogne Says:

    @Borluzzi

    D’accordo sulla sostanza, però è anche vero che se sulla statale si rispettassero i limiti di velocità verrebbero meno molti inconvenienti.

    Ps: il parcheggio dell’ospedale sembra esteticamente bello, però avrebbero dovuto consegnarlo a metà maggio…

  5. bruno courthoud Says:

    @Gelindo: il capitolato d’appalto prevederà senz’altro le dovute penali per il ritardo e per eventuali lavori non eseguiti “a regola d’arte”. Il collaudo, come il controllo della bontà delle opere in fase di esecuzione, sarà senz’altro molto severo e meticoloso, come tutto in questo paese.

  6. Il Pretoriano Says:

    @ bruno courthoud:
    perché non scommettiamo chi sarà o saranno i tecnici incaricati del collaudo tecnico-amministrativo?

  7. bruno courthoud Says:

    persone molto competenti, al di sopra delle parti, inossidabili ad ogni lusinga o tentazione di corruzione, come sempre succede in questo paese!

  8. maicol Says:

    molto traffico si è spostato dall’autostrada alla statale indovinate perchè …

  9. giancarlo borluzzi Says:

    Time is money, maicol, e in più si consuma maggior carburante: non so se la scelta è saggia.

  10. maicol Says:

    non è conveniente come girare mezza aosta per trovare il distributore che fa un paio di centesimi in meno al litro che sul pieno di un’utilitaria incidono come una goccia d’acqua nel deserto eppure c’è chi lo fa …

  11. maicol Says:

    purtroppo lo fanno anche camion e furgoni della gente che lavora ormai con l’andata e ritorno da aosta a pont-saint-martin ci paghi il pranzo per te e per l’operaio se te lo puoi ancora permettere, siamo a sto punto …


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: