L’ex maggiordomo!


Leonardo La Torre sa benissimo che oggi vale tanto oro quanto pesa (poco) e vuole incassare il giusto compenso. La delicatissima posizione della maggioranza gli conferisce un ruolo determinante, pertanto sa che può chiedere più di quello che gli viene dato e che reputa inaccettabile. E’ la vendetta dell’ex maggiordomo che vuole finalmente rivendicare il merito della sua storia personale e politica e che in definitiva si concentra in 1.422 voti. Poter guardare l’ex padrone negli occhi non gli sembrerà vero. Si sentirà finalmente un uomo.

Annunci
Explore posts in the same categories: Cultura morta, Degrado morale, Favori, Folclore valdostano, Mala politica, Politica valdostana, Uomini politici

Tag: , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

5 commenti su “L’ex maggiordomo!”

  1. Mistinguet Says:

    Chissà se anche lui ha portato via pacchi di carte come il maggiordomo di Papa Benedetto XVI°?

  2. Falce e martello Says:

    Penso che l’ex maggiordomo starà bravo e zitto fin quando il suo quasi ex datore di lavoro Milanesio non farà nuove richieste al suo compagno di merende Rollandin.

  3. bruno courthoud Says:

    Pur essendo arrivato ultimo alle elezioni, pensa di fare e di essere il craxi della valle d’aosta: qualche cosa “a latere”, per calmarlo, gliela daranno pure. Certo che questi politici non hanno molta fantasia, si comportano tutti allo stesso modo!

  4. Elio Says:

    Signor Leonardo , non so se lei conosce il gioco degli scacchi. Li’ chi comanda sono il re e la regina ; solo il cavallo puo saltare di qua’ e di la’ ; La Torre deve sempre andare diritto. Il pedone all’incontrario puo’ mangiare a destra e a sinistra.

  5. tagueule Says:

    Scusate, questo non è un commento sulla politica, ma politico nel senso aristofanesco.

    La Stampa http://tinyurl.com/penqese

    La Torre: «Non abbiamo documentazione se non per quanto speso per il nostro giornale. La legge non prevedeva di presentare pezze giustificative. Potevano esserci delle richieste di verifica annuali da parte degli uffici della presidenza del Consiglio. Tenevamo le ricevute per un anno»

    Chiunque, imprenditore o semplice cittadino adulto, faccia le dovute considerazioni rispetto a ciò che a lui tocca per legge e burocrazia. Insisto nel dire che negli ultimi 20 anni i politici, tutti, si sono sentiti al di sopra della legge oppure si sono attribuiti il diritto di “non sapere” nemmeno il minimo indispensabile che una vita adulta richiede in termini di responsabilità. Noi a sbatterci tra mille cavilli, spesso nascosti volontariamente, loro a non sapere nemmeno che gli oneri sociali e previdenziali sono in parte a carico del datore di lavoro, in parte a carico del lavoratore. Eppure tutti lì: chi ad amministrare le nostre risorse, chi a programmare le nostre vite sociali, culturali e imprenditoriali, chi a propagandare il Verbo, la verità, il bene. Dall’altra parte, purtroppo, noi, gli stronzi, che quelle cazzate continuiamo a berle facendoci governare da quasi dieci lustri da una branco di incapaci che conosciamo bene, con alcuni dei quali siamo pure andati a scuola. E già a scuola erano viscidi e sfigati. E pure oggi in alcuni bar e circoli sono per tutti viscidi e sfigati. E ci raccontiamo delle loro manie note a tutti che a volte sono vere e proprie filìe. Dei loro vizietti. Delle loro mogli che li cornificano umiliandosi e umiliandoli. Siamo una società incredibile.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: