Braccia rubate!


Braccia rubate!

Braccia rubate!

Annunci
Explore posts in the same categories: Agricoltura, Analisi spicciola, Chiarezza, Cultura morta, Degrado morale, Mala Amministrazione, Persone pubbliche

Tag: , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

34 commenti su “Braccia rubate!”

  1. bruno courthoud Says:

    spoil’s system vuole così! a breve le nuove nomine (di solito intorno a ferragosto). Per me si tratta tutte di deliberazioni NON motivate che una qualsiasi commissione di controllo boccerebbe!

  2. bruno courthoud Says:

    Un eventuale ricorso era la grande preoccupazione di Viérin in sede di prima applicazione, poi tutto andò come andò (con la benedizione di partiti e sindacati, ricordatevi sempre di Minelli, grande CGIL). Per noi dirigenti (quelli ingenui e sprovveduti), per darcela da bere, organizzarono un inutile corso tenuto da docenti della Bocconi.

  3. charlie victor Says:

    sempre su queste qualità andate a vedere lo scempio perpetrato sulla parete est dell’arco d’augusto con l’installazione dell’impianto elettrico!!! roba che se uno se lo fa a casa sua…

  4. Graziano Binel Says:

    E allora? Le braccia rubate al savoir faire agricole e che ben bene lo conoscono e in più possiedono forse un lumicino di cultura tradizionale in limits ti dà fastidio? Che cosa proponi? Nomi, gnomi e cognomi for courtesy.

  5. patuasia Says:

    Cosa c’entra la cultura tradizionale con la Porta Pretoria? So che chiedo il massimo, ma il nome e il cognome li ha voluti lei. Vorrei per la nostra Soprintendenza un uomo della caratura di Salvatore Settis. Impossibile vero? Beh, allora mi contenterei di un bel concorso nazionale per titoli. Almeno le pubblicazioni fatte sarebbero attinenti al soggetto da preservare e non al tipo di pesticida da usare contro la ruggine dei tuberi.

  6. michelchamen Says:

    come sempre la Signora usa l’arroganza…Tranquillo Graziano….meglio il nostro savoir faire agricole.

  7. libero Says:

    Michel ma che cazzo scrivi? Chiedere di avere Settis al posto di Domaine è essere arroganti? secondo me essere dei Soprintendenti ai beni culturali senza averne il titolo è un atto di arroganza spregiudicata e benedetta dai politici.

  8. giancarlo borluzzi Says:

    Quando si evidenzia il localismo di chi possiede cognomi tipo Binel e Chamen il divertimento è potenzialmente dietro l’angolo.


  9. giancarlo borluzzi Dice:

    26 giugno 2013 a 20:39

    Quando si evidenzia il localismo di chi possiede cognomi tipo Binel e Chamen il divertimento è potenzialmente dietro l’angolo.
    **************************
    CONDIVIDO

  10. giancarlo borluzzi Says:

    Uno smack a Giorgio Bruscia !

  11. Frank Burgay Says:

    Ma, mi chiedo… se ha il savoir faire agricole, perché non lo impiega nell’agricoltura?

  12. charlie victor Says:

    il sig Domaine da un po’ gira con un SUV da 60 mila euro,,o forse di più,..avrà avuto un premio di produzione o forse un aiutino…??

  13. michelchamen Says:

    Signor Borluzzi, ma lei cosa ci sta ancora a fare in Valle visto che non gli piace niente né del localismo, né della cultura, né delle tradizioni usi e costumi locali?

  14. giancarlo borluzzi Says:

    A me piacciono le montagne, che appartengono a tutti gli italiani.
    Mi piace il fresco della Valle e la sua vicinanza a Svizzera e Francia.
    Il localismo valdostano è un’aberrazione perché predica l’integralismo fondato sulle palle, le palle della Valle.
    Che esista una cultura locale a me sfugge, vista l’eterogeneità dei residenti. Chi si ritenesse padrone di casa è un povero cretino.
    Tradizioni, usi e costumi: quali sono? Quelli di chi lancia oggetti nel cielo della Grand Place e poi li colpisce quando scendono verso terra?
    In Friuli, Toscana, Lazio e Liguria nessuno rompe il membro con le cacchiate dei talebani valdostani.

  15. michelchamen Says:

    Sì anche gli sport tradizionali insieme ai combats de reines fanno parte delle nostre tradizioni. Come il patois il francese fanno parte della nostra storia e della nostra vita di tutti i giorni.

  16. giancarlo borluzzi Says:

    Il francese fa parte della fantasia di una miniminoranza dei 125mila residenti in Valle.

  17. michelchamen Says:

    E sicuramente non della destra che fortunatamente è sparita dal Consiglio Valle.

  18. giancarlo borluzzi Says:

    Se reputi Lattanzi e Paron di destra sei mal preso….

  19. Renzo Says:

    Signor Giancarlo Borluzzi… inizierei dicendo che per quanto quello che dico le possa dare molto fastidio, le montagne valdostane – e tutto ciò che di puro è racchiuso al loro interno – sono state, sono oggi e saranno anche domani prima di tutto dei valdostani (chi lo è da sempre e ben inteso anche chi questa terra la ama e difende nel suo particolarismo storico).

    Continuerei osservando come questo disprezzo tradisca, molto sovente, il fastidio di sentirsi senza radici: dunque la miglior cosa da fare è chiaramente cercare di distruggere anche quelle altrui.
    Ma se non è riuscito in questo intento il fascismo…
    NON CI RIUSCIRÀ NE LEI NE L’EUROPEISMO.
    SI METTA L’ANIMA IN PACE.

    Per quanto paradossale possa sembrare è proprio l’attacco feroce a ogni identità e minoranza a rafforzarle e a ri-tirare fuori l’orgoglio per la propria terra e il desiderio di difenderla.

  20. patuasia Says:

    Il signor Borluzzi ha la capacità di dirottare sempre tutti i post nell’unico argomento che gli interessa, non ne discuto la validità ma lo pregherei di attenersi al tema dell’articolo, in questo caso la non competenza professionale dell’attuale Soprintendente ai Beni culturali ex dirigente all’assessorato all’Agricoltura, anche per evitare debordi nazionalistici.

  21. giancarlo borluzzi Says:

    Chiedo perdono in ginocchio.

    Però una lettura complessiva della dinamica della discussione evidenzia la ciliegia che attira l’altra…

    Noto comunque che l’armamentario replicativo del Renzo che qui si è esibito racchiude insuperabili squisitezze illuminanti l’abito mentale di un gustoso insieme di residenti (per fortuna di entità assolutamente inferiore a quella che i medesimi vorrebbero far passare).

  22. Raggiodiluna Says:

    Il signor Borluzzi è squisitamente fuori luogo, pare un mago che dal suo cappello a cilindro fa comparire tutte le sue paure… e più che definirlo “unico argomento che gli interessa” a me pare l’unico argomento che ha, per il resto argomenta ben poco.

    [dal lat. argumentum, der. di arguĕre “dimostrare”]
    TRECCANI docet.

    Ma comunque….
    Il prototipo Settis rappresenta -a parer mio- il legittimo archetipo del tipo antropomorfico che potrebbe accedere alla carica di cui trattasi nell’argomentazione proposta, ma solo ed unicamente mediante concorso per titoli ed esami.

  23. Il Pretoriano Says:

    La Restitution dei monumenti valdostani…! deve aver reso bene al Sovrintendente Architetto che oltre al SUV scorazza tra le mura con una potente Porsche grigia metallizzata di altrettanti mila euro…! E la GDF dov’è? Ma naturalmente a caccia di scontrini di gelato dei bambini per la lotta all’evasione fiscale della povera gente..!Vergogna.!
    E intanto la Porta continua ad essere seviziata e maltrattata dall’incompetenza anche del Sovrintendente che ad oggi non ha preso nessuna posizione almeno controribattendo alle varie accuse sul blog e sostenendo il progetto da lui approvato.

  24. chamen michel Says:

    controribattere alle accuse di un blog?????ahahaahah

  25. libero Says:

    Michel per favore stai zitto! Ma com’è che gironzoli sempre da ‘ste parti?

  26. michelchamen Says:

    Stai zitto lo dici poi a qualcun’altro. Poi come ci curiosi tu non posso curiosare anche io? Da queste parti?

  27. libero Says:

    Ma me questo blog piace, sei tu che non lo sopporti e allora che fai mangi quello che ti fa schifo?

  28. michelchamen Says:

    Quindi in un blog può commentare solo chi concorda con quanto si dice? Chi dice la sua opinione non allineata deve tacere? Poi sopratutto da anonimi non mi faccio zittire.

  29. Il Pretoriano Says:

    Chiederei al Sig. Chamen di argomentare sulla restitution della Porta, di commentare l’intervento e di sapere se per lui è un recupero corretto e intelligente.

  30. michelchamen Says:

    Come ho già avuto modo di dire in altri luoghi a me l’intervento non dispiace. Può non essere la soluzione più consona per rendere fruibile un sito storicamente rilevante però a me l’idea delle passerelle piace. Aspetto la fine dell’intervento per una valutazione d’insieme del lavoro. Poi io non avrò le competenze per valutare correttamente l’intervento però questa è la mia valutazione da cittadino.

  31. Ugo Says:

    Scusi Chamen, ma che competenze ci vogliono per valutare un intervento architettonico? Solo gli architetti possono dire bello o brutto?

  32. tagueule Says:

    Chamen, da anonimo: “Ma vai a cancun”

  33. michelchamen Says:

    Infatti ho detto che non mi dispiace al momento. Aspetto la conclusione dei lavori.

  34. giancarlo borluzzi Says:

    La posizione di Chamen è pregiudiziale, lo scempio è opera di localisti e lui è localista. Cosa debba aspettare per giudicare non lo so, lo scempio è sotto gli occhi di tutti, solo chi non vuol vedere non vede.
    Proporrei a Patuasia un sondaggio sulla maggior cazzata aostana tra le seguenti tre Grazie: Porta Pretoria, ponte sul Buthier, architettura (si fa per dire) visibile in via Corleans a copertura dei reperti.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: