Mezzogiorno di fuoco


Gary Cooper è stato il mio primo grande amore di bambina. Quel “Mezzogiorno di fuoco” è rimasto per me un film indimenticabile. Ha scolpito nel cuore un ideale maschile difficilmente rintracciabile nella quotidianità di ogni tempo e di ogni dove. Come posso non provare quindi una schietta simpatia verso chi lo ripropone in versione simbolica come lotta del bene contro il male? I pentastellati valdostani (che ho sempre visto al di fuori dei parametri che uso verso i colleghi nazionali) promettono una resa dei conti senza precedenti. Infatti, mai parole così dure, esplicite, dirette sono state usate nella politica de nos atre. Il Consiglio regionale, con la loro presenza, toccherà temperature molto elevate, fuori dai pronostici meteorologici delle stagioni. E sarà un bene. Mi auguro però che la loro attenzione non venga posta solo sul fronte della giustizia che è comunque fondamentale, ma anche in quello propositivo della politica. Cioè, vorrei che i neoconsiglieri del M5s non fossero solo attenti alle denunce contro questo o quel politico, ma sappiano anche elaborare delle sane e condivisibili prospettive.

Explore posts in the same categories: Coraggio, Politica valdostana, Resa dei conti, Uomini politici

Tag: , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

5 commenti su “Mezzogiorno di fuoco”

  1. giancarlo borluzzi Says:

    @ Patuasia.

    Ma l’Alan Ladd in Shane/Il cavaliere della valle solitaria – 1953 – non è migliore oltreché più sfaccettato come ideale maschile?
    Non solo rispetto della legge, ma anche di una moglie che avrebbe forse cornificato il marito proprio con lui in mezzo al parco Teton. Cooper posponeva la neo moglie (ricambiato) alla stella da sceriffo…

  2. patuasia Says:

    La giustizia avant tout. E poi Alan Ladd era troppo biondo.

  3. marburg Says:

    …e poi era bassetto e recitava in piedi su uno sgabello.

  4. giancarlo borluzzi Says:

    … ma si allontana dalla valle solitaria dicendo al ragazzino, invaghitosi della capacità di sparare del “cavaliere”, che non si deve uccidere: ma lui aveva ucciso un solo delinquente, mentre Cooper di più e senza rammarichi (certo, aveva la copertura della stella da sceriffo…).

  5. giancarlo borluzzi Says:

    L’opposizione di patuasia e marburg a Brunetta e Berlusconi, ma anche alla Meloni, a Fanfani e magari a Vittorio Emanuele terzo è legata all’ideologia politica o al responso del metro dei sarti?

    Sarebbe bello se il M5S nostrano non si limitasse alla sola critica, ma, se svolgerà bene questa, sarà già parecchio.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: