Ballottaggio! Contrordine compagni


Evvai! Contrordine compagni, nessun ballottaggio. Questa legge elettorale è veramente un rompicapo, non si capisce niente! Prima cosa: cambiarla? Comunque il risultato non sarebbe stato diverso, siamo a 18 da una parte e a 17 dall’altra e così sarebbe stato. Mi sento soddisfatta, non mi aspettavo un miracolo, in politica non accadono mai, ma un po’ di cambiamento e questo c’è stato. Il Pd ha tenuto, l’Alpe anche (speravo qualcosa di più), l’UVP ha fatto il suo exploit (speravo qualcosa di meno), molti tromboni unionisti sono stati spazzati via, la Fédération è morta, è morto anche il PdL, la Stella alpina, con la Lega, non è cresciuta come sperava, il M5s entra con due consiglieri, Rollandin ha ridotto il suo consenso personale, ci sono cittadini che provengono dalla società civile… insomma rispetto alla legislatura passata, mi sembra che le cose siano diverse no? Non male davvero.

Explore posts in the same categories: Elezioni, Politica valdostana

Tag: ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

42 commenti su “Ballottaggio! Contrordine compagni”

  1. madpack Says:

    ma anche col ballottaggio si andrò a perdere, non penso che il pdl appoggerà il listone Alpe/PD/UVP, semmai i 5S, mah… proprio felice del risultato, ormai quasi definitivo, non sono…

  2. Nemo Says:

    Pagherebbero per servire (Cit.)

  3. patuasia Says:

    Signor madpack i miracoli non esistono, soprattutto in politica e soprattutto nell’inamovibile Italia e ancor più nell’immobile Valle d’Aosta. Io invece sono soddisfatta, per la prima volta dopo decenni l’Union valdotaine con il suo comandante capo, si trovano in difficoltà. In Consiglio sono entrate persone nuove in quasi tutti i partiti. Probabilmente perderemo al ballottaggio, ma i rapporti in Consiglio saranno sospesi a un filo e sicuramente la maggioranza non potrà fare ciò che vuole. Non male.

  4. Bisker One Says:

    Sembra definitivo: niente ballottaggio. In ogni caso avrebbero avuto lo stesso risultato: 18 a 17, quindi il Partitone dovrà fare i conti con eventuali mal di pancia, soprattutto quando dovranno far passare il bilancio.

  5. L'isola felice Says:

    DONZEL e FONTANA,VIERIN e LANIECE, persone nuove? Cito solo alcuni nomi altrimenti diverrebbe un inutile elenco di idiozie…..che ridere!!!!

  6. patuasia Says:

    Signor isola felice, se lei non vede nessuna differenza rispetto alla passata legislatura mi dispiace per lei.

  7. massimo Says:

    meglio così! con il ballottaggio sarebbe probabilmente finita 21 a 14 , invece che 18 a 17; e governare con un solo seggio di differenza è molto diverso! Complimenti a Roscio e Guichardaz!

  8. Bisker One Says:

    @L’isola felice (?????)
    Così a fiuto circa un terzo dei futuri consiglieri sono persone nuove, mentre nomi “eccellenti” sono stati “eccellentemente” trombati. Lo dico senza aver sottomano i dati definitivi – non hanno ancora finito lo spoglio delle preferenze, al momento in cui scrivo. Se questo equivale a “nessuna differenza”… beh.

  9. L'isola felice Says:

    si una grande differenza c’è….abbiamo l’uv in maggioranza e uv…p in minoranza(vale a dire la stessa cosa seduta in due poltrone differenti)….e poi ci sono le solite persone spinte dai partiti (vedi gli eletti del PD….). Non voglio togliere nulla alle persone nuove, spero in loro, ma dubito fortemente visto i voti ottenuti dai vari Donzel della questione (ricordo che è quello che ha rinunciato a ben 100 euro del suo misero stipendio!!!!)

  10. Bisker One Says:

    Rettifica: quasi due terzi sono volti nuovi. Anche questo sembra non voler dire una cippa, per qualcuno che vive davvero in “un’isola felice” e i piedi per terra non li mette da un po’.

  11. Pierre_1 Says:

    i nuovi sono veramente tanti, molti dei yesman di Rollandin sono spariti, l’equilibrio è instabile, questo è molto importante

  12. kontrotendenza Says:

    Situazione cambiata non mi sembra, adesso inizia il “calciomercato”

  13. patuasia Says:

    No, signor massimo, al ballottaggio i seggi sarebbero rimsti 18 a 17 così dice la la pessima e intricatissima legge lettorale, e credo che difficilmente la coalizione del centrosinistra sarebbe andata in maggioranza con i grillini che non si sarebbero schierati da nessuna parte e con il PdL e Fédération che avrebbero indicato di votare Union, in cambio di qualche favore è ovvio.

  14. Erik Artaz Says:

    Rollandin non ha proprio dimezzato il suo consenso personale. A me pare schifosamente alto. Con 146 su 151 sezioni elaborate per le preferenze, siamo ad un parziale di 10.460, contro un 13.836 definitivo del 2008.

  15. patuasia Says:

    Vero, signor Artaz, mi sono basata ottimisticamente sui primi datti e ho corretto la parola dimezzate con ridotte, infatti mi sembrano tremila in meno. Ancora tanti voti come lo sono i calabresi.

  16. L'isola felice Says:

    vediamo per quanto e quando si vende il primo….e chi sarà? altro che isola felice….abbiamo confermato come la pensa l’italiano medio, nord sud non centra….pensano al tornaconto personale, e forse è vero che ci meritiamo quello che abbiamo!!!!
    Cchiù pilu pi tutti, voglio Cetto La Qualunque

  17. Erik Artaz Says:

    Come ha ragione Patuasia!
    A modo suo Rollandin è un genio. Riesce a prendere il peggio di Valdostani e Calabresi per farne animali da consenso elettorale.

  18. Elio Says:

    Signor Pierre , gli Yes-men non sono spariti ma c’è ne sono altri meno smaliziati e più obbedienti. In più si dà l’impressione del ricambio, ma la zuppa è sempre quella.

  19. madpack Says:

    comunque la legge elettorale valdostana è ababstanza valida, soprattutto se paragonata con altre realtà (quella nazionale per esempio). E’ comunque molto aderente ai voti e questo mi sembra uno dei requisiti più importanti. Vero, i ballottaggio avrebbe dato, se andava bene, lo stesso risultato, ma avrebbe potuto anvhe andare peggio….staremo comunque a vedere…

  20. brother Says:

    Ma parliamo del PD. Che senso ha inserire esponenti della cosiddetta società civile e virtuosi vari, per poi far convergere i voti su 3 sindacalisti 3 ? CGIL vera macchina del consenso, altroché.


  21. Piccola correzione: io scriverei 18 da una parte, 15 e 2 dall’altra. Grazie

  22. Ugo Says:

    Piuttosto che fare il simpatico, Bernabé, io penserei al tracollo dei 5 stelle in Valle e nel resto d’Italia…
    Iniziate a fare una seria opposizione e a meritarvi i voti che vi siete presi…


  23. @ugo, non è questione di simpatia ma semplicemente di rispetto delle posizioni in campo. Se a lei il messaggio 5 stelle non piace o non è ancora chiaro pazienza, ci faremo carico anche di questo. Ma 18, 15, 2 rimane e le diventerà chiaro con l’andare della legislatura. Saluti

  24. notte Says:

    credo che il calo di consensi per roll,possa essere spiegato con un piccolo ragionamento,che potrebbe essere carta straccia una volta esposto.prima della scissione chi voleva ottenere favori teneva i piedi in due scarpe,roll e vier,sulla scheda potevano segnare entrambi senza scontentare nessuno e poter fare rivendicazioni di fedeltà.con la scissione la cosa non è stata più possibile bisognava schierarsi.per verificare la cosa si potrebbero cercare le preferenze avute dal delfino di gressan nelle passate elezioni.ma come ho già detto potrebbe essere uno scherzo della mia troppa immaginazione.

  25. Pierre_1 Says:

    @elio, ritengo che questa volta i consiglieri regionali siano di livello superiore alla passata legislatura, questo non vuol dire che sono il massimo, ma sicuramente i comportamenti di Rollandi dovranno cambiare, basta che uno non sia più d’accordo e salta tutto

  26. paolo fedi Says:

    Signor Bernabé, certo che in minoranza saranno 15+2, non fosse altro che perchè 15 erano in coalizione (e sono anche curioso di vedere se questi 15 saranno in grado di armonizzarsi tra loro). Ma la sua puntualizzazione è irritante perchè al contrario di quello che lei dice io spero vivamente che TUTTA la minoranza possa essere in grado di dar battaglia per un vero cambiamento della nostra Valle. La vittoria della maggioranza per me significa che ci terremo per altri 5 anni (speriamo di no) i treni allo sfascio, il meccanismo elettorale che prevede il voto di scambio, la fontina che costa 2 terzi del Belpaese Galbani, la strizzata d’occhio alle amicizie malavitose, il territorio puro terreno di conquista per imprenditori privati e pubblici senza scrupoli, ecc, ecc. In questo quadro, 5 stelle continua a partire dal presupposto che gli altri 15 sono tutti delle merde con le quali non ci si può neanche parlare? Chiedere di condividere un programma di maggioranza era troppo, e lo capisco, ma almeno ipotizzare un lavoro proficuo in minoranza mi sembrerebbe una speranza condivisibile. Credo che anche lavorando insieme su alcuni temi potreste trovare il vostro pezzo di visibilità.
    La politica è l’arte del confronto: quando “Ne rimarrà uno solo” a casa mia si chiama dittatura. Spero che non fosse questo il “messaggio” grillino che lei voleva rimarcare. Mi scusi l’ingenuità, ma in questo momento io faccio il tifo per tutti i 17 e spero che tutti e 17 non mi deludano.

  27. giancarlo borluzzi Says:

    @ paolo fedi.

    Puoi spiegare meglio cosa intendi col tuo “la fontina che costa 2 terzi del Belpaese Galbani” ? Grazie.

  28. patuasia Says:

    Continui così, signor Bernabé e alla prossima tornata elettorale voi del M5s sarete in quattro gatti.

  29. patuasia Says:

    Signor Fedi, i 5stelle dicono sempre che ascoltano il volere dei cittadini, bene mi sembra che questi si siano espressi in queste amministrative, dimezzando il consenso dato al Movimento. Forse non è piaciuta la chiusura a Bersani che ha dato vita al Governo Letta? Forse la totale chiusura in sé non piace più perché è un semplice stare a guardare senza incidere sul serio? Forse perché contare solo i soldi non serve per miglorare le sorti del Paese? Forse perché delle esternazioni vuote e demagogiche di Grillo ne abbiamo le scatole piene? Ora potremo davvero sapere se saranno i cittadini il vero motore del M5s oppure la Casaleggio associati. Anche qui in Valle la protesta ha voltato le spalle ai grillini e in parte è tornata sui suoi passi, vero è che sono entrati a palazzo e ne sono contenta, ma non hanno raggiunto la cifra sperata da Stefano Ferrero che si aspettava la metà di quella avuta alle politiche.

  30. paolo fedi Says:

    Per Borluzzi su “cosa intendi col tuo “la fontina che costa 2 terzi del Belpaese Galbani”
    Semplicemente che la settimana scorsa sono stato in un supermercato e la fontina (è vero, era in offerta, ma il significato è chiaro lo stesso) costava 9.90 al kg, mentre il Belpaese, un formaggio che ritengo industriale, costava 14 euro. Questo significa che la fontina è un prodotto ormai squalificato, che chi lo produce non può trarne le dovute soddisfazioni economiche e che c’è un problema nella filiera complessiva della sua produzione. Non mi dilungo oltre: è solo per dire che la nostra agricoltura e allevamento dovrebbero essere valutati di più ed aiutati a esserlo attraverso, ad esempio, un marchio valdostana a garanzia (ma seriamente, con controlli opportuni) di ciò che viene venduto. Invece mi pare che si faccia solo assistenzialismo non gratificante da nessun punto di vista e che non si stimoli il lavoro di qualità. Tutte cose che di cui lunga la collettività paga un conto salato.

  31. L'isola felice Says:

    concordo con brother…..le preferenze avute dai tre eletti pd (forse per la Fontana anche d’altrove!!)arrivano tutte dalla stessa porta!!!! quella che aprono i sindacati ai loro protetti!!!!


  32. ehhhh che suscettibili che siete. trombati un’altra volta? la corazzata della sinistra si è arenata in secca? non vi riesce proprio di vincere, l’unica possibilità che vi rimane è quella di tornare a governare assieme a R, fabio pensaci tu! 😀
    Comunque, a parte le battute, la volontà popolare ha mandato a casa Federation (GRAZIE) e il PDL (GRAZIE GRAZIE). Benedetti valdostani!
    Noi ci accontentiamo di due candidati, solo uno in meno del PD-L che si è portato dietro la storia intera della sinistra valdostana (se non c’era quella spariva anche lui?). Se permettete, un grandissimo risultato!
    Da oggi si inizia un percorso che, il DNA del movimento lo dice, non potrà essere fatto di accordi/inciucci ma sarà fatto di serio confronto in consiglio sulle proposte (da qualunque parte arriveranno) e di viglianza e controllo su tutto quello che passerà a tiro: quello che una seria e vera opposizione dovrebbe fare e che negli ultimi 20 anni qui (come del resto in italia) non è stato fatto.
    Se non saremo da soli ad assolvere questo compito meglio ancora. Vediamo da subito se tutti i consiglieri si ridurranno a 2.500 euro lo stipendio o come al solito punteranno ad una riforma “complessiva e sistemica” per non cavare un ragno dal buco e lasciare tutto come adesso (sarà mica che conviene?).
    RAGAZZI, SIAMO DENTRO! 😀

  33. paolo fedi Says:

    A Bernabé: so che le tirate non erano rivolte a me, in ogni caso meglio suscettibili che presuntuosi.

  34. L'isola felice Says:

    Sig Barnabé magari Donzel sarà dei vostri….dopo aver rinuciato a 100 euro sicuramente questa volta verrà dietro a voi….però er raccogliere quello che voi lasciate!ahahahah

  35. maicol Says:

    isola abbiamo capito, ma sei proprio ossessionato da sto donzel deve essere il male assoluto …

  36. L'isola felice Says:

    per quel che ne so io bene non ne ha fatto….in ogni caso ossessionato è una grossa parola!!!! cmq un pò di ironia non fà mai male, se ti servono la battuta su di un piatto d’argento uno non può non dirla….altrimenti Sig Maicol non ti resta che piangere!!!!

  37. maicol Says:

    ossessionato è la parola giusta, io per esempio sono ossessionato dai suoi commenti e “fa” senza accento per cortesia.

  38. maicol Says:

    ci sarebbe anche il po’ e altre sgrammaticature varie, ma mi arrendo.

  39. patuasia Says:

    Signor maicol, purtroppo sono in moltissimi che mettono gli accenti a sproposito: dò, fà, stà, pò… ahimé! L’accento si mette solo nel caso di dà per differenziare il verbo dalla preposizione semplice da. Po’ si scrive con l’apostrofo perché sta al posto di poco. Scusate l’OT.

  40. L'isola felice Says:

    ….ringrazio per le correzione….scusate me per OT…comunque l’accento si mette anche altrove…. http://www.accademiadellacrusca.it/it/lingua-italiana/consulenza-linguistica/domande-risposte/vademecum-sullaccento-indicarlo-pronunciarlo

  41. patuasia Says:

    L’accento va dove deve andare è chiaro, ma non su fa, sta, po’… paroline che vedo troppo spesso accentate.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: