Futuro in dubbio


I vincitori di queste elezioni sono sotto gli occhi di tutti: il M5s e Laurent Viérin. Entrambi hanno fatto la conta dei voti che sono un bel po’. Va detto che Viérin è stato beneficiato dal voto dei tanti unionisti che lo hanno preferito a Marguerettaz e di una piccola parte di Alpe che lo ha scelto al posto di Guichardaz, insomma gli unionisti hanno votato per un unionista, ma alle regionali questi voti potrebbero tornare all’ovile: il voto è controllato e Viérin lo sa bene. Quello che sa altrettando bene il Baby è che comunque del suo partito il centrosinistra dovrà tenere conto e i rapporti di forza lo vedono favorito. Alle prossime elezioni, con molta probabilità, si andrà al ballottaggio, infatti al momento nessuna prevedibile coalizione politica ha i numeri per arrivare alla maggioranza a meno che Stella alpina trovi più conveniente il clan del giovane leoncino a quello del vecchio leone. Con quest’ultimo alzerà il prezzo della fedeltà. Così il PdL. L’Union, se vorrà governare, sarà costretta ad accettare le loro condizioni. Chi pagherà il conto più salato sarà il PD. Indebolito da un terzo posto, dovrà fare i conti al suo interno e con i più aggressivi “progressisti”. Alpe chissà se resterà intero… le sirene rossonere cantano lusinghiere per i parenti prossimi, mentre gli altri rischiano il naufragio. Resta l’incognita M5s che potrebbe essere decisivo per qualcosa di nuovo e inaspettato.

Explore posts in the same categories: Elezioni, Guerra fra clan, Politica valdostana, Uomini politici

Tag: , , , , , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

20 commenti su “Futuro in dubbio”

  1. giancarlo borluzzi Says:

    Oggettivamente, ci vorrebbe un “assieme tutti i non unionisti”. Dicendo tutti intendo tutti.
    Ma quasi tutti i non unionisti difendono il loro orto e l’UV gode.

  2. giancarlo borluzzi Says:

    Preciso: un assieme tecnico per il solo momento elettorale, poi un assieme solo per singoli casi.

  3. madpack Says:

    gli “assieme” funzionano bene in musica….

  4. giancarlo borluzzi Says:

    … ma fanno perdere in politica.
    Ci vorrebbe un’elasticità mentale volta a togliere di mezzo l’insopportabile ingombro rossonero, poi (quelli dell’assieme) tutti nemici come prima.
    La mancanza di elasticità, per un solo frangente tecnico, fa ritrovare tutti con la propria identità, ma di perenni sconfitti.

  5. sully Says:

    La storia non si ripete, è vero. Tuttavia ricordo che nel 1992 si costituì un cartello contro Dujany e Caveri, parlamentari uscenti UV, costituito da Dc, Pds, Adp, Psi, Pri, Pli e “Zona Franca” che sulla carta aveva una maggioranza numerica schiacciante. Augusto Fosson e Giulio Dolchi, candidati di quel cartello furono sconfitti al Senato 47,4% a 43,3% e alla Camera 49,6% a 36,8%. L’unico risultato tangibile di quell’operazione fu di ricompattare il fronte unionista che da allora, alleato a sinistra, a destra o al centro, non ha mai più mollato il potere

  6. bruno courthoud Says:

    Il PD di Bersani ha le ossa rotte. Gli unici a godere sono i renziani del PD. Questa è la politica.
    Guichardaz, giovane, volenteroso e capace, meritevole, ha di colpo imparato che cosa è la “politica”: strumentalizzazione.

  7. maicol Says:

    Guichardaz ha preso i voti che si potevano prendere nel centrosinistra. in ogni caso solo una quota marginale di chi ha votato l’enfant prodige (Viérin) l’avrebbe votato. resta il fatto che era una candidatura che andava fatta, non ci si può sempre appiattire su posizioni autonomiste per avere l’eletto, sarebbe la morte di chi non si sente preminentemente autonomista, in proposito si veda la desistenza pdl che qui non può essere considerato un partito, ma un piccolo centro di interessi personali, galleggia e sta al gancio come in passato ha fatto la finta gauche che oggi esulta per la mancata elezione, ma una forza seria dovrebbe aspirare a qualcosa di più.

  8. maicol Says:

    il voto grillino invece era inamovibile, avrebbero votato lì a prescindere dai candidati.

  9. GG Says:

    Quoto Sully. Fare i “cartelli antiunionisti” non premia dal punto di vista elettorale, serve solo a ribadire il vecchio ritornello dell'”attacco all’autonomia”, unico vero punto programmatico del Mouvement. Insistere sul voto “contro” qualcuno non permette di realizzare alleanze stabili ed è un pessimo biglietto da visita nei confronti dell’elettorato. Un accordo specifico per un governo regionale basato su concrete e condivise azioni da intraprendere, avrebbe, secondo me, molte più possibilità.

  10. sully Says:

    @ GG: Si, ma un progetto alternativo all’UV si può fare con le due altre UV (uvp e renouveau) o con la Gauche? E i grillini che mandano a casa tutti farebbero mai un patto (contro la loro natura) con qualcuno? Oppure siamo destinati, per i prossimi lustri a sorbirci ancora l’Augusto e i suoi reggicoda?
    Non si può essere ottimisti. A meno che la società virtuosa (proprio loro, i referendari) non chiami a raccolta tutti le persone di buona volontà e riesca a fare un secondo, difficile, miracolo

  11. Garleun Says:

    Fino a quando ci sarà Donzel segretario il Pd rimarrà solo, anzi non entrerà neanche in consiglio regionale.

  12. Pat Says:

    Dai che in questa tornata di regionali andiamo al secondo turno. Secondo me gli ideatori di questo turno mai avrebbero pensato che accadesse.

    E comunque la maggioranza che esce al secondo turno è di mezzo consigliere (18 su 35), basta un franco-tiratore, un raffredore o uno Scilipoti a cambiare tutto.

  13. andre Says:

    troppo ottimismo,le politiche sono un’altra cosa. Non sottovalutiamo il voto di scambio e la forza di rolly… balottaggio?ho dubbi…

  14. Pat Says:

    Dici che il clan Viérin tra scambisti e idealisti non tira su il necessaire per impedire a Rolly, SA e Pdl (che senza Cainano in campo rischia di non superare lo sbarramento) di avere 18 consiglieri (45 – 46 % malcontati)?

  15. GG Says:

    I vincitori di queste elezioni sono gli “schifati” dalla politica. Non quelli che hanno votato 5 stelle, gli altri.
    27841 valdostani non hanno votato per nessuno (non votanti, bianche e nulle) alla Camera e 26601 al Senato. Un numero di elettori che non solo avrebbe potuto fare la differenza, ma che (solo teoricamente, certo) avrebbe potuto scegliersi un candidato e superare tutti gli altri. Il fatto che, nonostante le tante candidature di quest’anno, esista ancora un così grande numero di valdostani che non si sente in alcun modo rappresentato è veramente triste.

  16. GG Says:

    PS: nel 2008 erano 25000 e 22000, nel 2006 erano 22000 e 20000 circa. In VdA si perdono tutti i votanti di un comune grande come Pont-Saint-Martin a ogni elezione. Sigh!!

  17. bruno courthoud Says:

    Se agli “schifati” della politica sopra enumerati da GG aggiugiamo i voti dei grillini, anch’essi “schifati” da questa partitocrazia, mi sa che che la partitocrazia rappresenta solo, più o meno, la metà dei votanti. E’ questo il vero problema che dovrebbero porsi i partiti: che cosa è che in loro non va, la necessità di una legge che disciplini ferreamente i partiti e la possibilità di assumere e mantenere cariche politiche, ecc. insomma, un profondo esame di coscienza. Invece continuano a discutere sul chi ha vinto e chi ha perso. Ha perso Rollandin, come ha perso Viérin, come ha perso il PD. E se continuano così, di qui a maggio, perderanno ancora, eccome se perderanno! 4 voti a Rollandin. 3 a Viérin e 2 al PD!

  18. bruno courthoud Says:

    Votanti: no, voleva essere “aventi diritto al voto” oppure “valdostani”.


  19. il futuro sarà a 5 stelle. uno di noi dentro, porterà fuori tutto.
    nessuna alleanza. solo così si vince e soprattutto si rimane fedeli a se stessi.
    p.s. patrizia, in amicizia, hai perso di nuovo? 🙂

  20. patuasia Says:

    Signor Bernabé, non si tratta di portare fuori tutto, anche se è più che mai necessario, ma di portare dentro qualche cosa di buono. Questo è il punto nodale. Non sono io ad aver perso, ma il buon senso.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: