He has a dream!


Un motivo valido per andare a Roma!

Un motivo valido per andare a Roma! Alla facciazza de Forum delle famiglie!

Explore posts in the same categories: Casta, Clan dei Viérin, Divertissement, Elezioni, Ipotesi, Risate, Satira, Uomini politici

Tag: , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

18 commenti su “He has a dream!”

  1. Mistinguet Says:

    Un consiglio a Patuasia, se me lo permetti: non perdere tempo ed energie a parlare di L. Viérin, metti invece tutta la tua inventiva, tutta la tua capacità creativa e di scrittura per convincere più gente possibile a votare Guichardaz per la Camera. Il suo avversario più pericoloso è Marguerettaz. Se Jean-Pierre non ce la fa è Rudi a spuntarla, non ci sono dubbi. Patrizia Morelli ce la farà senz’altro, ma non si deve perdere nessun voto potenziale.

  2. patuasia Says:

    Signor Mistinguet, ha perfettamente ragione, ma gli ipocriti, i viziati, quelli che non hanno mai fatto un tubo nella vita se non abusare del proprio potere conseguito grazie al papà, non li reggo proprio, è una mia deprecabile debolezza. E poi è un soggetto così appetibile per la satira… . Grazie.

  3. Pat Says:

    Ma siamo così sicuri che Guichardaz avrà più difficoltà di Morelli ad arrivare primo?
    Io sono convinto del contrario, semplicemente perchè essendo in tre a contendersi il posto bastano meno voti.

  4. Pat Says:

    Chi pensa che Guichardaz avrà problemi non si fida della parte “Renouveau valdotain” della coalizione che lo sostiene, altrimenti non capisco.

  5. Garleun Says:

    Morelli non passerà purtroppo. E guichardaz perderà con laurent.

  6. Mistinguet Says:

    Morelli passerà ma Guichardaz non avrà tutto il PD con lui, mi spiace dirlo ma lo so per certo.

  7. indignada Says:

    Scusa l’ingenuità Mistinguet, ma parli della vecchia Gauche? Sono loro a sostenere il rampollo….?

  8. Pat Says:

    @Mistinguet
    Siamo mica in Toscana. Il PD in Valle d’Aosta vale il 10% e non il 40% e se anche qualcuno per dissapori personali non lo vota non è detto che sia decisivo.
    Poi è vero che una quota non insignificante di gente che ha votato PD voterà M5S, ma sia al Senato che alla Camera.

    Secondo me l’unica incognita per l’elezione di Morelli e Guichardaz è capire quanti voti, tradizionalmente andati a loro, andranno al M5S.

    Poi ci sarà la solita differenza tra Camera e Senato, dove per ragioni anagrafiche vota un elettorato un po’ più tradizionalista (cinque anni fa l’UV ha perso alla Camera, soprattutto per un candidato impresentabile, ma anche perchè non ha recuperato molto tra i giovani).

    All’inizio avevo qualche dubbio sulla candidatura al Senato, per vari motivi che non sto a esaminare a fondo (poca conoscenza in bassa valle, ex-vicepresidente UV, ecc.) ma dopo la campagna elettorale credo che abbia colmato molti gap, mentre dall’altra parte non hanno certo brillato (ha dovuto sparare balle come il Berlusca, ma i tempi son cambiati, chi a queste balle ci crede e chi comunque ha sempre votato lì, non spostano voti).

    Poi Morelli è donna e credo che, nel 2013, questo non costituisca più un handicap agli occhi dell’elettore, ma invece un vantaggio per acquisire il voto femminile.

    Ricordo che lo stesso Rollandin alle politiche è stato sconfitto (per trionfare pochi anni dopo, però…..) e anche in passato UV e cespugli a queste elezioni non hanno avuto sempre risultati formidabili.

    Ciò detto rifletto ancora oggi per decidere come votare.

  9. vetriolo Says:

    @indignada credo anch’io che la vecchia gauche potrebbe aver trovato la propria naturale collocazione nell’uvp.


  10. La vecchia Gauche di cui parlate non ha mai votato PD. Quanto a JP ha tutto il sostegno del Partito Democratico e si è visto in tutti i comizi fatti dalla Bassa all’Alta valle.

  11. giancarlo borluzzi Says:

    A Protasoni non difetta certo la vis comica.
    La “vecchia Gauche” si è fatta vedere a incontri dell’UVP, ma UVP e Renouveau coincidono nel loro micronazionalismo regionalista e il PD ha maritato Guichardaz con tale micronazionalismo, per cui la battuta di Protasoni va bene solo nei varietà.


  12. Forte Borluzzi! Mi domando se in un’altra vita ha fatto il Barman di professione. Come mischia lei gli argomenti non lo fa nessuno. Però ai mix-drink io preferisco un buon vino (valdostano e anche non..) 🙂

  13. giancarlo borluzzi Says:

    Perfetto showman il Protasoni: poteva e doveva rispondere ma non ha saputo farlo e si rifugia nelle gags.
    Consoliamoci però: non esclude i vini non valdostani, ci sono dunque suoi gusti non immolati sull’altare del micronazionalismo renouveauista con cui ha copulato per un mese.
    Comunque il B52 è un buon mix-drinc, oltrechè a suo tempo una vaccinazione contro l’espansione falcemartellara nel SE asiatico.


  14. Finalmente qualcuno, ma in ritardo, ha capito ed ha valutato un dato di sostanziale verità: “Il Pd si è profondamente rinnovato dalle radici sin dal 2007”. Il rinnovamento ha comportato principalmente il distacco definitivo dei Ds-Gv dal nuovo partito, che da sempre lo hanno osteggiato dall’interno. Qui alcuni intelligentoni hanno sempre contestato quello che si continua a scrivere da tempo. Agli scettici, che ancora ieri dubitavano su questo dato di fatto, vadano le mie più cordiali commiserazioni.

  15. giancarlo borluzzi Says:

    Amatissimo George, grazie per avermi definito intelligentone.

    Dovevi assumermi come consulente, visto che il “vostro” candidato Guichardaz è quarto alla Camera: qui Patuasia vi accreditava di un 10%, io del 15% di base. Su questa piattaforma si doveva installare un posizionamento chiaro e alternativo all’UV perchè il di lei micronazionalismo, illiberale anacronistico integralista pallonaro, è alla base del tener lontano lo Stato dalla Valle riducendola a zona tribale.

    Invece avete accoppiato il “vostro” candidato a una scheggia fuoriuscita dall’UV + siete usciti con manifestoni in francese che vi hanno fatto deridere già dall’inizio + avete diffuso un “accordo” con Bersani da neurodeliri (lui è incolpevole) + siete stati privi di qualsiasi propositività, come io, intelligentone, ho saputo capire.

    E la Morelli, non PD, è ora sette punti indietro. E non so cosa abbia portato a Guichardaz in termine di voti.

    I risultati di Aosta cambieranno poco i risultati.

    Su Guichardaz non ci godo, mentre del risultato della Morelli me ne infischio coincidendo lei politicamente con Laniece.

    Avete sbagliato tutto, siete gli sconfitti di queste elezioni; avete disperso la rendita di posizione derivante dal fatto di rappresentare il primo partito nazionale.

    E scrivi quanto qui sopra? Troppi mix-drink, per usare la terminologia del tuo amico nelle incursioni in questo blog per fare battute propagandistiche rifiutando qualsiasi dibattito. Il risultato è conseguente.

  16. andre Says:

    eh bravi i nostri commentatori che continuano a parlare delle miserie del Pd,che alle prox regionali perderá ancora un seggio… bisogna essere presenti sul territorio,non solo quando fa comodo… l’unica novitá è il cinque stelle,che con 1500 ha preso i voti di un vald su 5. Eppure avevate tutti i presupposti per vincere questa volta.
    p.s. caro Bruscia non sottovalutare più la bassa valle!

  17. Giorgio Bruscia Says:

    @andre
    Suppongo che ora ci spiegherai perchè la gente giovane e ultra progressista allora non ha votato Ingroia, ma ha votato un santone demagogo che ha strizzato l’occhio anche a Casapound e vuole demolire il Sindacato. Forse saranno giovani, ma non tanto progressisti e magari un pò fresconi.

  18. Giorgio Bruscia Says:

    Nei post precedenti c’è rappresentata la Valle d’Aosta. Quella mia guarda al futuro ancora con ottimismo. Quella di coloro che mi hanno appena preceduto è l’Italia dell’odio, del nemico da ritrovare sempre e in ogni caso. Con il risentimento, con l’odio, con il nemico non si è mai costruito niente.

    Oggi andre ha contribuito a far nascere altro odio e altro nemico. Questa società la rifiuto e i risultati li abbiamo sotto gli occhi. Invidio la sicurezza di andre, e non m’illudo come fa lui, che essa troverà conferma. Non solo, infatti, non sono così sicuro che andre racconti la verità, riguardo alla presenza del Pd sul “suo” territorio.

    Finalmente lui potrà iniziare sin d’ora la prossima e personale campagna elettorale con la stessa sicurezza, qui confermata solo dalle sue parole che a dire il vero sono poco rassicuranti. Dunque, vedremo cosa è questo suo vento innovatore.

    Proviamo ad immaginare che si rivoti e che Grillo vinca le elezioni così d’avere un governo regionale messo nelle mani di una maggioranza d’apprendisti, che rappresentano solo la persona che, dall’esterno, muove i loro fili. Il burattinaio ordina, “basta partiti e sindacati, fuori dall’euro, fuori dalla Valle tutti i migranti, ecc…” e le marionette alzano la manina. Sarebbe questo il nuovo? A me sembra un film horror di un secolo fa.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: