Nasce Laboratorio Civico VdA


Riceviamo e volentieri pubblichiamo.

Migliaia di cittadine e cittadini valdostani hanno dimostrato di volersi occupare del loro futuro, hanno dimostrato che, se interpellati, sanno e vogliono partecipare alle grandi scelte. Laboratorio Civico vuole essere uno spazio aperto in cui discutere e confrontarsi per elaborare soluzioni condivise ai problemi della nostra regione. Partendo dai due temi che sono anche un metodo, la democrazia partecipata e la salvaguardia dei “beni comuni”, si può far emergere una politica sana che si occupi del nostro futuro e non solo del proprio? La Politica che rende possibile la convivenza in una comunità, che stabilisce le regole e prende le decisioni utili al progresso della comunità nel suo insieme e di ogni singola persona al suo interno, questo il terreno di confronto. Non siamo capitani coraggiosi, non siamo avanguardie con ambizioni pedagogiche, siamo cittadine e cittadini che vogliono incontrare altre persone della propria comunità per contribuire a determinare un futuro migliore.

Explore posts in the same categories: Buone idee, Buone pratiche, Cultura viva, Democrazia, Informazione, Partecipazione

Tag: , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

11 commenti su “Nasce Laboratorio Civico VdA”

  1. Mostribù Says:

    Ottimo!

  2. madpack Says:

    si, sarebbe comodo qualche dettaglio organizzativo per capire come, dove, quando partire…

  3. roberto mancini Says:

    bene.

  4. serGio Says:

    labcivvda@gmail.com
    pagina fb laboratorio civico vda
    blog laboratorio civico.wordpress.com

    sulle due pagine si trova l’appello
    sulla pag fb ci saranno proposte di orari per incontri
    il resto….tutto da fare! 😉

  5. Luciana Says:

    Non sarebbe male fare una versione misura bambino,chi ben comincia…

  6. giancarlo borluzzi Says:

    Sull’Ansa di ieri i 4 punti di questo laboratorio “verdesinistro”.
    Per Dario Carmassi : ” questo pomodoro avrà più fan di Berlusconi”; non voglio valutare B., dico che il promotore citato è schierato, al di là della collocazione ecologica gradita a tutti.

    Sui punti: 2 sono pacifici, l’ambiente di crescita e le nuove forme di lavoro.

    Sul terzo punto, le nuove frontiere della democrazia: bisogna vedere cosa si intende. Sarebbe negativo se si volesse promuovere l’azione di gruppi in contrapposizione alle leggi scritte, come in parte è stato fatto dopo gli intoppi all’esito referendario sul piro (che ho condiviso).

    Sul quarto punto, il nuovo modo di concepire l’autonomia. Qui è d’obbligo essere chiari, l’autonomia è un fatto tecnico e laico; diarrea colga chi vuol rivestirla di contenuti religiosi da supporre nel deretano di tutti, come hobby di anacronistici zombies della politica che deturpano la Valle.

    Questo come parere da parte di chi alle regionali si muoverà in diverso contenitore ed evidenzierà, dopo il casino delle politiche, un team dagli intenti opposti a quelli dei 5 personaggi in questo blog indicati come potenziali parlamentari (contenitore e team preindicati sono cose diverse, ancorchè non contrapposte).

  7. patuasia Says:

    Mi piace l’idea di un Laboratorio civico che lavori su progetti. Su precisi obiettivi che possono, anzi devono essere trasversali, primo fra tutti, secondo me, la salvaguardia dell’ambiente. Tema obbligatorio se vogliamo poter andare avanti e sul quale ci possono essere molti punti di contatto fra esperienze e sensibilità politiche differenti. Che poi questo Laboratorio civico nasca da una particolare aerea non mi stupisce: è quell’area che più si sbatte e che più crede nella partecipazione. Questo però non deve assolutamente pregiudicare la presenza di altre componenti così come è avvenuto con Valle virtuosa e lo splendido risultato referendario. Insomma, le persone che si incontrano, che producono idee, che controllano l’operato dei politici, che formulano proposte… sono la democrazia nel senso più alto del termine. Certo questa non può che essere una fase sperimentale che crescerà e prenderà forma cammin facendo, per questo bisognerà avere la testa sgombra da pregiudizi e per molti non sarà facile: in Italia c’è ancora la guerra fredda! I miei auguri per questo sforzo che incoraggia un modo emancipato di stare insieme. Spero davvero che molte persone possano trovare in questa proposta lo spazio per promuoversi come cittadini attivi.

  8. darmax Says:

    Laboratorio Civico Vda
    38 minuti fa
    Laboratorio Civico Vda ringrazia Patuasia per aver dato evidenza della sua nascita nel suo blog.

  9. Alessia Says:

    Ciao, da quel che ho potuto leggere fin’ora tutti i punti sembrano essere in linea con quelli del movimento 5 stelle (tutela dell’ambiente, internet come mezzo di comunicazione privilegiato, collaborazione tra persone “normali” premiate solo per impegno e capacità, rispetto della legalità). Ci sono realtà (come a Parma) in cui si sono costituiti veri e propri “laboratori civici” a supporto dei consiglieri comunali, ovvero insiemi di cittadini che si danno da fare mettendo insieme proposte e iniziative in progetti che riguardano ogni ambito di governo: cultura, ambiente, economia, etc..
    In che modo quindi questa lista civica è diversa dal movimento?

  10. patuasia Says:

    Perché non c’è un Grillo sulla testa. E quindi è un passo avanti rispetto al M5S. Sempre che rimanga una lista pulita e per pulita intendo che non abbia al suo interno politici riconosciuti come tali.

  11. madpack Says:

    Bene, cominciamo col seguirne i primi passi e magari partecipare, … già iscritto al blog


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: