Domandina facile facile


Il sito web del Comune di Aosta è come il pozzo di san Patrizio: non finisce mai! Altri 40.000 euro per adeguarlo alle nuove norme. Ma sarà sempre un brutto sito, lento e scomodo. Con gli ormai centomila euro spesi i cittadini avrebbero dovuto avere di meglio, ma cosa è il meglio per l’assessore Paron?

Explore posts in the same categories: Cultura morta, Delirio, Domande, Internet, Mala Amministrazione, Nuovi media, Uomini politici

Tag: ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

4 commenti su “Domandina facile facile”

  1. giancarlo borluzzi Says:

    Sono andato sul sito che non conoscevo, nè ora conosco se non per il poco che qui critico.
    Si può scegliere tra lingua italiana, francese e inglese cliccando in alto a destra.
    Scegliendo le prime due lingue tutto appare in tali idiomi, direi per i due minuti che ho trascorso colì.
    Cliccando invece su EN si nota che solo una parte è in inglese e dunque l’italiano è stato solo raramente tradotto (talora male, ma Paron notoriamente non mastica l’inglese).
    Io penso che la cifra sborsata costituisca una bestemmia.

  2. Rasputino Says:

    A questo link trovate la lista delle modifiche appostate al sito http://www.comune.aosta.it/it/citta-/presente_e_futuro/innovazione_tecnologica/nuovo_sito_web

    Il sito non è ottimizzato per dispositivi mobili ( Che innovazione è ?)

    Ho curiosato nella sezione Turismo per conoscere il calendario delle manifestazioni ad Aosta nel mese di Gennaio http://www.comune.aosta.it/it/turismo/

    Ne risulta UNA sola per il 14 gennaio (proposta per l’11 ?) Presentazione del libro “Andar per strade” di Tersilla Gatto Chanu

    Risultano da altre fonti esterne al sito più di 40 manifestazioni in Aosta nel mese contando anche la famosa Fiera di Sant Orso… che fine hanno fatto ? Se cercate Sant Orso o Fiera trovare i riferimento a quella dell’anno scorso. Hanno migliorato il motore di ricerca dicono appoggiandosi a Google (sarà la versione valdostana ?)
    Gli altri organizzatori delle manifestazioni saranno contenti ?

    40.000 Euro ben spesi ? Direi di NO !

  3. Eddy Ottoz Says:

    solo una piccola confusione tra spending review e spanding review, nothing more…

  4. Tueno de la Bouteucca Says:

    Ma per questa gente 40 mila euro sono briciole… se si pensa che il nulla chiamato SVEART ne è costati 500 mila, un nulla che ne costi 40 mila fa ridere.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: