Domandina non facile


Ha detto il senatore, Antonio Fosson, al congresso tematico dell’Union valdotaine: “Siamo stati considerati privilegiati, dei centri di spreco, per poi essere dipinti come tonti da programmi televisivi come Ballarò.” (aostasera.it). Chissà se il senatore si è chiesto il perché?

Explore posts in the same categories: Cultura morta, Domande, Mala politica, Politica valdostana, Uomini politici

Tag: , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

6 commenti su “Domandina non facile”

  1. roberto mancini Says:

    lui in redazione aostana il suo punto di riferimento di CL ce l’ha già, no?
    Peccato con Ballarò non abbia funzionato…

  2. bruno courthoud Says:

    e l’UV se l’è chiesto il perché?
    Per Fosson:”beati i tonti, perché avranno il regno dei cieli”. Non gli basta?

  3. bruno courthoud Says:

    Solo in una regione come la nostra può essere sopportato e tollerato un Prefetto che continua a inveire e ad istigare la popolazione contro i suoi stessi superiori.

  4. tagueule Says:

    Cioè, se non ho capito male, il ragionamento di Fosson sarebbe: “O siamo privilegiati, dei centri di spreco, e quindi siamo intelligenti oppure siamo tonti”. Beh, se il senatore vuole esempi di politici che sprecano e sono al contempo tonti, l’elenco è lungo in Regione come tra i suoi colleghi di Palazzo Madama.

  5. Graziano Binel Says:

    In un mondo che cambia ad una velocità impressionante la domanda se oggi abbia ancora un senso considerare il nostro fazzoletto di terra autonomo è legittimo. Legittimo proprio perchè collegato a compensi ed elargizioni favorevoli che da altre parti non ci sono.Sì perchè in questo mondo multimediale, wi-fi assistito, liberalmente cablato, decadute le ragioni culturali rimangono quelle commerciali o di beneficio che dir si voglia. Allora se mi chiedono se mi sento di poter giustificare il peso della mia autonomia io risponderei certamente sì. Se mi chiedessero invece se in questi ultimi decenni abbiamo sfruttato in modo corretto questo nostro stato privilegiato risponderei certamente no. La confusione, girovagando per le vie d’in veulla, può essere quella, poichè a domanda formulata scientemente da giornalisti professionisti per avere risposta voluta, difficilmente si riesce a trovare un pensiero così profondo che non venga tagliato e massacrato dai tempi televisivi. La stessa domanda a Donnas,Pont-Boset, Hone o Montjovet ecc.ecc. per 70 volte avrebbe avuto forse una risposta obbligata: “Gira la testa e guardati attorno”

  6. pippo Says:

    sul tonti non mi esprimo ma sul privilegiati credo sia perchè gli stessi valdostani si ritengono tali: per ogni cosa, positiva o negativa, in cui si differenziano dal resto di italia rispondono sempre “ma noi siamo autonomi” e con che tono lo dicono….


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: