Sui vetri


Cosa si aspettava Laurent Viérin che lamenta un mancato commento politico da parte del Presidente della Giunta riguardo alle sue dimissioni? Tanta ingenuità mi sorprende. Di fatto, mettendola sulla crisi personale, ha dato l’opportunità a Rollandin di liquidarlo in fretta: le questioni dell’anima non si discutono. Il figlio sperava in qualche clamore in più, che il suo gesto potesse perforare la roccia della classe politica con la forza di un trapano, invece questa è stata appena incisa da un temperino. Alla lagnanza delle sue dimissione ora offre la lagnanza della lagnanza. Se prima era stato contestato adesso è minimizzato. Insomma il ragazzo perde colpi. Se l’ambaradan dovesse fermarsi qui ci sarebbe da ridere.

Explore posts in the same categories: Politica valdostana, Resa dei conti, Uomini politici

Tag: , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

19 commenti su “Sui vetri”

  1. Rasputino Says:

    Perché la sua crisi personale si é palesata dopo il responso del referendum ?

  2. PAOLO CONTI Says:

    E’ un bambino prodigio un pò capriccioso…sarebbe il caso che dimostrasse le sue capacità iniziando a lavorare . Il Presidente almeno è coerente.

  3. Aiuto Says:

    Questo e’ proprio un bambino viziato! È mentre continua ad insultare la Rini lei riesce a far approvare all’unanimità la legge sulla riduzione dei costi della politica, bella risposta! Tra i due preferisco di gran lunga la seconda, meno egocentrica ma più credibile.

  4. maicol Says:

    non sentiremo la mancanza di questo assessore alla cultura e istruzione, probabilmente tra i meno peggio nella mediocrità valdostana, ma nemmeno un fenomeno in termini assoluti …

  5. giancarlo borluzzi Says:

    @ Aiuto.

    Siamo sinceri: Laurent non ha insultato la Rini, ha solo sottolineato che chi è arrivato da poco nell’UV non può arrogarsi il diritto di radiografare i comportamenti di chi c’è dentro da tempo.

    La riduzione dei costi della politica: 1,5 milioni è una cifra minima, serve a catturare simpatia da parte di chi non analizza i numeri.
    Nel blog Patuasia ha stigmatizzato una mostra costata 500.000 euro. Lo spreco per le cavolate su inesistenti popoli minoritari circa 200.000: già queste due voci si mangiano il 50% di tale risparmio.

    Potrei continuare. Aiuto, non farti abbindolare dalla propaganda!

  6. tagueule Says:

    Confermo la cifra minima con una battuta (il numero di cifre dopo la virgola): 1 milione e 500 mila euro sono lo 0,088782612813107% delle bilancio 2012.
    Senza battuta: 0,09%.
    Se la cifra fosse complicata da capire: è come se su mille euro, per un conto che vi hanno presentato, voi riusciste ad ottenere uno sconto di 90 centesimi e andaste a casa contenti. Bel risultato la Rini, che sarebbe quella che va casa contenta tra gli applausi di Aiuto.

  7. sanglier Says:

    Rollandin è stato bravo a spostare l’attenzione sulla questione personale (con quel tono da papà che sottolinea la crisi adolescenziale del figlio poi).. Vierin deve aggredire se non vuole essere sterilizzato… Ma per aggredire devi lanciare il cuore oltre l’ostacolo e per provare a vincere tutto devi anche accettare il rischio di perdere tutto. Non so se Vierin ne abbia veramente voglia (o le p…), crisi di coscienza o meno…
    Se vogliono provare a cambiare qualcosa devono uscire dall’Union con il costo che comporta. Sennò sono solo chiacchere e distintivi. Sulla Rini e sul suo milione e mezzo mi permetto un no comment ma per piacere non facciamoci menare per il naso…

  8. bruno courthoud Says:

    auguriamo sinceramente a Laurent Viérin di potersi riprendere presto dalle sue crisi adolescenziali (si è innamorato anche lui della Rini?) al fine di poter tornare attivamente sulla scena politica. La neolingua ha bisogno di lui.

  9. Bisker One Says:

    Se l’è giocata male, molto male. Portando la questione sul piano personale si è veramente fatto la figura del bamboccio viziato che si lamenta dei rimproveri degli adulti. Questo porta a porsi una questione: che speranze avrà per le prossime elezioni? Nessuna, oserei affermare. Bisogna dire a Laurent che non è così che funziona per scalzare il vecchio capobranco: a tal fine, il giovane deve tirare fuori “gli attributi” e lottare all’ultimo sangue. Basta vedere come funziona nei branchi di lupi, e seguire la stessa identica strategia, alla maniera umana, ovviamente. (Con l’ovvia differenza che i bambocci viziati nei branchi di lupi non esistono: o vengono cacciati a morsi dai compagni, oppure si cacciano da soli in guai più grossi di loro e fanno una brutta fine.)

  10. tenta Says:

    Piccinino “lo pegno Viérin” ha fatto tanti capricietti ma nemmeno i suoi cari amichetti che lo pompavano da dietro gli sono corso in aiuto! Troppo forte é l’attaccamento alla poltrona, i famosi franchi tiratori hanno fatto scena muta davanti al sui discorso durante il Consiglio, qualcuno dopo ha dichiarato che avrebbe voluto applaudire per la grande gioia ma ha tenuto ferme le mani perché saldamente ancorate alla poltroncina, una manica di burattini che hanno mandato avanti il piu’ giovane allo sbaraglio. Ora lo lasciano fare i capricci, da solo, speriamo che Babbo Natale li porti un bel regalino….

  11. Fabien Says:

    A 37 anni suonati il ragazzino dovrebbe cercarsi un lavoro e smettere di fare il politicante da strapazzo e il giovane viziato. Vuole giocare a fare il Renzi di turno ma non ne ha la stoffa. E con le sue dimissioni ha fatto un bel autogol. Bene ha fatto il presidente a girarla sulla crisi personale. Ehsi perchè Laurent Viérin è in crisi nera. Povero, rimandato a settembre. Di quale anno non so. Basta che la smetta di fare politica.

  12. sanglier Says:

  13. sully Says:

    @ taguele
    La riduzione di 1,5 milioni è da valutare sul bilancio del Consiglio regionale, non su quello dell’Amministrazione.
    Siamo intorno al 7% che non è quanto si aspettavano i cittadini ma è un buon inizio.

  14. patuasia Says:

    Buon risultato ha ottenuto la Rini, adesso ci aspettiamo a breve una nuova legge che riduca ulteriormente i costi della politica. Questi provvedimenti non ci bastano, diciamo che sono un piacevole assaggino. Come consigliava Steve Jobs noi siamo volutamente folli e anche molto affamati. Ma siamo fuori tema!

  15. PAOLO CONTI Says:

    Se fosse stato coerente si sarebbe dimesso anche da Consigliere uscendo dall’U.V. ma poi gli pertoccava iniziare a lavorare; pertanto NON è assolutamente credibile il suo gesto che è solo strategico e spero a suo sfavore…

  16. Mistinguet Says:

    Non ci sono dubbi su quale tessera abbiano in tasca Paolo Conti e Fabien. Trasudano odio parlando di Laurent Viérin e cercano di sminuire la portata del suo gesto così come è stato ordinato di fare ai fedeli servitori dell’imperatore ormai decadente

  17. giancarlo borluzzi Says:

    Bravo Mistinguet, giusto il tuo commento.

  18. Michael Says:

    Mah…io penso in realtà che sia l’unico che abbia avuto le palle di opporsi ad una mancanza di libertà di parola che effettivamente c’è…non si può continuare a vendersi…fa paura la corruzione che c’è nell’attuale governo…penso sia inaccettabile quello che è successo al celva…poi certo può anke essere che uno voglia ambire a qualcosa di più ma di certo il posto da assessore alla cultura non è niente male quindi secondo me se doveva fare i suoi interessi se ne stava molto bene la…cmq penso sia l’unico degli assessori di questo governo che ha dimostrato di valere qualcosa!!!

  19. tagueule Says:

    @Michael dice:
    cmq penso sia l’unico degli assessori di questo governo che ha dimostrato di valere qualcosa!!!

    Già che c’è, Michael, se argomenta il come Viérin avrebbe dimostrato di valere il suo commento sarebbe completo. E se ne ha voglia dichiari anche la sua definizione di “valore” così si stabilisce un campo di gioco comune. Sennò si rischia sempre che uno giochi a golf e un altro a baseball: sono palle diverse.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: