Seconda parte


La domanda: che si fa ora? aleggia ovunque. La Valle si interroga sul destino dei rifiuti. La Valle è preoccupata. I politici no. Ormai è tutto chiaro, lo abbiamo capito: noi cittadini non contiamo nulla. La democrazia interpretata dai nostri rappresentanti sta al livello più basso. Gli eletti hanno la libertà di decidere per tutti gli altri a cui chiedono la partecipazione solo una volta ogni cinque anni; il referendum li ha spiazzati, ma non demordono dalle loro feudali convinzioni. Ieri hanno risposto picche alla richiesta di un confronto da parte di undimila cittadini e oggi hanno risposto picche alla richiesta di un tavolo tecnico. Niente, con questi amministratori non possiamo interloquire, eppure sarebbe democraticamente doveroso darci ascolto. Di fronte ai sordi che si fa? Io un’idea ce l’avrei. Per affrontare davvero la questione dello smaltimento dei rifiuti non possiamo delegare nessuno, dobbiamo entrare nella stanza dei bottoni e pigiare quelli giusti. Valle virtuosa deve quindi fare il passo successivo: presentarsi come lista civica, vincere le elezioni e governare. Non c’è altra strada perché unionisti e parassiti vari, vendicativi come sono e legati da chissà quali intrallazzi, sarebbero capacissimi di intralciare qualsiasi soluzione alternativa pur di creare una vera emergenza e dirottare su Valle virtuosa il fallimento di una politica che invece è tutta loro. Non ci si può arrestare, si deve andare avanti. Valle virtuosa deve necessariamente costituirsi lista civica e proseguire il suo cammino affinché la nostra Valle diventi virtuosa davvero.

Explore posts in the same categories: Battaglia, Buone idee, Cultura viva, Elezioni, Futuro, Ottimismo, Politica valdostana, Referendum, Rifiuti, Rivoluzione culturale

Tag: , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

21 commenti su “Seconda parte”

  1. Emanuela Says:

    Hai perfettamente ragione, condivido in pieno questo suggerimento.

  2. Enrico Says:

    Valle virtuosa deve quindi fare il passo successivo: presentarsi come lista civica, vincere le elezioni e governare.
    CONDIVIDO

    Ma nel mentre non esiste nessuna Legge che imponga agli attuali regnanti di eseguire quanto il popolo ha chiesto?
    SERVE UN AVVOCATO

  3. valdostanco Says:

    Concordo. Se si vendono al Pd o Alpe rovinano il tutto.

  4. bruno courthoud Says:

    I partiti sono già in campagna elettorale da un bel pò, figuriamoci se in questo momento pensano ai cittadini (in effetti una legislatura dura intorno ai quattro anni, non di più. Il quinto anno serve solo per preparare il terreno alle elezioni successive).

  5. gloria84 Says:

    Bella ideona! Un movimento di semplici cittadini che si sono costruiti sul campo e hanno dimostrato di avere le capacità, le competenze e la passione per governare e poi senza un padre-padrone sulla testa! Sarebbe magnifico!

  6. Frank Burgay Says:

    Sarebbe straordinario. Saremmo rappresentati finalmente da persone estremamente capaci e competenti. Anche io sono convinto che sia necessario per il futuro della nostra regione che Valle Virtuosa formi una lista civica… Nel nulla generale, si riaccenderebbe una piccola speranza!

  7. Mario Badino Says:

    Vorrei tanto una lista civica Valle Virtuosa. Mi è piaciuta anche l’idea di unità che la battaglia refrendaria ha saputo dare. So che l’UV intonerebbe il coro stonato del «lo dicevamo noi che era quello lo scopo», ma loro avrebbero potuto facilmente disinnescare la “bomba” accettando il tavolo tecnico e non hanno voluto: facendo il male di tutti, ma anche il loro. Noi la nostra proposta l’abbiamo fatta. Che cosa significhi lista civica ancora non è chiaro (aperta, immagino, ai partiti che hanno fatto parte del comitato per il sì: credo sarebbe inevitabile – faranno eccezione, per loro scelta, i grillini, il cui comportamento non mi è piaciuto per niente). Non è chiaro neppure se il fisico di cui si paventa la presenza in lista sarebbe disponibile o meno: noi, a differenza loro, non siamo così contenti all’idea di prenderci un impegno così serio. Ma l’esperienza di Valle Virtuosa e il senso di partecipazione che ha saputo trasmettere non può essere sciupata.

  8. Mario Badino Says:

    PS: Ho scritto «noi» per senso di appartenenza: non mi sto autocandidando!

  9. patuasia Says:

    Ha ragione, signor Badino, a scrivere che il senso di partecipazione che ha saputo trasmettere Valle virtuosa non può essere sciupato, sarebbe veramente un crimine. Per questo trovo naturale lo sbocco in una lista civica. I nostri rappresentanti non vogliono il dialogo, chiudono le porte ai cittadini e aspettano chissà cosa, che altro possiamo fare se non entrare nella competizione elettorale, farci eleggere e portare a termine ciò che si è detto? Mi hanno sempre insegnato che se vuoi davvero una cosa devi prendertela e non aspettare che sia qualcun altro a offrirtela perché non succederà mai, dunque vogliamo una Valle virtuosa? Prendiamocela! (Mi sono inclusa solo per senso di appartenza).

  10. Serafino Pastorello Divino Says:

    Cosa fare dei rifiuti?

    http://m.youtube.com/#/watch?feature=related&v=hi2-7L4QOM4

  11. matteo Says:

    però Patuasia … non crede anche lei di poter partecipare in prima persona? penso che con migliaia di visite al giorno qualcuno di noi lettori potrebbe con piacere votarla…

  12. patuasia Says:

    Patuasia ha già dato e vuole vedere nuovi volti. Mi sono piaciuti quelli di Valle virtuosa: giovani, ma non troppo, appassionati, ma non aggressivi, tenaci e preparati, insomma cittadini capaci di proporre un nuovo stile di governo basato sul rispetto e sull’onestà. Aria fresca a palazzo Deffeyes!

  13. Nemo Says:

    Brava Patuasia, bel segno di umiltà. Proprio quello che manca alla politica di oggi.

  14. Bisker One Says:

    L’importante, ora, sarebbe convincere quelli di Valle Virtuosa a diventare una vera forza politica. Se si alleassero coi partiti giusti (cioè: tutti meno quelli che ci sono in consiglio regionale) avrebbero una fondata possibilità di arrivare nei posti chiave.

  15. sully Says:

    Valle Virtuosa è già una forza politica e di peso. L’errore più grave che potrebbe commettere sarebbe di costiuirsi in partito e di presentarsi alle elezioni. Si è conquistata in questi due anni un ruolo trasversale tra i cittadini, riuscendo a riunire percorsi ideali ed ideologici differenti, sulla base di un’idea. Però di una sola idea: quella sui rifiuti. Io credo (e spero) che continui a stimolare ed a sollecitare i cittadini su molti altri argomenti, con le idee intelligenti che saprà sfornare. Se si costituisse in partito (o movimento, che è sinonimo) perderebbe la priorità delle idee, per cadere nella bassa amministrazione. Mi auguro che i più intelligenti tra i virtuosi non cedano alle sirene della competizione elettorale, ma continuino a dettare la linea ideale di uno sviluppo virtuoso del nostro paese

  16. patuasia Says:

    No, signor/a Sully, Valle virtuosa non è una forza politica di peso, infatti gli amministratori non hanno dato importanza alla sua richiesta per un tavolo tecnico, ma può diventarlo costituendosi lista civica e vincere le lezioni. Lei dice che VV si è formata su un’unica idea: i rifiuti, ma vede pensare a come risolvere questo problema rientra in una filosofia di vita che come tale abbraccia il tutto. Infatti al referendum erano due punti di vista diametralmente opposti sul futuro. Lei dice “bassa amministrazione”, ma cavolo: abbiamo bisogno di una buona amministrazione che poi non è altro che il braccio delle buone idee.

  17. sully Says:

    D’accordo sulla filosofia di vita; purtroppo non credo che sia sufficiente la buona volontà per fare della buona amministrazione.
    Inoltre, la bassa amministrazione (anche quella molto buona) è fatta di mediazioni e compromessi che gli eletti di un movimento (o partito) devono subire/accettare quando non addirittura cercare. E anche se mi piacerebbe il sogno di Roscio Presidente, qualche minuto dopo dovrei ricredermi e considerarlo fallibile come ogni altro buon amministratore. Certo, a paragone degli attuali, saremmo sulla luna, ma dovrebbe scendere sulla terra anche il più puro dei virtuosi.
    Invece, un forte movimento di opinione, che non ha paura di battersi per proporre idee e percorsi intelligenti, che ha forte capacità di mobilitazione dei cittadini attenti, può influenzare nel bene anche i partiti ed i movimenti attuali che, per fortuna, non sono soltanto ricettacolo di loschi personaggi.

  18. patuasia Says:

    Non capisco, signor/a sully dove vuole arrivare. Ho come l’impressione che consideri Valle virtuosa una forza in grado solo di influenzare nel bene i partiti che già ci sono, altrimenti chiunque al suo interno sarebbe fallibile. Beh, io credo che l’essere umano in sé lo sia, può dirmi il nome e il cognome di chi per lei non lo è stato o non lo sarebbe? I piedi sulla terra quelli di VV li hanno radicati benissimo, tanto che non si sono lasciati prendere dal delirio di vittoria e hanno presentato subito una proposta concreta all’amministrazione, dimostrando così la propria apertura verso il dialogo istituzionale. Se i virtuosi si fanno convertire dai partiti il gioco finisce subito: conosco il meccanismo interno di questi e so che li stritolerebbe. La forza di VV consisterà nel suo rimanere fuori il più possibile, alleandosi certamente con chi ha già fatto strada insieme, ma mantendendo una sua autonomia, unico modo per fungere da stimolo per un reale rinnovamento della politica e anche per cambiare quei meccanismi interni ai partiti ormai improponibili.

  19. sully Says:

    Non credo nelle liste civiche. Non lo sono mai completamente. Temo che anche i virtuosi più impermeabili, intruppati in una lista civica, sbanderebbero. Spero di sbagliarmi, naturalmente. E spero di essere smentito. Ma conosco abbastanza i meccanismi delle istituzioni per dubitare.

  20. serGio Says:

    Già, che farà ora Valle Virtuosa e che fare tutti noi che accanto, magari non solo andando a votare Si, ci siamo ritrovati, appassionati, e abbiamo condiviso e difeso le posizioni sia contro l’astensione sia per il Si contro ogni assurdo trattamento a caldo.
    Penso che Valle Virtuosa, ora abbia bisogno, per un attimo, di riflettere e guardarsi dentro perchè è finita una fase con una grande vittoria civica e politica, ma non è finita qui. E’ stata imposta a furor di popolo una decisione indiscutibile, ora però manca l’applicazione di un piano coerente. Ma non pensiamo che possa essere una questione tecnica o amministrativa e basta. Non almeno in Valle e non in Italia. La gestione dei rifiuti è profondamente legata alla politica e le scelte e i comportamenti del governo regionale e dei partiti che stanno dietro lo ha evidenziato ben bene.
    Appare sempre più chiaro che questi prossimi mesi, tutte le attenzioni dei partiti saranno solo rivolte alle prossime elezioni. In ballo è la ridistribuzione dei poteri in seno alla regione. Dentro all’UV, tra i partitini cortigiani, tra i partiti all’opposizione, compresi i 5Stelle. Poi, chi vincerà deciderà le danze. Chi vincerà, istituzionalmente, dovrà affrontare la gestione dei rifiuti in Valle.
    E sarà leggitimato dal voto a operare come vuole, certo tenendo conto del referendum, ma i modi e i tempi di operare potranno essere ben diversi con risultati altrettanto diversi. E di fronte a questo cosa potrà fare Valle Virtuosa? Sarà sufficiente e capace di riorganizzare e premere come opinione pubblica, o questa è un’arma poco efficace. A me non sembra che tra noi i movimenti di opinione siano così determinanti come invece succede in altre nazioni. Valle Virtuosa vorrà invece esserci in qualche modo nel gestire o condizionare direttamente i poteri prossimi futuri? E noi simpatizzanti e/o sostenitori attivi di Valle Virtuosa e del referendum e del SI, che vorremmo fare? Stare a guardare? Condividere con Valle Virtuosa una nuova strada tutta da inventare?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: