18 novembre 2012


Ieri, 18 novembre 2012, la Valle d’Aosta ha vinto e ha segnato finalmente un punto a vantaggio dell’autonomia (la maggioranza fa di tutto per farcela portare via). Patuasia con il suo post “Il futuro ringrazia” conquista il 1° posto nella classifica dei post più letti di wordpress e ieri ha raggiunto il nuovo record di 7.737 visite. Spero di non superarlo, perché questa data è un simbolo di rinnovamento vero, non parolaio; è partito dai cittadini, dalla loro voglia di partecipare e partecipare è costruire il proprio avvenire pure divertendosi insieme!

Explore posts in the same categories: Bellezza, Cultura viva, Ottimismo, Politica valdostana, Referendum

Tag: , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

8 commenti su “18 novembre 2012”

  1. Falce e martello Says:

    Brava, complimenti, grazie e adesso tutti all’arrembaggio per le regionali e politiche del 2013, il 2013 portera’ bene, ci libereremo dell’imperatore e dei suoi sudditi.

  2. bruno courthoud Says:

    Per rollandin è la seconda mazzata, direi che non c’è il due senza il tre. Complimenti ancora a Patuasia, una rosa nel deserto.

  3. L'Isola felice Says:

    Speriamo che i Maya con la data del 21/12/2012 intendessero pre-annunciare la fine dell’Empereur

  4. ghinodipunta Says:

    Alto gesto di Autonomia democratica; la gente inizia a ragionare con la propria testa, buttare tra le ortiche rinsecchite i “diktat” dell’imperatore e dei suoi “leccasuole”. Brava Patuasia e bravissimi quei giovani che ci hanno aperto uno squarcio nella porta Pia della casta chez nous.

  5. Roby7 Says:

    speriamo che il nuovo anno porti il coraggio a tutti quelli che
    non hanno votato per paura di disobbedire. Speriamo ….

  6. Basta Says:

    la paura di disobbedire é senz’altro un evidente segnale di uno stato di sudditanza… occorre capire per quale motivazione tanta gente é così strettamente vincolata a questa situazione…

    Do ut des ??? tu dai una cosa a me, io do una cosa a te ..

  7. Roby7 Says:

    quando ci sono 47 società a partecipazione regionale, il mondo del lavoro è in mano a pochi, ed è ovvio che molti hanno paura di perdere il posto di lavoro o di avere dei problemi. Oggi trovare lavoro è difficile, e quindi è più facile intimorire, o sentirsi intimoriti.
    Riusciranno, adesso che non costruiscono il piro, a dare le borse di studio agli studenti meritevoli? Una ventina di studenti per mancanza di fondi…. non l’hanno ricevuta, una vera vergogna.

  8. patuasia Says:

    Questa cosa che tagliano i contributi agli studenti fa incazzare anche me, ma stiamo andando fuori post 🙂


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: