Arrivederci Presidente!


Il Presidente, Oscar Luigi Scalfaro, all'inaugurazione della mia mostra Bambini di guerra, a Milano.

Tempo fa ebbi il modo di conoscere personalmente l’ex Presidente della Repubblica, Oscar Luigi Scalfaro. L’occasione fu l’inaugurazione a Milano della mostra Bambini di guerra. Ricordo un uomo curioso che mi faceva un sacco di domande e mi raccontava aneddoti della sua vita di bambino. Si soffermava a lungo sulle foto e io mi sentivo a disagio perché l’addetto al protocollo mi metteva fretta. “Si muova, non risponda, acceleri abbiamo altri impegni in agenda, siamo in ritardo…” e mi spingeva. Non sapevo come comportarmi: come facevo a non rispondere alle domande del Presidente? Infatti me la presi comoda e lasciai che fosse lui a dare il tempo: stetti con il Presidente più di mezz’ora. Fui anche invitata al pranzo ufficiale, ma preferii rifugiarmi in un bar con mio marito ad assaporare con calma quell’incontro così inaspettato.

Explore posts in the same categories: Arte, Artisti in provincia, Bambini, Fotografia, Requiem, Uomini politici

Tag: , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

7 commenti su “Arrivederci Presidente!”

  1. Mistinguet Says:

    Non se ne salva uno. Leggete e capirete

    ANSA Valle d’Aosta
    Data: 29/01/2012

    13:50 SCALFARO: LATTANZI (PDL), NESSUN DISPIACERE PER MORTE

    (ANSA) – AOSTA, 29 GEN – ”E’ morto l’ex Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro. Nessun dispiacere”. E’ quanto scrive sul proprio profilo di Facebook il capogruppo del Pdl in Consiglio regionale, Massimo Lattanzi, commentando la morte dell’ex presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro.

    ”Un cattolico che da magistrato a guerra finita giustizio’ sul campo giovani fascisti che si erano arresi. Che invio’, nel 94 a Berlusconi mentre presiedeva il summit mondiale contro la criminalità organizzata un avviso di garanzia per associazione mafiosa che naturalmente venne archiviata perché il fatto non sussisteva. Un falso cattolico, un falso presidente super partes”, scrive ancora Lattanzi. (ANSA).

  2. Uno in gamba Says:

    Un uomo sulla cui coscienza pesano almeno 10 condanne a morte. Che il suo Dio lo perdoni.

  3. maicol Says:

    Wilma passami la clava!

  4. patuasia Says:

    Le mie idee politiche non hanno mai coinciso con quelle dell’ex Presidente della Repubblica. In tempi di referendum contro la legge sul divorzio mi prodigai non poco per i NO che vinsero. Lui da cattolico fervente sosteneva la necessità dei Sì. Ma accusarlo di aver ucciso sul campo giovani fascisti che si erano arresi, mi sembra dare una lettura storica alquanto distorta come è in uso in una parte di certa destra. Quei fascisti furono regolarmente processati da un tribunale che li condannò alla pena di morte allora prevista, per aver collaborato con i tedeschi. Collaborare con i tedeschi a quei tempi non significava semplicemente scambiarsi delle lettere. Scalfaro era Pubblico Ministero e, in quel ruolo, fece quello che gli sembrava giusto fare anche perché il codice penale di guerra non gli offriva nessun’altro tipo di pena da infliggere.

  5. Paul Says:

    Lattanzi vai a piangere a Predappio…

  6. Dzei Says:

    Mmm… D’accordo anche sulla legittimità dello schiaffo per una scollatura o sull’uso disinvolto dei 100 milioni al mese (evitabile: Fanfani li rifiutò)?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: