Una regione normale?


Diverse e attendibili persone mi hanno riferito che alla raccolta delle firme contro il progetto del pirogassificatore promossa alla Croix Noire, un noto esponente dell’Union urlava alla gente di non firmare. L’episodio sembrerebbe banale , ma non lo è. Ricorda il referendum sull’ospedale, quando gruppi armati di parole e sguardi “invitavano” i cittadini a snobbare l’appuntamento democratico. Uno stile che con la democrazia ha poco da spartire. La democrazia si muove, fa rumore, si confronta, lotta, discute, si incazza. Il silenzio, l’ubbidienza, il voltare lo sguardo altrove sono comportamenti tipici di un regime. Di una dittatura. Scegliere significa poter raffrontare due o più strade diverse, farsi un’opinione e agire in merito. Questa è la libertà. Di questa libertà qualsiasi autoritarismo ha paura. Perché il potere non si fonda sulla libertà, ma sull’acquiescenza indotta. Sul ricatto. L’Union valdotaine è molto preoccupata dal probabile referendum che non considera come un’opportunità, bensì come una grana che potrà scalfire il suo immenso potere. Da qui l’atteggiamento di quel tal “signore”, trova la sua ragione di essere. Da qui lo spostare le reali motivazioni che spingono Valle virtuosa a contrastare il progetto e che hanno come obiettivo ultimo la salvaguardia della nostra salute, su un piano diverso, più facile da gestire. L’assessore all’Ambiente, Manuela Zublena, apre l’affondo, secondo lei e il suo regista, la mobilitazione di numerose persone appartenenti a colorazioni politiche differenti, sarebbe opera dell’opposizione spinta solo a far cadere l’attuale maggioranza. Ciò dimostra povertà di argomenti e disprezzo nei confronti degli undicimila firmatari. Disprezzo nei confronti della democrazia che sulla partecipazione fonda il suo essere. Disprezzo nei confronti di chi non vuole imposizioni dall’alto. Disprezzo nei confronti dell’intelligenza. Di questo disprezzo è fatto il nostro assessore. Dunque sarà normale che ci saranno nuovi gruppi armati di cellulare che faranno la ronda davanti ai seggi. Se qualcuno è ancora convinto di vivere in una regione normale è bene che si ravveda.

Explore posts in the same categories: Ambiente, Battaglia, Degrado ambientale, Degrado morale, Inquinamento, Mala politica, Salute, Uomini politici

Tag: , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

10 commenti su “Una regione normale?”

  1. Paul Says:

    “Capre! Capre! Capre!” come direbbe IL critico d’arte…

  2. Paul Says:

    Off Topic: Notizie dal Nuovo Teatro? Grande opera…

  3. tagueule Says:

    Cari tutti è ora di far scattare riprese con i cellulari. Io mi dolgo di aver perso le immagini del “noto esponente” che urla di non firmare. Bisogna far vedere a tutti come sono certi politici. Dobbiamo stanare la loro grettezza, la loro ignoranza, i bassi istinti che muovono le loro scelte.

  4. lacrunadellago Says:

    Off topic per Paul: “Laurent Viérin, 5/10/2011: Non diamo più appuntamenti per l’apertura dello Splendor. Ci sono stati ricorsi negli appalti”

  5. fiatosprecato Says:

    @tagueule
    Hai proprio ragione. Abbiamo la rete dalla nostra. Usiamola. E se ci scappa anche la ripresa di qualche reatuccio, meglio ancora…

  6. patuasia Says:

    La rete vuol dire partecipazione, condivisione, democrazia, lotta dal basso, libertà, dunque usiamo tutti i mezzi che la tecnologia ci offre e “staniamo il lupo”!

  7. Paul Says:

    Grazie lacruna!


  8. Io invece l’ho visto e sentito….E come ho già detto in un altro post ho anche incontrato un assessore che mi ha detto che avrebbe saputo a casa di chi portare l’immondizia…..

  9. raz-les-bolles Says:

    non è più neanche necessario urlare e minacciare.
    la gente si fa serva spontaneamente, se chiedi di firmare x il referendum fan finta di non sentire, parlano dell’ennesima cena di befane o befani, o streghe o maghetti o come diavolo si chiamano nei vari paesi i raduni goliardici, girano la testa dall’altra parte, fan finta di non sentire….


  10. Magari un’altra festa di “coscritti” con tanto di sbronza?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: