Ma noi non ci crediamo!


Il Leone rossonero non convince!

I commenti del Leone riguardo al meraviglioso risultato referendario, sono prudenti. Secondo il segretario, Ego Perron, non c’è un nesso diretto tra la politica valdostana e l’esito delle ultime consultazioni. Ma noi non ci crediamo! La politica del Leone rossonero è sempre stata quella di essere al servizio del Governo di turno per portare a casa ben ricolma, la borsa della spesa, dunque come può dirsi tranquillo Perron che non può non sapere che il Governo Berlusconi è agli sgoccioli? Come può dormire sonni beati, sapendo che la base unionista ha digerito malamente la nuova alleanza con il PdL? Alleanza stipulata fuori tempo massimo e per questo a molti incomprensibile?

Explore posts in the same categories: Mala politica, Politica valdostana, Uomini politici

Tag: , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

5 commenti su “Ma noi non ci crediamo!”

  1. Dzei Says:

    Falso. Il governo Berlusconi è forse agli sgoccioli, ma non è detto che la “sinistra” sia vincitrice, oggi o in un domani più o meno prossimo.Quando pure fosse, vuole che in VdA un Rigo o un Donzel non accolgano proni, supini, a 90° o a più ampio e comodo per il “visitatore” angolo, il ritorno, chiamiamolo così, dell’uccel prodigo?
    Suvvia… Finché ci saranno i soldi, questa valle sarà completamente marcia, con al centro un turpe pastone chiamato uv e i suoi a un tempo servi e direttori, molti tra i quali impiegati dello Stato. Dopo – perché i suddetti soldi finiranno, ben prima di quanto molti fingono di credere – sarà peggio, molto peggio. Dopo ancora, ma passate sofferenze che oggi nemmeno immaginiamo, sarà forse possibile ricostruire.
    Per ora, viva quindi i Perron e i Marguerettaz commensali a Bovalino Marina, viva le Ghidinelli e le Machet, viva i Viérin e i Caveri “oppositori interni”, viva i questori per cui un giorno la ‘Ndrangheta non c’è e quello dopo esige di “tenere la guardia alta” nonché forse i pantaloni bassi, viva i Maddalena e i Violante “integerrimi magistrati” pronti a ogni convegno con chicchessia, viva, più di tutti, ‘Gueste, Rolly, Iddu, lo Presidan: tutti lavorano alacremente ad accelerare lo sfascio e quindi la possibile palingenesi.
    Meglio una sofferente speranza che la certezza dell’eterno degrado. Rimaniamo allora cautamente fiduciosi e prepriamoci a sopportare la dolorosa transizione. Non combattendo coloro che ci conducono con tanto ardore allo sfascio, ma anzi ringraziandoli, poiché avvicinano, con la loro stupidità, la loro avidità, la loro straordinaria pochezza il momento della resa dei conti.
    Sia chiaro: ognuno pagherà, e, come sempre accade, i deboli e gli innocenti più di tutti. Non ci sarà logica, non ci sarà giustizia, non ci sarà redenzione. Ma finalmente, sulle macerie dello schifo, potremo nuovamente tenerci eretti e guardare l’orizzonte.

  2. giancarlo borluzzi Says:

    La mia opinione è diversa.
    Normalmente,quando due partiti, uno poniamo bianco e l’altro poniamo nero,si alleano, danno luogo a un’alleanza di colore grigio più o meno tendente al bianco o al nero.
    Nel caso valdostano nulla di tutto ciò è successo: se l’UV era bianca o nera, bianca o nera è rimasta dopo una sterilizzazione del PdL richiedente pure il formalissimo ingresso in maggioranza nelle vesti di lavapavimenti.
    L’UV è un partito con ben noti difetti e obiettivi.
    Nulla di nulla è per lei cambiato dopo il predetto abbraccio se non il fatto che il maggior partito italiano aveva astrattamente un’ampia possibilità di incidere sulle disfunzioni e sulle assurdità valdostane facendo anche leva sulla sua forza parlamentare, ma per ottenere l’abbraccio ha accettato di esistere solo nominalmente.
    Facendo facilmente leva sulla nullità dei “dirigenti” pidiellini locali, aspiranti solo o all’illudersi di essere formalmente parte di una maggioranza in cui in realtà non hanno potere di indirizzo alcuno oppure a racimolare uno stipendio politico che permetta lo sbarcamento del lunario, l’UV ha fatto il suo interesse e comunque potrà disfare tutto senza essersi contaminata con inesistenti finalità e valori altrui.
    Perchè questo è il vero punto, e lo dico con quella cognizione di causa che difetta a qualsivoglia pidisenzaelle valdostano che acriticamente equipara i pidiconelle chez nous a quelli nazionali: il PdL valdostano è una pura astrazione, ci sono quattro gatti che ne fingono l’esistenza e hanno buon gioco visto l’immeritato credito che anche in questo blog viene loro concesso ritenendolo la sezione locale della forza nazionale.

  3. tagueule Says:

    In valle il PDL sta all’UV come al governo I Responsabili stanno al PDL: sono gli scilipoti de nos atre.

  4. pirmin Says:

    Perron ha comprato all’UV l’ultimo biglietto del Titanic-PDL….

  5. Tsardon Says:

    Rispetto alle solite foto scemette questa è simpatica! Tous mes compliments


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: