Acqua libera!


L'acqua lasciamola a loro come ci è stata data dai nostri padri - immagine: Patrizia Nuvolari

Patuasia invita a votare quattro SI’ al referendum. Andate e portate a votare, è importante!

Condividi su Facebook:

Explore posts in the same categories: Acqua, Artisti in provincia, Referendum

Tag:

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

5 commenti su “Acqua libera!”

  1. Schopenhauer Says:

    affluenza record alle ore 12 di domenica, in VdA x i 4 referendum: 15,5% WOW!!!!! quroum vicino, incrociamo le dita…..

  2. libero Says:

    Ho votato questa mattina: quattro sì! Giuro che se arriviamo al quorum mi ubriaco anche se sono quasi astemio.

  3. bruno courthoud Says:

    mi sa che sarai costretto ad ubriacarti!

  4. Frank Says:

    Le ragioni per le quali ho votato NO sono diverse, tra le quali:
    a) Pubblicamente non si ha trasparenza e lo dimostra il fatto che a capo delle municipalizzate ci vanno gli amici degli amici;
    b) A Torino esiste già da tempo una municipalizzata controllata in parte da privati e non mi sembra che funzioni male;
    c) Per migliorare le infrastrutture idriche occorre spendere, occorre aumentare le tasse. Quale politico si sentirebbe di fare una cosa simile? Nessuno, pertanto non ci potrebbero essere miglioramenti in tal senso;
    d) I sostenitori del SI dicono che sarebbe sufficiente dirottare i soldi per il Ponte sullo Stretto per migliorare la qualità degli acquedotti: il problema è che non ci sono i soldi neanche per fare il Ponte;
    e) La qualità dei servizi erogati da privati (non dimentichiamoci che anche le municipalizzate potranno ugualmente partecipare al bando) è scritta sul bando del concorso. Il privato, cioè, è costretto a soddisfare alcuni requisiti;
    f) I bandi sono europei: massima trasparenza;
    g) Il trasporto ferroviario è gestito dal pubblico (parlo di quello Regionale). Chiediamo ai pendolari se sono soddisfatti e chiediamo loro se magari non sognano che qualche azienda privata investa sul trasporto locale!
    Credo che siano ragioni più che sufficienti per votare NO

  5. pierre Says:

    il problema non è la scelta tra gestore privato o pubblico, la cosa negativa era che la scelta veniva da una legge dello Stato.
    E’ sicuramente più giusto che siano le amministrazioni locali (è questo è un principio del federalismo che la lega fa finta di non capire) a decidere quale strada prendere e successivamente saranno gli elettori a valutare la scelta.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: