Mal chauffage!


La legge se la sono fatta da soli senza coinvolgere le associazioni dei consumatori: comportamento tipico di un regime e non di una democrazia. Mi riferisco ai bon chauffage. L’incontro previsto per il 21 marzo è a semplice titolo informativo, una dovuta cortesia niente di più. Cosa dice la legge? La somma messa a disposizione dei cittadini per quest’anno ammonta a 17 milioni di euro che si traduce in 400 euro per nuclei familiari con un reddito lordo non superiore ai 60.000 euro. La disparità di trattamento con i precedenti buoni benzina è enorme. Se prima non c’erano problemi di reddito (anzi chi più auto possedeva meglio stava e chi nulla aveva nulla prendeva), oggi con i bon chauffage una bella percentuale di famiglie con reddito medio sarà esclusa dal contributo. E non si capisce il perché. Le accise sulla benzina ammontano a 40 milioni di euro perché dunque girarne solo 17  ai cittadini? Dove vanno a finire i 23 milioni che avanzano? Il Codacons Vda  “ritiene importante che il Governo regionale utilizzi tutte le risorse derivanti dalle accise sulla benzina direttamente in attività a favore dei singoli cittadini-consumatori”. Le proposte non mancano e vanno dagli incentivi sulla rottamazione delle aute vetuste, ai mutui prima casa. Ma che dicono i nostri amministratori oltre a presentarci il fatto compiuto?

Condividi su Facebook:

Explore posts in the same categories: Battaglia, Degrado morale, Domande, Informazione, Mala Amministrazione, Politica valdostana

Tag: , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

4 commenti su “Mal chauffage!”

  1. oscar rubio Says:

    @ Patuasia
    Questa volta vorrei dirlo: sei arrivata leggermente in ritardo sulla tabella di marcia della denuncia del Pd. Ma evidentemente mi fa ugualmente piacere vedere la stessa sensibilità e la stessa attenzione che hai sui problemi sociali nonchè sulla segnalazione del furto (un’ingiustizia) dei milioni di euro perpetrato dall’Amministrazione regionale, alle spalle dei cittadini valdostani. Infatti anzichè dividersi 40 Ml di euro, se ne troveranno in tasca solo 17…se tutto va bene.

  2. patuasia Says:

    Bisogna spiegarlo bene alla gente che si tratta di un furto, (a meno che gli altri 23 milioni di euro siano destinati a qualcosa di veramente utile per la collettività, ma non si sa come saranno impiegati), perché dalle risposte su FB credo che ci sia molta confusione in giro. Bene per il Pd che affronta temi legati alla realtà. Essere arrivata in ritardo non mi turba, pur che ci arrivi qualcuno.

  3. unoqualunque Says:

    “La legge se la sono fatta da soli senza coinvolgere le associazioni dei consumatori: comportamento tipico di un regime e non di una democrazia.”
    Non esageri. Nei regimi le leggi non le fanno neppure.
    Mi sembra che sia un diritto/dovere del consiglio regionale di fare le leggi regionali, o no?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: