Digressione 9


Viva l'Italia!

Carnevale a Dusseldorf. La gioiosa immagine dell’Italia fa il giro del mondo!

Condividi su Facebook:

Explore posts in the same categories: Carnevale, Degrado morale, Festività, Manifestazioni

Tag: , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

11 commenti su “Digressione 9”

  1. giancarlo borluzzi Says:

    La discesa in campo di Berlusconi poteva essere la premessa per rimettere in quadro l’economia, ricorrendo a misure anche impopolari ma necessarie. Purtroppo Berlusconi ha traversato lustri con i suoi sondaggi in mano, col risultato dell’esserne condizionato e del voler restare in sella prescindendo da una linea davvero incisiva che poteva creare problemi di consenso nell’immediato elettorale, pur pagando in un medio e lungo termine mai davvero preso in considerazione.
    Governo ergo sono, dunque.
    Ora è scoppiato il caso Ruby, che in senso stretto è un pasticcio su cui i media avversi hanno marciato, comunque con la scusante di fare giustamente da contraltare al tg di Fede o ai deliri de Il Giornale. Ma tale scandaletto ha escluso di fatto Berlusconi dalla politica: non per questioni di bunga bunga, ma per la sua posizione nei confronti della giustizia italiana (non esistono trame rosse se non nella sua fantasia e, in ogni caso, non si può pensare di modificare ad libitum uno dei tre pilastri dello Stato). Le sue uscite in merito sono inaccettabili, non da statista, e, mutatis mutandis, equiparabili al comizio televisivo di ieri del suo amico Gheddafi.
    L’Italia deve accantonare Berlusconi, ma non per questioni ludico-sessuali e dintorni. Lo deve fare perchè ormai il cavaliere antepone a tutto la propria sorte e utilizza un consenso acritico pilotato dai propri media.
    Non condivido il carro con Berlusconi tra una miriade di tette, sarebbe stato più saggio un carro con sopra l’Italia posta su una pira stile Giovanna d’Arco con il cavaliere che appicca il fuoco.
    Ma la sostanza sarebbe poi stata la stessa.

  2. babyduckling Says:

    Sarà che a carnevale ” ogni scherzo vale “, ma qui si esagera. Qualcuno ha detto che per non dover vedere Berlusconi basta spegnere la tv. E buttare i quaotidiani, spegnere la radio strappare i giornali e tapparsi in casa ………..aggiungerei io. Oppure andiamo tutti insieme in un monastero di monaci tibetani, che tanto male non fà! Ormai ce li propinano a pranzo, cena e colazione come un digestivo ( o un lassativo? ). Tra i politici che vanno da destra a sinistra e da sinistra a destra il nostro Stagno sembra un circo, e nemmeno tanto divertente dato che i pagliacci fanno più impressione che ridere. Un’ultima riflessione sorta nella Paperacea mente ieri all’ora di cena: con tutte le critiche possibili e immaginabili devo congratularni con la signora Veronica per aver levato le tende con un bel malloppo appena ha sentito gli scricchiolii ammonitori, si insomma…prima che la barca affondasse!

    Ps Qualcuno ha dichiarato: ” voglio esserci quando tutto finisce, solo per vedere come và! “

  3. Superreina Says:

    L’Italia avrà mai una destra normale? Fini per molti è stato una speranza che si è sgretolata subito, vedi alla voce Fli.

  4. el diablo Says:

    Che ridere Borluzzi che critica Berlusca! Trombato come Louvin che critica Rollandin!

  5. patuasia Says:

    Signor el diablo, io non ci trovo proprio nulla da ridere nel commento del signor Borluzzi. Secondo lei è impensabile la critica al proprio interno? La sinistra lo fa da sempre, perché non dovrebbe farlo la destra? Anzi mi sembra un atteggiamento corretto e stimabile in una democrazia che si vuole a più voci. E poi invito ancora una volta a non scadere nel battibecco che non porta da nessuna parte, ma rimanere su posizioni alte di critica e giudizio.

  6. cesara pavone Says:

    E’ un dato di fatto che la destra abitualmente rinserra i ranghi e preferisce non far emergere il dissenso, non é nella sua natura accettarlo, al capo si obbedisce e basta, ordine e gerarchia che diamine!Guardate cosa sta accadendo a Flavia Perina che, tra l’altro era presente sul palco a Milano il 13 febbraio a sostegno della manifestazione “se non ora, quando?”: rischia di essere cacciata dalla direzione de Il Secolo d’italia!

  7. oscar rubio Says:

    In effetti alcuni personaggi che ogni tanto fanno capolino qua dentro, lasciano intravvedere come sia infimo – ad una prima considerazione – il livello della propria cultura politica. Sono completamente d’accordo con Patuasia che si è risentita della considerazione di dubbio gusto fatta da “el diablo”. Certo non è questa la strada di quella tanto ricercata riappacificazione tra cittadini. Forse è proprio il vedere come sia gestito il partito di riferimento di el diablo, che mi fa pensare che lui sia uno che ammira chi usa il pugno di ferro contro chi dissente. Vedi l’Uv o il PdL nazionale e regionale.
    con il pugno di ferro


  8. primo, berlusconi è sceso in campo per salvare le sue aziende dal fallimento e il proprio culo, in un clima di terrore alimentato dalle bombe e dagli attentati della mafia
    secondo, ha governato con il foglietto dei sondaggi in mano perchè il suo obiettivo era rimanerci il più a lungo possibile
    terzo, degli italiani a berlusconi non è mai importato nulla
    quarto, le cronache di oggi spiegano bene quello che vuol dire il berlusconismo
    quinto, siamo sicuri che si risolva tutto “semplicemente” rimuovendo berlusconi?

  9. bruno courthoud Says:

    fascismo (per non andare troppo indietro), democrazia cristiana e PSI, berlusconi: il potere, il malaffare e la mafia, con il placet della chiesa cattolica, si sono solo e sempre adeguati ai tempi, in un continuum senza intervalli. Tramontato berlusconi, si adegueranno nuovamente ai nuovi tempi. E’ una certezza. D’altronde, in questo paese, chi potrebbe contrastarli? Al momento, nessuno. Viviamo in un paese senza spina dorsale.

  10. oscar rubio Says:

    Deputato Pd denuncia tentata corruzione “Soldi per passare con Berlusconi”

    ROMA – Gli avrebbero garantito 150mila euro e la certa rielezione in cambio del salto della staccionata per passare tra i “responsabili” a sostegno della maggioranza. Gino Bucchino, 62 anni, medico, residente in Canada ed eletto nella circoscrizione Nord e Centro America nelle liste del Pd, denuncia il tentativo di corruzione subito in conferenza stampa a Montecitorio. Garante dell’operazione, nelle parole del deputato Pd, il coordinatore Pdl Denis Verdini, che subito dopo la rivelazione nega di aver mai conosciuto Bucchino. Primo, sarcastico commento di Pier Ferdinando Casini: “Perché vi stupite? Se volete vi porto altri 20 di questi esempi”. Franceschini: “Bucchino è persona seria e rigorosa. Il suo è un atto di coraggio”.

    http://www.repubblica.it/politica/2011/02/24/news/deputato_pd_denuncia_soldi_per_passare_con_berlusconi-12854153/?rss
    ^^^^^^^^
    A proposito di spina dorsale…

  11. patuasia Says:

    Avercene anche qui!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: