Buona legge


Non è vero che noi di Patuasia segnaliamo solo le schifezze, quando si produce qualcosa di buono noi siamo presenti e felici e contenti. Questo qualcosa di buono è la legge regionale, approvata all’unanimità, per la tutela degli animali di affezione. (Nonostante Turi).

Condividi su Facebook:

Explore posts in the same categories: Animali, Buona amministrazione

Tag: , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

25 commenti su “Buona legge”

  1. sole Says:

    riportate le parole di turi vi prego!!non può passarla liscia così, non è mica al bar!!!io sono veramente senza parole!!ma i suoi colleghi di partito non hanno il buon gusto di prendere le distanze da quanto detto in aula dal loro caro collega??è una vera vergogna…i valdostani dovrebbero avere tutti la possibilità di sentire cosa ha detto Agostino in aula, veramente incivile!nemmeno la minoranza l’ha ripreso però….peccato

  2. Michel Says:

    Povero Turi….
    Che alla fine non ha mica detto chissà cosa,molte cose che la gente dice abitualmente ma che sicuramente suonano un pò strane in un consiglio regionale….
    Un pò troppo discorsi da bar veramente…

  3. Sole Says:

    Ma come non ha detto niente di che??!!meglio l’ospizio di un animale??in Cina li mangiano??e il disprezzo con il quale diceva queste fesserie??!!non credo faccia il consigliere a titolo gratuito quindi si dia una regolata e porti rispetto almeno quando parla in aula!e i colleghi ridevano??avrebbero fatto meglio a piangere, pensate da chi siamo amministrati. L’altra volta,sempre Agostino si e’ dichiarato favorevole alla pena di morte per sakineh..vi rendete conto??il presidente dell’union cosa fa??ride anche lui??o almeno lui pensa di richiamare questo soggetto invitandolo ad avere un comportento meno incivile ed ignorante??lei patuasia non e’ allibita dalle uscite di agostino??

  4. moussechocolat Says:

    Pubblicheremo un post lunedì, giorno molto seguito dagli utenti, stia tranquilla signora Sole, non tralasciamo una chicca come questa!

  5. Sole Says:

    Ne sono davvero felice,davvero…la gente DEVE sapere…anche su sakineh…grazie

  6. Michel Says:

    Peccato che sia uno dei pochi dell’Union che in consiglio parla…
    Magari insegnamogli a parlare decentemente…
    Poi anche su Sakineh,occupiamoci deiproblemi italiani che ne abbiamo già abbastanza.Dobbiamo sempre andare a ficcare il naso in paesi con culture e leggi diverse dalle nostre.Con questo non approvo quello che succede ma penso che prima di guardare altrove ci convenga guardare ciò che succede in Italia.

  7. Sole Says:

    Senza parole,davvero

  8. Ugo Says:

    E’ desolante vedere che le sinapsi neuronali iniziano a deteriorarsi… Fossi in Turi e Michel inizierei a preoccuparmi seriamente, dico davvero! Un buon neurologo potrebbe quanto meno aiutare a recuperarne una parte!

  9. Michel Says:

    AH AH AH !!!!!

  10. el diablo Says:

    Ugo concordo con te nella lista aggiungiamoci pure l’assessore Isabellon che ha approvato una delibera in cui proponeva di eliminare un migliaio di bovine valdostane per l’ibr, cosi da un giorno all’altro come niente fosse,provocando l’ira degli allevatori. Fortunatamente tutto é stato bloccato da chi ha piu’ sale in zucca.Quel che mi stupisce é che nessun giornale né ha parlato.
    Ma certa gente prima di agire non pensa che le scelte devo essere condivise con gli interessati? a cosa serve l’arev?

  11. riccardo Says:

    Leggendo i giornali ho notato anch’io che tutti han taciuto sulle due megafiguraccie di Turi e Pino Isabella. Frequentando il vostro blog all’inizio pensavo che le dichiarazioni di bruno courthoud e altri che denunciavano un clima paragonabile a quello mafioso erano avventate e fuori luogo, dopo questi episodi devono ricredermi .
    Non pensavo che esisteva una specie di filtro per le notizie che compromettono le perfomance di questi ” scienziati ” della politica.
    Menomale che esistono i blog… per ora….

  12. Michel Says:

    Eliminare da un giorno all’altro????
    Ma se sono anni che sappiamo in che direzione si stava andando con le mucche affette da Ibr.
    Infatti in molti allevamenti non ci sono più bestie affette da Ibr e quindi molti allevatori sono già in regola.
    Poi invece c’è chi se la prende comoda tanto al momento dovuto qualcuno farà una proroga e via….

  13. Michel Says:

    A cosa serve l’AREV??? Vediamo,se le associazioni di settore fossero tutte unite e andassero nella stessa direzione potrebbe servire…
    Invece qui da noi ogni associazione pensa al suo “giardino” e non guarda oltre la siepe,non ha una visione globale di ciò che succede…
    Altrimenti potremmo farci sentire un pò di più sia sul mercato,sia nella produzione di prodotti a Km 0 e altre cose….

    E perchè ogni associazione tace sulle cose???
    Bhé,risposta semplice,altrimenti poi bisogna fare i conti con Iddu…

  14. el diablo Says:

    Caro Michel t’invito a leggerti attentamente la delibera sull’ibr n° 2918 del 29/10/2010 poi né parliamo!

  15. Michel Says:

    Ho dato un’occhiata alla delibera ma non mi sembra ci sia nienta di così strano.
    Come in 4 anni quasi la metà delle aziende si è messa in regola possono farlo anche le altre.

    Quello che fa girare le scatole agli allevatori non è il dover abbattere le bovine,ma il rischio di non poter partecipare alla BATAILLE… Nient’altro,quella è la preoccupazione più grande.

    Con il ricambio e la selezione si può arrivare all’eradicazione dell’Ibr contanto anche che ci sono gli incentivi per la sostituzione dei capi positivi.

  16. el diablo Says:

    La situazione é confusa, come sempre a farla da padrone é il solito clima d’incertezza che regna sovrano nel settore dell’allevamento. I politici stanno a guardare e se né lavano le mani mentre gli allevatori si scannano tra di loro: chi ha le mucche indenni da ibr accetta la delibera mentre chi né possiede tante ( magari anche quotate reines )con l’ibr vorrebbe che questa fosse revocata. Boh vedremo chi vincerà stò simpatico braccio di ferro.

  17. Michel Says:

    El diablo,sono d’accordo con te in quello che dici.

    Sarà che negli anni anche io ho eliminato dal mio allevamento i capi infetti.
    Però il problema più grande che scalda l’ambiente è come sempre il problema REINES.

    Il punto non è su chi vincerà,la soluzione a mio avviso migliore potrebbe essere un prolungamento del periodo di 3 anni,però poi basta,chi non è rientrato nei parametri abbatte le bestie infette senza altre proroghe.

  18. el diablo Says:

    Concordo con te é un problema di tempistiche! Quello che mi fa’ strano perché fare una delibera cosi dura senza sentire prima il mondo dell’allevamento?

  19. Michel Says:

    Secono me la comunità europea spinge un pò e quindi l’assessore ha deciso di velocizzare le cose.Tanto la reazione del mondo agricolo la conosceva già.

    Però dal mio punto di vista siamo una regione che a livello sanitario non ha niente a che vedere con le altre regioni italiane.
    Se in altre regioni facessero i controlli che fanno da noi a mio avviso ci sarebbe da ridere,anzi da piangere.

  20. bruno courthoud Says:

    Fucili sabaudi e supermucche: i sussidi senza fine
    archiviostorico.corriere.it
    1861-2011 Visioni d’ Italia 1861-2011 40.

  21. Michel Says:

    Si Bruno,l’ho letto ieri…

  22. poudzo Says:

    L’articolo è il brillante ed esaustivo riassunto di ciò che Patuasia va scrivendo da due anni.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: