Odore di bruciato


Era ora! Da tempo andavo chiedendomi del perché dei tanti incendi a carattere doloso che disseminano da qualche lustro la Valle d’Aosta. Avevo anche fatto un paio di telefonate senza arrivare da nessuna parte: più per pigrizia e mancanza di esperienza da parte mia che per omertà altrui. Ora, i giornalisti Roberto Mancini e Marco Nebiolo, hanno pubblicato sul numero Narcomafie di aprile (in uscita da noi la prossima settimana presso le librerie Filotea e Minerva), un interessante reportage dal titolo: “Odore di bruciato nella Valle dei falò”. Il presidente della Giunta, Augusto Rollandin, ci aveva rassicurati sull’assenza in Valle della malavita legata ai clan, i numerosi incendi, al contrario, aprono scenari inquetanti che questa rassicurazione mettono all’angolo.
____________________________________
Condividi su Facebook:

Explore posts in the same categories: 'ndrangheta, Criminalità, Degrado morale, Folclore valdostano, Mafia di montagna, Uomini politici

Tag: , , , , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

3 commenti su “Odore di bruciato”

  1. raz-les-bolles Says:

    Poi c’è una mafia in doppiopetto, quella di chez-nous che non spara ma ti toglie il cibo di bocca e riempie le tasche degli amici di diamanti. Ma di quella (a km. zero) siamo espertissimi, noi in valle.

  2. patuasia Says:

    Quella mafia lì, mi pale di conoscella!

  3. bruno courthoud Says:

    due mafie che ormai vanno d’amore e d’accordo!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: