Ricomincio da tre!


Tre sono i candidati che hanno deciso di affrontare l’arena delle primarie: Carlo Curtaz, Paolo Momigliano Levi, Mario Vietti. Tre uomini, speravamo ci fosse anche una presenza femminile, ma scendere in campo è una decisione libera, dunque possiamo augurarci almeno una vice-sindaco (Iris Morandi ci piacerebbe). Il nuovo dei tre, Paolo Momigliano Levi, è il più vecchio, giusto per ribadire che l’età anagrafica non conta in fatto di novità. E’ un uomo di cultura che ha diretto per molti anni l’Istituto storico della Resistenza della Valle d’Aosta, un uomo stimabile che esprime la “società civile”. Mario Vietti, consigliere comunale uscente, fondatore prima di Aosta viva, poi dell’ALPE, è persona vivace, impegnata e ricca di esperienza. Ultimo, Carlo Curtaz, consigliere regionale dei Verdi per due legislature, sempre in prima linea per difendere l’ambiente, nonché abile scrittore. Sono tre uomini degni, capaci di ricoprire con senso di responsabilità il ruolo di Sindaco, ma dal momento che dobbiamo scegliere, noi di Patuasia news, tifiamo CURTAZ! Il più giovane, il più a sinistra.

Abbiamo deciso, da sempre, di essere un blog di dichiarate scelte politiche, senza per questo sentirci partigiani di nessuno.  Non ci va di stare al di sopra delle parti, meno che mai avere la puzza sotto al naso. E’ sicuramente più facile, ma non ci sembra un atteggiamento corretto: parliamo di politica dunque che si sappia da che parte stiamo, con tutti gli errori che possiamo commettere. Sono le nostre scelte che vogliamo esprimere, possibilmente con un briciolo di entusiasmo, il che non guasta, con la speranza di renderle partecipi.

____________________________________
Condividi su Facebook:

Explore posts in the same categories: Battaglia, Elezioni, Politica valdostana, Uomini politici

Tag: , , , , , , ,

You can comment below, or link to this permanent URL from your own site.

9 commenti su “Ricomincio da tre!”

  1. Michel Says:

    Condivido anche io la scelta…Potessi votare alle primarie voterei sicuramente Curtaz.

  2. frecciarossa Says:

    Sì anch’io voterò per Carlo Curtaz, mi sembra una persona a posto, equilibrata, seria, onesta, insomma adatta a ricoprire la carica di Sindaco.

  3. K.S Says:

    io voterò per Mario Vietti, persona capace, onesta ed in grado di esprimere un progetto per la città.
    L’unico dei tre che conosce, per esperienza personale, l’amministrazione comunale di Aosta.
    Non ce ne vorrà patuasia… ma Aosta merita di più di un mancato vicesindaco di Gressan. Aosta non può essere un ripiego, dispiace per l’ottimo Curtaz.
    Pertanto, viva Vietti sindaco!

  4. buzzobuono Says:

    Condividiamo il giudizio del signor K.S sul candidato Mario Vietti, ci dispiace però che Carlo venga descritto come un mancato vicesindaco. Non crediamo che la scelta su Aosta sia per lui solo un ripiego. Non condividiamo pertanto questo modo di trattare “l’avversario” che è uomo onesto e capace di esprimere un progetto per la città. Noi tifiamo per lui, ma se vincesse Vietti saremmo contenti ugualmente.

  5. raz-les-bolles Says:

    anch’io, se fossi residente ad aosta, non avrei un istante di esitazione e voterei Curtaz. con tutta la stima per gli altri due, ma Curtaz è molto di più di un mancato vicesindaco!! In ogni caso andate a votare per le primarie e, dopo, per l’Alpe: è la sola scelta possibile per uscire dal pantano….

  6. ghianda Says:

    Molti di noi hanno avuto un osgno alcuni anni or sono.
    La mina sparata nel cuore del leone rossonero sembrava poter provocare frane importanti che (tanto per rimanere in tema con la notizia di questi giorni) avrebbe provocato un percorso alternativo di lunga durata ma soprattutto avrebbe posto le basi per un’alternativa un pò fuori dalle righe, con le basi nella nostra massacrata società valdostana e con volti nuovi pronti in un secondo tempo a dirigere tali operazioni.
    Il buon Paolo Louvin aveva combattuto per tale soluzione non piegandosi poi a volontà che non condivideva e che rimettevano in circolo vecchi schemi camuffati da nuovi costumi, lasciando quindi il suo incarico che aveva egregiamente portato avanti.
    Queste candidature, estratte da un cappello apparentemente nuovo ma di vecchia fattezza, sono una conferma della sterilità di quel percorso che oggi vediamo raggruppare forze eterogenee che poco avranno di importante da dire poichè destinate a naufragare nella sterilità della loro proposta.
    Nulla di nuovo sotto al cielo valdostano. Un nuovo nome per una ricetta ricca di vecchi ingredienti sarà certamente riconosciuta con disappunto dai palati più esigenti.
    Un saluto di buona pasqua.

  7. buzzobuono Says:

    I palati più esigenti, a furia di essere esigenti, continueranno a mangiare sempre la solita vecchia e riconosciuta merda! Ma possibile che non si riesca a capire che i miracoli non esistono! Che qualsiasi percorso è difficile da costruire; che i partiti sono fatti di uomini e donne con tutti i loro difetti? No! Non si capisce, si vuole la perfezione subito. L’alternativa perfetta, un mondo meraviglioso e subito! Capisco le frustrazioni e le delusioni, ma essere forti significa saperle gestire e continuare a credere in un cambiamento, anche piccolo. Dio santo, anche piccolissimo! Perché noi essere umani siamo lenti nell’evoluzione: ancora non abbiamo imparato a raccattare la cacca dei nostri amici cani! In politica, noi della sinistra, siamo implacabili giustizieri. Il popolo della destra perdona a Silvio qualsiasi cosa e, nel nostro caso, perdona ad Augusto di aver frodato la Regione che oggi amministra; noi invece facciamo le pulci e ancora e ancora, mai contenti di mettere il dito nelle piaghette dei nostri politici. Essere critici va bene, e noi di Patuasia news lo siamo con tutti, ma distruttivi no! men che mai masochisti! Noi preferiamo l’ALPE alla corazzata di destra, non sarà una meraviglia, ancora da definire, con errori al suo nascere quasi imperdonabili, ma in questa battaglia noi teniamo per questo partito, perché la scelta dell’astensionismo mi porta il PdL e l’Union a governare su questa città già abbondantemente saccheggiata! Vogliamo darle la mazzata finale?

  8. lamontanara Says:

    Secondo me questi che trovano sempre il pelo nell’uovo di sinistra sono contenti di come vanno le cose, ma si vergognano di dirlo. Perché non si spiega questo accanimento che aiuta solo gli avversari. Non voto Alpe perché è un movimento nato vecchio così mi tengo l’Union che è vecchissimo! Mi sforzo, ma non capisco! Io comunque voterò il bravo Curtaz alle primarie e poi voterò la lista dell’Alpe.

  9. Frank Says:

    Carlo Curtaz è certamente il candidato ideale e, tra i tre, sicuramente quello con una marcia in più…
    Purtroppo causa impegni non riuscirò a votare alle primarie e mi spiace davvero molto…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: